APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

News dall’Ucraina: Esercito Ucraino e Gruppi Speciali USA preparano armi radioattive

Esercito Ucraino E Blackwater Preparano L’utilizzo di Armi Radioattive sul Donbass (DOCUMENTI, MAPPA)

Rusvesna ci informa di quanto segue …

Il gruppo di hacker anti-golpe e anti-Maidan ” CyberBerkut ” ha ricevuto informazioni sulla preparazione da parte delle Forze speciali delle forze armate dell’Ucraina di un atto terroristico nel Donbass con l’uso di materiali radioattivi.

“I sabotatori ucraini hanno in programma di infettare con acque reflue radioattive nel canale” Seversky DonetsDonbass “, da dove c’è un ritiro di acqua nel condotto del South Donbass, la fine di incolpare l’intera leadership del DNR.

La conduzione di questa operazione speciale è stata affidata al gruppo sovversivo SOS, che è stato formato dal 2017 sulla base di 142 centri di addestramento (unità militare A2772) a Berdichev, nella regione di Zhytomyr. Secondo l’elenco degli specialisti militari stranieri di stanza in Ucraina, 14 istruttori americani conducono l’addestramento e la formazione per questo gruppo.

Ecco i nomi di questi 14 istruttori:

Inoltre, abbiamo motivo di credere che il curatore di questa operazione sia Eric Prince, l’ex fondatore e proprietario della compagnia militare privata Blackwater, noto per le sue operazioni segrete sotto la “falsa bandiera” (False Flags)e le sparatorie contro i civili in Iraq.

Nell’aprile di quest’anno, Eric Prince è volato in Ucraina e ha visitato 142 centri MTR (unità militare A2772) a Berdichev. Supponiamo che lo scopo della sua visita fosse di ispezionare la prontezza del gruppo sabotaggio.

nomi istruttori USA

A conferma, presentiamo la lettera ricevuta dal Comandante della MTR, il Tenente Generale Igor Lunev indirizzato al Primo Vice Capo dello Stato Maggiore della ZSU, il Colonnello Generale Igor Kolesnik, con una richiesta di permettere a Prince di visitare questo esercito servizio, struttura. L’unità militare A0987 è il comando MTR, che si trova a Brovary, vicino a Kiev. Vedi: Fort Russ

Per condurre la diversione, le forze speciali hanno ricevuto un contenitore con sostanze radioattive dal terreno di sepoltura chiuso “Vakulenchuk” nella regione di Zhytomyr. È interessante notare che questa struttura si trova a soli 15-18 chilometri da 142 centri MTR, dove viene addestrato un gruppo di sabotaggio.

Siamo riusciti a ottenere un documento che comprova il trasferimento di materiali pericolosi dall’ispettorato Nuclear Regulatory dell’Ucraina (GIYARU), che era impegnato nella cessione del luogo di sepoltura, a disposizione del comandante della MTR (comandante dell’unità militare A0987 ), Igor Lunev.

Dopo la contaminazione dell’acqua nel canale “Seversky Donets – Donbass” e la condotta d’acqua del South Donbass, molto probabilmente, una campagna di informazione attiva dell’Ucraina e dei paesi occidentali sarà scatenata contro le Repubbliche di Donetsk e Lugansk, così come contro la Russia. Ad esempio, saranno accusati di inquinare la regione con radiazioni, violazione del diritto internazionale, incapacità di garantire la sicurezza ambientale, ecc., Con tutte le conseguenze che ne conseguono.

Per la valutazione ambientale e il lancio dell’attacco informativo, sarà coinvolta l’ONG svizzera “Centro per il dialogo umanitario”. L’organizzazione è finanziata dalla Soros Foundation, dalla Rockefeller Foundation, dalla MacArthur Foundation, collegata ai servizi di intelligence statunitensi, e precedentemente nota in attività di sponsorizzazione per rovesciare governi che sono sgraditi a Washington in vari paesi del mondo.

Il “Centro per il dialogo umanitario” ha condotto un’analisi dello stato dell’ecologia del Donbass nell’ottobre 2017. In particolare, nel suo rapporto “Le minacce ambientali in Transcarpazia”, ​​l’ONG ha creato una scusa per screditare ulteriormente le autorità di Donetsk. Sulla base di questo rapporto, si affermerà che la fonte di contaminazione radioattiva è la miniera di Yunkom situata nell’area di Yunokommunarovsk, a circa 20 chilometri dal canale Seversky Donets-Donbass.

Apparentemente, la preparazione per la provocazione e la conseguente  campagna di informazione è già iniziata. Il portavoce del Dipartimento di Stato americano Heather Neuert ha dichiarato in aprile sul suo Twitter che la Russia è responsabile dell’inondazione della miniera di carbone di Yunkom, il sito del test nucleare nell’URSS nel 1979.

Nello stesso spirito, hanno partecipato le pubblicazioni di blogger ed esperti ucraini come Yuri Butusov e Yevgeny Yakovlev, che agiscono secondo la metodologia di Kiev.

È importante capire che per raggiungere i loro obiettivi politici, gli attuali leader dell’Ucraina sono pronti a sacrificare la salute non solo dei residenti delle repubbliche, ma anche dei cittadini ucraini. Il canale “Seversky Donets – Donbass” e il passaggio del South Donbass passano in gran parte sul territorio, sotto il controllo di Kiev.

Ecco una mappa (sotto a sinistra)  delle risorse idriche del Donbass con la miniera “Yunkom” segnata sopra:

Se i rifiuti radioattivi a volontà di Kiev cadono nel canale “Seversky Donets – Donbass”, e da esso al condotto dell’acqua South Donbass, l’acqua li trasporterà su lunghe distanze.

Sotto la minaccia di infezione ci saranno aree densamente popolate e grandi insediamenti (Mariupol, Krasnoarmeysk, ecc.), Che ricevono acqua potabile da questi corsi d’acqua. “

 

Joaquin Flores

Fonte: Fort Russ

Traduzione: Sergei Leonov

 

 

*

code

  1. Mardunolbo 1 mese fa

    Non c’è da meravigliarsi della criminalità ameri-cagna ! Ora attenderemo questa ennesima provocazione e quando sarà attivata dovremo con tutto il possibile annunciare ad ogni amico e conoscente che la criminalità senza limiti è capace anche di fare ciò !
    Possano crepare prima….sabotatori e mandanti !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Renato 1 mese fa

    Criminali!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. The Crow 1 mese fa

    Dunque, il “piano” prevedeva di contaminare l’acqua con rifiuti radioattivi, per poi colpevolizzare la Russia e quindi far intervenire in maniera massiccia gli USA per fermare codesti crimini.

    Si… il piano sembrerebbe reggere, c’è solo un piccolo, microscopico problema: Se contamini l’acqua con rifiuti nucleari, la rendi contaminata per decenni, forse secoli.
    A quel punto, senza più acqua potabile, con la fauna contaminata, il terreno contaminato, si dovrebbe combattere per un territorio destinato a diventare una “zona morta”.
    In pratica uno spreco in qualunque termine!
    E tutto questo solo per avere un pretesto per invadere in massa e combattere?
    Ma complimenti, vorrei proprio sapere chi è il “””genio””” che ha avuto una simile c***o di idea.
    Cosa non si pensa pur di raggiungere i propri sporchi obiettivi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace