Netanyahu voleva “far crollare” Hamas. Questa guerra potrebbe far crollare Israele

di David Hears
La guerra di Gaza è stata un enorme errore di calcolo per Israele. Oltre a rappresentare un disastro morale e militare, questa guerra sta alimentando la resistenza e riaccendendo le braci della rabbia in tutto il mondo arabo.

Dopo un bombardamento israeliano particolarmente pesante durante l’assedio di Beirut nel luglio 1982, il presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan chiamò Menachem Begin, il primo ministro israeliano, per chiedere la fine dei bombardamenti.

“Qui in televisione, notte dopo notte, al nostro popolo vengono mostrati i simboli di questa guerra ed è un olocausto”, ha detto Reagan .

A differenza del democratico oggi alla Casa Bianca, un presidente repubblicano degli Stati Uniti è stato capace e preparato a sostenere le sue parole con i fatti. Gli Stati Uniti hanno fermato le munizioni a grappolo e la vendita di F16 a Israele.

Le cifre relative alle vittime della guerra in Libano variano notevolmente. Secondo le stime libanesi, 18.085 libanesi e palestinesi furono uccisi nei quattro mesi successivi all’inizio dell’invasione. Le cifre dell’OLP erano: 49.600 civili uccisi o feriti.

In soli due mesi, Israele ha ucciso altrettante persone ma ha inflitto a Gaza un livello di distruzione molto più elevato .

Secondo gli analisti militari intervistati dal Financial Times , la devastazione israeliana del nord di Gaza, dove il 68% degli edifici era stato distrutto entro il 4 dicembre, è paragonabile ai bombardamenti alleati su Amburgo (75%), Colonia (61%) e Dresda (59%). Questo è quello che è successo a queste città dopo due anni di bombardamenti.

Quasi 20.000 palestinesi, il 70% dei quali sono donne e bambini, sono stati uccisi nella metà del tempo impiegato per costringere l’OLP a lasciare Beirut ovest nel 1982. Eppure, la sete di sangue di Israele non è stata soddisfatta dall’attacco di Hamas del 7 ottobre. .

Esprimendo lo stato d’animo popolare, Zvi Yehezkeli, corrispondente per gli affari arabi di Canale 13, ha affermato che Israele avrebbe dovuto uccidere 100.000 palestinesi. Daniella Weiss , capo del Movimento dei coloni israeliani, ha affermato che Gaza deve essere cancellata in modo che i coloni possano vedere il mare.

Displaced Palestinians return to their homes as they walk near houses destroyed in an Israeli strike during the conflict, amid the temporary truce between Hamas and Israel, in Khan Younis in the southern Gaza Strip November 24, 2023. REUTERS/Ibraheem Abu Mustafa

Terra sacra
A differenza dell’assedio di Beirut o dei massacri del 1982 nei campi profughi di Sabra e Shatila, il bombardamento notturno di Gaza viene trasmesso in diretta da Al Jazeera.

Milioni di arabi non riescono a staccarsi dall’assistere alle scene dell’orrore in tempo reale. Una donna di 91 anni ad Amman, in Giordania , ha detto a suo figlio che si vergognava di consumare il suo pasto davanti alla televisione mentre Israele stava affamando Gaza.
La fame di massa forzata non è un’iperbole.

Human Rights Watch ha accusato Israele di usare la fame di massa come arma di guerra. Affamare Gaza come politica del governo è stato confermato da Miri Regev, ministro dei trasporti, che in una recente riunione di gabinetto ha chiesto se la fame potrebbe influenzare la leadership di Hamas. I suoi colleghi hanno dovuto correggerla dicendole che la fame era un crimine di guerra.

L’effetto che queste immagini stanno avendo è una catastrofe non solo per questo governo, o per qualsiasi futuro governo di Israele, ma per quanti ebrei decideranno di restare in questa terra quando il conflitto sarà finalmente finito.

La distruzione di Gaza sta gettando le basi per altri 50 anni di guerra. Generazioni di palestinesi, arabi e musulmani non dimenticheranno mai la barbarie con cui Israele sta oggi smantellando l’enclave. Gaza, essa stessa un grande campo profughi, sta diventando un terreno sacro.

Fonte: Middle East Eye

Traduzione: Luciano Lago

3 commenti su “Netanyahu voleva “far crollare” Hamas. Questa guerra potrebbe far crollare Israele

  1. Quello che sta facendo Israele è frutto di convinzione religiose bacate. Non si può pensare di essere “eletti da Dio” e per questo motivo avere diritto di vita o di morte nei confronti di altri popoli considerati inferiori. Israele sparirà prima o poi e il suo popolo disperso.

  2. L’attuale governo israeliano sta infangando anche gli ebrei non sionisti con conseguenze imprevedibili ; dove porta l’avidità !

  3. Israele ha condotto una politica che fa sì che non potrebbe esistere senza gli USA, ma ha manovrato anche in modo che gli USA soffrirebbero assai senza Israele. L’Europa confusionaria e incapace di politiche significative rischia di divenire un terzo incomodo, un satellite di una stella doppia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM