Netanyahu approva l’attacco a Rafah prima che la nave umanitaria arrivi a Gaza

Il premier israeliano approva il piano di attacco a Rafah, la città più meridionale di Gaza, dove hanno cercato rifugio più di un milione di sfollati palestinesi.

La decisione è stata presa questo venerdì, quando una nave spagnola al traino di una chiatta carica di viveri è arrivata a Gaza , in una sorta di test per una nuova rotta di aiuti via mare da Cipro alla striscia devastata, dove incombe la carestia dopo cinque mesi di campagna militare israeliana contro i palestinesi nell’enclave costiera.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dato il via libera all’attacco dopo una riunione di gabinetto in cui era stata presa in considerazione una nuova proposta di cessate il fuoco da parte del Movimento di resistenza islamica palestinese (HAMAS).

L’iniziativa prevedeva una serie di passi come il ritorno dei detenuti israeliani in cambio di prigionieri palestinesi , la fine definitiva delle ostilità dopo, e non prima, un primo cessate il fuoco di 40 giorni, ma ha ricevuto, tra gli altri, un sonoro no.

L’ufficio di Netanyahu ha definito la proposta “irrealistica”, ma ha informato che una delegazione israeliana si recherà in Qatar, mediatore chiave nei negoziati, per discutere la posizione di Israele su un possibile accordo.

Secondo funzionari israeliani, citati dal quotidiano britannico The Guardian, l’esercito sionista sta preparando “questioni operative” e l’evacuazione della popolazione civile da Rafah. Non è stato fornito alcun calendario per l’assalto, ma potrebbero volerci settimane per preparare il grande dispiegamento di forze per affrontare i combattenti di Hamas.

ONU: L’attacco di Rafah farà precipitare Gaza in un abisso profondo

Reazioni internazionali
Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha definito un attacco a Rafah una “linea rossa” se effettuato senza sufficienti precauzioni per proteggere i civili. Pochi osservatori sono stati convinti dalle promesse degli ufficiali militari israeliani di creare zone protette per ospitare un gran numero di civili che saranno evacuati dalla città prima di qualsiasi attacco.

Il ministro degli Esteri tedesco Annalena Baerbock ha espresso “preoccupazione”. “Un’offensiva su larga scala a #Rafah non può essere giustificata. Più di un milione di rifugiati hanno cercato protezione lì e non hanno nessun altro posto dove andare. “È necessaria immediatamente una tregua umanitaria affinché non muoiano più persone e gli ostaggi vengano finalmente rilasciati”.

Le Nazioni Unite hanno messo in guardia contro la carestia a Gaza e la crescente emergenza umanitaria, a maggior ragione con un eventuale attacco di terra a Rafah.

Il conflitto di Gaza ha causato lo sfollamento della maggior parte dei 2,3 milioni di persone del territorio e nelle ultime settimane si sono verificati scenari caotici e incidenti mortali durante la distribuzione degli aiuti.
Secondo il Ministero della Sanità palestinese, l’entità israeliana ha ucciso quasi 31.500 palestinesi dall’inizio degli attacchi israeliani all’enclave costiera.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

17 commenti su “Netanyahu approva l’attacco a Rafah prima che la nave umanitaria arrivi a Gaza

  1. La ferocia dimostrata dai Sionisti nel tentativo di sterminare i Palestinesi si ritorcerà loro contro. Questo sarà il loro canto del cigno.

    1. spero tanto di si,,,,non se ne può più,,,,e che vengano risolte le radici della malattia mentale che ha prodotto tutto questo scempio

  2. mi chiedo come possa il mondo continuare a stare a guardare. Lo hanno dichiarato apertamente che vogliono mandare oltre confine i Palestinesi altro che attaccare HAMAS….

  3. Se l’obbiettivo dei nazi adunchi (tutti e non solo di netanyahu, sul quale si scaricano furbescamente le colpe) è quello di distruggere completamente Gaza e operare un genocidio, è logico che attaccheranno anche Rafah, dove si concentra oltre un milione di profughi e lo faranno, ovviamente, sotto l’ombrello degli usa, governati dagli ebrei e dai sionisti.

    Cari saluti

  4. Nel blocco di potere che si usa chiamare Occidente è sostenuta una scelta di azioni di forza ad oltranza che oggi sembra essere prevalente. Tanto grande sarebbe il danno paventato dai suoi sostenitori qualora il modello global Capital venisse ridimensionato che nemmeno l’incubo di una guerra nucleare li trattiene. Questo sedicente campione di democrazia svende la vita e gli averi di centinaia di milioni di cittadini per salvare il loro diritto al consumismo compulsivo, e il buffo è che tanti approvano questa scelta.

  5. Mi chiedo come si faccia ad essere pro-Israele o pro-ebraismo in questo momento. Ci rendiamo conto che questi STERMINANO il popolo palestinese perchè così è stato scritto nella Bibbia 2.500-3.000 anni fa? Come dire che al tempo un vecchio ubriaco (o confuso da qualche droga) antiumano scrisse una fesseria e questi di adesso la prendono come oro colato perchè fa i loro interessi e si mettono a sterminare altri esseri umani!? Dal mio punto di vista le sinagoghe di tutto il mondo dovrebbero essere psichiatrizzate…

  6. Non importa che entrano o no a Rafah. La situazione è già un incubo da settimane. Carestia, bombe, morte. Una tale sofferenza ed atrocità, non riesco neanche a vedere i documenti strazianti. Non’ importa se la UE crollerà economicamente nei debiti e l’ occidente marcirà, per questo qualcuno deve e dovrà pagare. Spero che gl’ ebrei vengano annientati, senza che abbiano la possibilità d’ usare le armi nucleari. Senza la loro arroganza e malvagità sarà un mondo cmq migliore.

    1. Attenzione che un po’ di nazi adunchi, in genere ricchi e potenti, li abbiamo incistati anche qui, in Italia …

      Alla domanda “se questo è un uomo” riferita a un ebreo, io rispondo: No!

      Cari saluti

  7. Adesso che il blocco navale Yemenita strangolerà l’Israele – dato che blocca l’intero mare dell’Africa orientale fino al Sudafrica -voglio constatare cosa faranno le forze del male senza rifornimenti. Piangeranno. KAPUTT !!!!!

    1. Purtroppo hanno ancora il Mediterraneo, finché Hezbollah non li colpirà anche lì. Spero succeda quanto prima. Il male deve cessare! Ciao Armin

  8. Striscione alla università Federico II di Napoli : “Fuori i sionisti dall’ateno”, e il direttore del quotidiano di regime Repubblica, Molinari, rinuncia al dibattito, o meglio alla propaganda pro sionista che gli era stata organizzata dal rettore ! Una goccia nel mare, ma è pur sempre meglio di niente ! Ai miei tempi si urlava e scriveva sui muri sia “via i comunisti” che “via i fascisti” dall’università, cadendo cosi nel tranello del dividi et impera e della lotta tra opposte fazioni … per cui leggere ora “fuori i sionisti” rappresenta pur sempre un piccolo progresso … spero diventi presto una parola d’ordine generalizzata !

    1. Non a caso l’ominicchio lollobrigida, cognato della merdoni e per questo al governo, ha dichiarato che tollerando queste manifestazioni si rischia il terrorismo … Da servi dei sionisti costoro si preoccupano per l’atteggiamento nel paese nei confronti degli ebrei (i loro padroni), perché l’episodio non è isolato: qualche giorno fa all’ebreo parenzo, quello con la voce gracchiante e gli occhi da furetto, ben incistato nei media, è stato impedito di parlare.

      Cari saluti

  9. Una precisazione in merito a commenti ( secondo me ) impropri riguardo l’Antico Testamento nella Bibbia. Ferma restando la personale liberta’ di opinione, sarebbe opportuna una maggiore conoscenza storico-analitica dei testi biblici .
    L’ ebraismo moderno Non si base sulla Bibbia dell’ Antico Testamento ( se non in modo inappropriato e strumentale ) ; bensi sulle Tradizioni rabbiniche confluite, in gran parte,negli insegnamenti della Mishna e Talmud, nei secoli successivi al Nuovo Testamento in Cristo Gesu’ .
    La Buona Novella dell ‘Amore di Dio per tutti gli uomini/donne di ” buona volonta’ ” , disposti a seguire un cammino di giustizia , rispetto ed amore in armonia con gli insegnamenti divini in Cristo ; e’ stato ( e continua ad esserlo… ) rifiutato da una maggioranza del popolo ebraico ” arroccato ” nella arrogante pretesa di una ” supposta” superiorita’ etnico- religiosa ( ….vedere.. Insegnamenti Talmud/ Mishna ..etc… )
    Una grande maggioranza dei moderni ebrei Non hanno radici nell’ antica Palestina /Israele storico , ma sono discendenti di popolazioni Kazare ( attuale Ucraina/Crimea e vicinanze )..convertitesi all ‘ ebraismo circa 800 anni Dopo Cristo !
    La loro lingua comune in Europa Est e’ stata tradizionalmente Yddish ( un miscuglio di tedesco antico/ ebraico/ slavo… ) e da quelle zone originano gli ” antenati ” di gran parte dei neocon sionisti Usa che hanno scatenato una guerra per procura contro la Russia..( controllare : Nuland, Kagan, Blinken, Mayorkas, Yellen….etc…etc )
    Soltanto..un paio di citazioni dal Nuovo Testamento :
    ” poiche’ anche voi ( ndr…ebrei convertiti…) avete sofferto da parte dei vostri connazionali le stesse tribolazioni che quelle chiese hanno sofferto da parte dei Giudei, i quali hanno ucciso il Signore Gesu’ e i profeti e hanno cacciato noi ; essi non piacciono a Dio e sono nemici di tutti gli uomini impedendoci di parlare agli stranieri perche’ siano salvati (ndr…i veri razzisti suprematisti ).” cosi scriveva nella I lettera ai Tessalonicesi al capitolo 2 ( v.14..) l’ Apostolo Paolo ( ex rabbino convertito…)
    L’ Apostolo Giovanni ha scritto nel capitolo 2( v.9…) dell’ Apocalisse ” Io ( Gesu’.ndr)..conosco la tua tribolazione, la tua poverta’ ( tuttavia sei ricco) e le calunnie lanciate da quelli che dicono di essere Giudei ( ..??!! Ndr) e non lo sono, ma sono una sinagoga di Satana ”
    Come si direbbe a Roma ….Tana …per i falsari ipocriti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM