Netanyahu accusa l’Iran di aver predisposto missili in grado di colpire qualsiasi obiettivo nel Medio Oriente

TEL AVIV – Israele ha ripetutamente accusato Teheran di aver sviluppato armi nucleari, pur mantenendo una politica di ambiguità rispetto alla segnalazione dello sviluppo del proprio programma di armi nucleari.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha affermato che l’Iran sta attualmente lavorando allo sviluppo di missili da crociera in grado di raggiungere qualsiasi parte del Medio Oriente, scrive il portale di notizie Kan News.

Ha aggiunto che, secondo quanto riferito, il paese persiano sta cercando di schierare i missili in “varie località” nella regione, incluso lo Yemen, in modo che possano così raggiungere Israele, tra gli altri potenziali obiettivi.

Il primo ministro israeliano Netanyahu: “l’Iran sta lavorando per produrre missili da crociera che possono raggiungere qualsiasi destinazione in Medio Oriente e vogliono posizionarli in varie località del Medio Oriente”

In precedenza, Mojtaba Zannour, presidente del Comitato per la sicurezza nazionale e la politica estera del Parlamento iraniano, aveva avvertito Tel Aviv e Washington di essere attenti non commettere un “errore”, avvisando che altrimenti Israele “non vivrà più di venti o trenta minuti”.
Zannour ha assicurato che Teheran ha sviluppato un efficace “deterrente” contro Israele e ha adottato una strategia di “guerra asimmetrica”.

Israele ha accusato l’Iran di sviluppare armi nucleari e vettori di trasporto tra le ripetute intenzioni persiane di distruggere lo stato di Israele. Tuttavia, Teheran ha ripetutamente affermato che l’uso di armi nucleari è vietato dalla religione del paese.

“Gli Stati Uniti hanno 36 basi nella regione … La più vicina è quella del Bahrein, e la più lontana è l’isola di Diego García nell’Oceano Indiano”, ha detto il funzionario iraniano.

Missili iraniani in bunker sotterranei

“I nostri droni e i nostri missili sono pronti e seguono ogni cambiamento nelle forze delle basi militari statunitensi. Abbiamo un registro di fuoco contro la maggior parte delle forze nemiche nella regione. Se sparano loro per primi, saranno colpiti. Quando il supremo leader [Ali Kamenei] ha dichiarato che i giorni in cui ci si aspettava di “schiantarsi” e scappare “sono trascorsi, non stava scherzando […]”, ha sottolineato.

Zannour ha anche citato il caso del drone americano abbattuto nello stretto di Hormuz nel Golfo Persico, affermando che l’incidente era servito da esempio del potere dissuasivo a disposizione dell’Iran.
Un attacco contro l’Iran avrebbe conseguenze disastrose per tutti i paesi della regione, aveva segnalato lo stesso presidente russo Vladimir Putin.
Nel frattempo sono state programmate le esercitazioni congiunte dell’armata navale iraniana e russa nel Golfo di Oman e nella parte nord dell’Oceano Indiano e questo rappresenta un messaggio diretto a Washington ed ai suoi alleati.
Il generale Ghadir Nezami Pour, capo degli affari internazionali e della diplomazia della difesa dello Stato maggiore delle forze armate iraniane, ha affermato che l’esercitazione si svolgerà in acque internazionali, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Iran Press.
“Gli esercizi hanno obiettivi diversi, incluso lo scambio di esperienze tattiche e militari, e talvolta cercano obiettivi politici che mostrino una sorta di convergenza tra i partecipanti”, ha affermato.

Fonti: Fort Russ – South Front

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

10 Commenti

  • michele
    29 Ottobre 2019

    attenzione ai malvagi iraniani hanno intenzione di distruggere tutto il mondo con la marea dei loro missili………….
    che ridicolo!!!!!!

  • La soluzione
    29 Ottobre 2019

    Questo è un demente depravata. Ossia un assassino senza scrupoli per la vita altrui. Il suo comportamento farà il suo distruggere Israele. Mi chiedo se non sia lui il vero nemico di Israele.

  • Max Dewa
    29 Ottobre 2019

    A vedere st’ebreo vien voglia di riaccendere I forni vien la nostalgia di hitler e di quel che non e’ riuscito a fare e che invece andava fatto a sta schiatta malefica che accusa gli altri delle proprie Colpe vien voglia di dargli una Bella lezione a sto infame Ebreo criminale di guerra che sta massacrando I palestinesi e I siriani nei modi piu subdoli

    • bibi
      30 Ottobre 2019

      avanti con le solite balle,ribadiamo la leggenda,che la gente non dubiti

  • Sed Vaste
    30 Ottobre 2019

    Ahh guardi Lago son affranto viviamo in giudeocrazia ,pure sto criminale di Netanyau continua a dettar legge su tutto sto omuncolo e’ capo di uno statarello grosso come LA Puglia con 7 milioni di fancazzisti che vivono a sbafo grazie alle truffe bancarie messe su dai loro “apolidi ” agenti Della Cabala sparsi sul globo , quando sento LA Segre che a 90 anni continua a mentire sull’olocausto che fin I suoi congeneri hanno smascherato vedi Paul rassinier ” LA menzogna D’ulisse ” o flinkenstein ” l’industria drll’olocausto ” ecc e sta vecchia senza vergogna che continua a mentire e’ senza vergogna va nelle scuole a raccontare frottole c’e’ da sperare che lo faccia perche’ Malata nella testa allora e’ giusificabile ,e tutti i nostri governi e giornalisti a tenerle bordone solo per qualche mancia , dei veri rifiuti umani senza dignita’ speriamo che I Negri ci conquistino alla svelta !

  • woland
    30 Ottobre 2019

    Netanyahu accusa gli Iraniani di voler fare quello che Israele ha già fatto.
    Ma che accusa è?

  • giampiero
    30 Ottobre 2019

    il bue che da del cornuto all’asino.

  • atlas
    30 Ottobre 2019

    basta leggersi la Bibbia: mai gli ebrei hanno prevalso con i medi e i persiani, ne sono stati sempre puniti

  • Max Dewa
    30 Ottobre 2019

    Atlas una curiosita” si puo sapere il suo nuovo Nome da musulmano , Ali mustafa moamed al keida. qual’e’ ! Per me lei e’ un ben che so finge musulmano , in ebraico Ben significa Della tribu’ di , Ben afflech Ben Kinsley Ben gurion Ben Shalom bernanke Ben Stiller Ben gazzara ben hur ecc ecc

    • atlas
      31 Ottobre 2019

      il mio nome Islamico è Ismayl, dal Figlio primogenito di Abramo, Inviato di Dio che diede la dinastia agli Arabi

      Ben in ebraico vuol dire figlio. Ibn in Arabo

      la curiosità è femmina, attento lì a transkok a chi frequenti e tieni alta la bandiera di Parma, non vorrei ti abbiano già fatto un culatello

      Salam

Inserisci un Commento

*

code