Nessun Posto Dove Nascondersi per l’ISIS in Siria

Altri nascondigli e rifugi dei terroristi scoperti nell’operazione delle SAA (Esercito Arabo Siriano) in corso nella Siria Centrale

L’esercito arabo siriano (SAA) e i suoi alleati hanno scoperto molti nascondigli di cellule dell’ISIS durante le recenti operazioni di rastrellamento nella regione centrale della Siria.

Il 19 giugno, il giornalista russo Oleg Blokhin ha pubblicato delle foto che mostrano alcuni dei nascondigli utilizzati dai terroristi. I terroristi dell’ISIS hanno immagazzinato armi, munizioni, attrezzature, cibo e altri rifornimenti nei nascondigli che erano veri e propri rifugi.

Mentre alcuni dei nascondigli erano facili da individuare, altri erano nascosti sottoterra in aree casuali. I terroristi usano le coordinate per trovare tali nascondigli, che di solito vengono utilizzati come punti di rifornimento.
RusVesna ha anche condiviso foto che mostrano armi e munizioni che sono state recentemente sequestrate dalla SAA e dai suoi alleati da un nascondiglio dell’ISIS nella regione centrale. Le armi includevano 20 fucili d’assalto.
Le cellule dell’ISIS nella Siria centrale hanno intensificato i loro attacchi con l’inizio del 2021, promuovendo imboscate contro la SAA e i suoi alleati che, per tutta risposta, hanno lanciato una serie di operazioni di rastrellamento nella regione.

Nascondigli dell’ISIS nella Siria centrale

Il gruppo terroristico ha subito pesanti perdite umane e materiali in queste operazioni. Tuttavia, è ancora attivo nella regione centrale. Dieci combattenti filo-governativi sostenuti dall’Iran sono stati uccisi o feriti in un recente attacco da parte delle cellule del gruppo nel sud di Deir Ezzor.

Depositi di armi dei terroristi
Istruttori USA addestrano miliziani takfiri


Nota: Il rifugio sicuro per i miliziani dell’ISIS sono le carceri da dove i terroristi, presi prigionieri e detenuti dalle forze curde (su incarico delle truppe USA nel nord della Siria), vengono puntualmente liberati e nuovamente arruolati e addestrati dagli istruttori USA per operare contro le forze governative.
Questo spiega come siano risorti gruppi dell’ISIS in alcune zone del nord della Siria dove sono presenti basi illegali delle forze di occupazione USA.

Fonte: South Front

Traduzione e nota: Luciano Lago

19 Commenti
  • atlas
    Inserito alle 18:46h, 19 Giugno Rispondi

    topi. Isis ? Chiamiamoli con il loro vero nome: giudeizzati democratici. Ratti, come dice il fratello Ouday. Ah fosse vivo la buonanima di Saddam. E le sue vere armi chimiche, eccome se si procederebbe con una bella derattizzazione Sociale e Nazionale …

    • serio
      Inserito alle 08:56h, 20 Giugno Rispondi

      l’ISIS e’ il braccio armato che attualmente ci ha messo la faccia dei MusiCani, e stanno eseguendo alla lettera quello che c’e scritto nel CorAno, e come si vede nessuno dei MusiCani si dissocia da loro (solamente si oppongono i Siriani che si vedrebbero espropriati delle loro terre, ma per il resto TUTTI i Musicano li appoggiano)

      • atlas
        Inserito alle 10:47h, 20 Giugno Rispondi

        anche io l’ho appoggiato a tua sorella, è l’ho trovata s porca

      • claris
        Inserito alle 22:06h, 20 Giugno Rispondi

        Serio!!<333
        Hai ragionissima i muslim sono persone retrograde e socialmente pericolose!
        Trattano le donne come degli animali!Peggio dei cristiani nel medio evo!

  • ARMIN
    Inserito alle 18:59h, 19 Giugno Rispondi

    Come sostengo, i takfiri – i combattenti per la libertà di rubare – sono estinti, copàdi come le mosche.
    Pochi ratti, scombussolati, inebetiti e drogati si aggirano sperduti tra le sabbie, come insetti.
    NON FUNZIONA PIU’ NIENTE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! E’ LA JELLA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    HA HA HA HA HA HA HA HA HA HA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Auguri.

    • atlas
      Inserito alle 19:13h, 19 Giugno Rispondi

      non è che a furia di nominare la jella poi ci arriva addosso no ? Sei decisamente ripetitivo amico mio

  • Farouq
    Inserito alle 19:00h, 19 Giugno Rispondi

    Nessun posto per nascondersi? C’è un errore
    Vicino alle basi Usa è un posto sicuro

  • ARMIN
    Inserito alle 19:26h, 19 Giugno Rispondi

    Atlas, niente di grave. ESSI, i disumani, hanno addosso la SFORTUNA, se preferisci.
    Si percepisce se il Destino è favorevole o sfavorevole.
    Comunque, tutte le armi contano, pure le mentali e le parole contrarie al nemico.

  • Idea3online
    Inserito alle 19:52h, 19 Giugno Rispondi

    Chi desidera commentare questa notizia…..e fare un confronto con la normativa in l’Italia…..

    Notizia:
    La regione di Mosca introduce la vaccinazione obbligatoria per alcune categorie di cittadini ……
    https://tass.com/society/1303201

  • Idea3online
    Inserito alle 19:55h, 19 Giugno Rispondi

    Chi desidera commentare questa notizia…..e fare un confronto con la normativa in Italia…..

    Notizia:
    Arabia Saudita vieta ai non vaccinati contro il Covid di visitare negozi e centri commerciali……
    https://it.sputniknews.com/20210614/arabia-saudita-vieta-ai-non-vaccinati-contro-il-covid-di-visitare-negozi-e-centri-commerciali-11727639.html

  • Idea3online
    Inserito alle 20:10h, 19 Giugno Rispondi

    Chi desidera commentare questa notizia…..e fare un confronto con la normativa in l’Italia…..

    Notizia:

    Covid, la Russia fa da apripista e vara l’obbligo vaccinale a Mosca

    ……’Si tratta di una questione personale finché si sta a casa o in campagna. Ma quando si esce nei luoghi pubblici e si entra in contatto con altre persone, volenti o nolenti, si diventa complici del processo epidemiologico, l’anello della catena per la diffusione di un virus pericoloso…..

    https://www.lapressa.it/articoli/politica/covid-la-russia-fa-da-apripista-e-vara-lobbligo-vaccinale

  • rossi
    Inserito alle 20:53h, 19 Giugno Rispondi

    secondo me la Russia è costretta da considerazioni strategiche a seguire in parte la retorica del covid; ovvio che questo virus di probabile provenienza artificiale ( secondo me fabbricato a fort Detrick negli usa ) è più virulento di una normale influenza ma non è neppure la peste bubbonica come invece viene terroristicamente proclamato, secondo me questa che stiamo vivendo è una guerra biologica più mediatica che cinetica.. L’occidente sperimenta i suoi “vaccini” e la Russia dovrebbe stare semplicemente a guardare? Anche la Russia ha l’esigenza di sperimentare nella guerra biologica, perchè di questo si tratta, i vaccini sono diventati terreno di sperimentazione per quanto riguarda la guerra biologica. Secondo se i Russi non si vaccinassero probabilmente non potrebbero più viaggiare in occidente e ciò sarebbe a discapito di un sacco di attività. Terzo alla Russia fa comodo pompare questa pseudopandemia perchè rappresenta il ridimensionamento dell’occidente voluto dallo stesso occidente che vuole sottomettere la propria popolazione demolendo le imprese meno competitive e creando una massa di proletari sfruttati e con pochi diritti. Capito? Il margine si restringe l’europa farà meno invidia dora in avanti ai popoli orientali. Quarto e ultimo in Russia l’obbligatorieta riguarda tre regioni, e secondo me non la renderanno obbligatoria in tutto il territorio. Comunque che schifo….. meglio la guerra fatta di pallottole ed esplosioni….. addirittura meglio un conflitto nucleare generalizzato tanto l’animale uomo, a parte qualche rara eccezione, è un sacco di m…a egoico lontano da dio e dalla natura e di consegueza le società dove viviamo sono dei manicomi.

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 03:53h, 20 Giugno Rispondi

      la direttiva di Mosca arriva dal sindaco che vorrebbe innalzarsi a “rivale” di Putin, ovviamente appoggiato dalle diplomazie occidentali.
      come detto Putin deve guardarsi, più che intorno ai confini in casa dalle quinte colonne, e non dimenticare mai di guardare pure a est

      • atlas
        Inserito alle 10:49h, 20 Giugno Rispondi

        e scommetto che sotto sotto, se c’è qualche minima crepa in Russia tu non solo ci godi ma cerchi di allargarla vero ?

  • eusebio
    Inserito alle 22:19h, 19 Giugno Rispondi

    La Siria deve essere messa in sicurezza da Iran, Russia e Cina, in Afghanistan ci sono 4 milioni di Hazara a rischio genocidio, visto che dal 2015 in attacchi mirati ne sono stati uccisi oltre 5000, se ne possono trasferire uno o due milioni in Siria, con l’appoggio economico della Cina, altri potrebbero essere stanziati nel Kurdistan irakeno.
    Ciò renderebbe inattaccabile il crescente sciita e permetterebbe a Russia e Cina di concludere accordi con un Afghanistan governato dai talebani, che hanno già avvisato i turchi, che vorrebbero restare con truppe a Kabul, di sloggiare.
    Prosegue la sfida tra blocco eurasiatico ed impero anglosionista, a quanto pare un’altra collaborazione tra Russia e Cina vedrà i russi aiutare i cinesi ad incrementare il loro arsenale nucleare da 350 ad un migliaio di testate, tanto per mettere in rispetto i bellicosi USA.

    • atlas
      Inserito alle 02:38h, 20 Giugno Rispondi

      ma perchè, i talebani sarebbero ‘i buoni’ ?

  • rossi
    Inserito alle 09:39h, 20 Giugno Rispondi

    ATLAS comunque al pd preferisco i Talebani, sono comunque nemici giurati dell’impero talassocrtico, sono in rivolta permanente contro la modernità che in definitiva è nichilista, antispirituale, scientista, in Afganistan non ci sono mai stato ma di sicuro anche all’interno dei Talebani ci saranno differenze significative ci saranno i signori della guerra che millantando l’appartenenza ad un credo in realtà coltivano solo i loro interessi personali, ci saranno fanatici disumani, ma ci saranno, e penso che siano la maggioranza, persone che ricercano la salvezza, per le quali la spiritualità viene messa al primo posto e la scienza all’ultimo e a me tale prospettiva piace, bisogna sottomettersi a Dio, cioè considerare il proprio ego come il nemico numero uno, esattamente il contrario insegnato ai giovani nella nostra società di merda occidentale americanocentrica, inoltre i Talebani sono veri patrioti e combattono senza se e senza ma per cacciare l’invasore dalle loro terre, onore e gloria a loro anche se non condivido l’assenza di un ecumenismo nel loro pensiero ora pare dominante, ma si capisce dopo anni e anni di barbarie si sono purtroppo radicalizzati, anche grazie agli yankee che coltivavano gli elementi più radicali insieme all’arabia saudita in funzione antisovietica. N:B: i sovietici costruirono un sacco di fabbriche in Afganistan, gli occidentali hanno solo distrutto e permesso la moltiplicazione delle colture di droga oltre che propagandare la parità dei sessi, per me la donna ha un ruolo nel creato e pure l’uomo, ma non coincidono. I talebani sarebbero i buoni? Non lo so, di sicuro sono nemici dei miei nemici, secondo te l’occidente è riformabile? Secondo me no, ci vorrebbe la venuta di Gengis Khan!

    • atlas
      Inserito alle 11:25h, 20 Giugno Rispondi

      basta dire che sono riconosciuti politicamente solo da Pakistan, Emirati Arabi Uniti e Arabia Saudita … e poi sono antinazionalisti. Con loro niente tv, niente musica ,,, che cazzo di vita è. Dò atto solo che durante il loro governo gli ameri cani dovettero rinunciare a grosse quantità di oppio, perchè erano contrari alla droga. E cmq, sappia qualcuno che sono avversi agli sciiti come non mai. Le donne sono sì una proprietà dell’Uomo, ma chi gli dice di ingabbiarle in reti da cui nemmeno possono vedere. Dai. Chi gli dice di distruggere opere d’arte anche se appartengono alla storia di altre filosofie orientali … o religioni, in questo sono simili ai wahhabiti giudeizzati dell’isis. E ti ammazzano se allo stadio fai il tifo ad alta voce per una squadra perchè ‘le invocazioni devono essere solo per Il Dio’. Questo non è Islam Sunnita, sono loro interpretazioni strumentalizzate per fini politici. Tempo fa avevo trovato un articolo che li descriveva benissimo politicamente, ma non riesco più a reperirlo. O forse non ne ho molta voglia, c’è un sole …

    • ARMIN
      Inserito alle 23:26h, 20 Giugno Rispondi

      Con i Talebani la coltivazione dell’oppio era crollata, quasi azzerata, erano nemici della droga.
      Purtroppo sono arrivati i gringos coi famosi NARCODOLLARI (una fonte importante dell’economia statunitense,
      che serve pure a istupidire i propri cittadini, affinché siano malleabili e non ostili al Sistema),.
      Ed ecco che, con la supervisione, dei gringos la produzione salì a 5000 e più tonnellate all’anno!
      Inoltre i Talebani non hanno mai rotto le scatole ai Russi, Né sono guerrafondai.

Inserisci un Commento