Nello Yemen si continua a uccidere civili con bombe americane

Le organizzazioni per i diritti umani hanno condotto un’indagine, secondo la quale la “coalizione internazionale” utilizza munizioni di alta precisione di produzione americana per gli attacchi mortali contro la popolazione dello Yemen .

Lo afferma un nuovo rapporto di Amnesty International , i cui esperti hanno analizzato le fotografie del relitto di bombe ritrovate in luoghi di attacco. In particolare, hanno scoperto che durante un raid a Taiz, nel sud-ovest dello Yemen, la “coalizione” ha usato munizioni prodotte dalla società americana Raytheon . In questo raid morirono sei persone: membri di una famiglia, inclusi tre bambini. Dopo aver analizzato la composizione del relitto delle bombe raccolte sul luogo del bombardamento, da altri membri di questa famiglia, gli esperti hanno concluso che una bomba aerea guidata fabbricata negli Stati Uniti con guida laser chiamata GBU- 12 Paveway II , del peso di 230 kg, aveva distrutto un condominio di civile abitazione .

Così”, conclude l’Organismo, “gli Stati Uniti sono complici dei crimini di guerra commessi dai sauditi nello Yemen”.

Una conclusione simile può essere fatta anche riguardo alla Gran Bretagna e alla Francia , che, secondo l’esperto dell’organizzazione Rush Mohammed , “sono responsabili di atti di violazione dei diritti umani e crimini di guerra nello Yemen”.

“Nonostante molte prove del fatto che la coalizione guidata dall’Arabia Saudita e dagli Emirati si sia ripetutamente permessa gravi violazioni dei principi del diritto internazionale (compresi casi che possono essere considerati crimini di guerra), gli Stati Uniti e altri paesi che forniscono armi – come il Regno Unito e Francia – non vogliono sperimentare il dolore e il caos che le loro armi portano alla popolazione civile [Yemen] “, ha detto Mohammed.

Colpire deliberatamente civili o strutture civili, con attacchi sproporzionati e indiscriminati che provocano la morte o il ferimento di civili, sono crimini di guerra”, ha spiegato.

“Ecco perché”, secondo AI, “i tre di questi paesi occidentali che forniscono deliberatamente armi all’Arabia Saudita condividono in pieno la responsabilità di questi crimini”.

Le troupe di organismi internazionali hanno trovato più di una volta prove sull’uso di armi, da parte della “coalizione internazionale”, di produzione americana ed europea contro i civili. In particolare, in precedenza, anche i giornalisti della CNN avevano scoperto che la bomba, quella che aveva distrutto un autobus con gli scolari yemeniti a bordo, il ​​9 agosto dell’anno scorso, era stata venduta all’ Arabia Saudita dagli americani.

I genitori e parenti dei bambini uccisi dalle bombe USA portano fiori sulle loro tombe

Invitati dai giornalisti, gli esperti militari hanno stabilito che si trattava di una bomba a guida laser MK-82 da 227 chilogrammi prodotta dalla società di armi Lockheed Martin . La fornitura di tali munizioni faceva parte di un grosso accordo sulle armi tra la Casa Bianca e il regime saudita, approvato dal Dipartimento di Stato americano . A seguito di quell’attacco aereo, 51 persone morirono, di cui 40 erano bambini. Una ulteriore responsabilità si puà attribuire ai media atlantisti che omettono di dare notizie di questi crimini, salvo quando avvengono episodi che non si possono nascondre, come quello del bus scolare con i 40 bambini uccisi.

Nota: In particolare sembra che i crimini commessi dall’Arabia Saudita siano comunque sempre occultati e nascosti all’opinione pubblica dall’apparato dei media ufficiali. Persino la barbara esecuzione del giornalista Khashoiggi, commessa nel consolato saudita di Instanbul, è stata in qualche modo giustificata e coperta dall’Amministrazione Trump. In pratica l’Arabia Saudita gode di uno speciale salvacondotto da parte dei governi e dei media occidentali probabilmente per causa de suo smisurato potere finanziario che gli consente di comprare politici e giornalisti in Occidente.

http://www.mihwar.ru/jemen/item/mirnykh-zhitelej-jemena-prodolzhayut-ubivat-amerikanskimi-bombami.html?fbclid=IwAR1iCRIt53PugcVLlovC32BREnzzh5RR63uDSo2JpaSPCBiD6CCOrhNcnhs

Fonte. Mihwar.ru

Traduzione: Sergei Leonov

1 commento

  • SEPP
    20 Ottobre 2019

    Lo chiamano complesso militare-industriale e dipende da wallstreet.
    Lo stato usa non vende niente, le armi sono venduti dai mercanti d’armi,
    quotati nella borsa, loro vendono tutto a tutti, la polvere che contengono
    le bombe non hanno nazione esplodono in qualsiasi involucro con le
    scritte di qualsiasi alfabeto. La guerra e’ una risorsa e il miglior sistema
    malthusiano di controllo delle nascite.

Inserisci un Commento

*

code