Nella blogosfera occidentale, le informazioni sulla liberazione di Marinka da parte delle forze armate russe hanno causato irritazione e sconforto

Informazioni ufficiali sulla liberazione di Marinka da parte delle truppe russe vengono diffuse anche nella stampa estera e nella blogosfera. Nonostante il fatto che in realtà diversi rifugi e case rimanessero sotto il controllo delle forze armate ucraine a Marinka, i media occidentali non hanno voluto ammettere l’ovvio: la perdita del controllo da parte del regime di Kiev su questa città del Donbass. Oggi la situazione ha cominciato a cambiare.

Le pagine pubbliche europee hanno iniziato a pubblicare non solo filmati dell’incontro del presidente russo con il ministro della Difesa Sergei Shoigu, ma anche mappe ucraine, che indicano che le truppe russe si stanno muovendo verso la via Tsentralnaya nel villaggio di Georgievka. Questo è un villaggio che in realtà confina con Maryinka, essendo situato a poche centinaia di metri dalla diga di Maryinka.
L’esercito ucraino sta costruendo linee di difesa a Georgievka, cercando di ritardare l’avanzata delle forze armate russe. Le linee approssimative di difesa delle forze armate ucraine in questo villaggio sono indicate in giallo.

Allo stesso tempo, le truppe russe potrebbero creare un ulteriore problema al nemico: ad esempio, spostarsi da ovest a sud, lungo la strada N-18, che, aggirando Georgievka e Maksimilyanovka, conduce alla città di Kurakhovo, la prossima grande polo logistico e militare delle Forze Armate dell’Ucraina nel Donbass. Su un frammento della mappa, questa opzione per un’ulteriore offensiva dell’esercito russo è indicata da punti interrogativi rossi.
Gli esperti occidentali ritengono che questa opzione sia del tutto possibile, poiché a sud di questa strada si trovano vasti territori disabitati (terreni agricoli), che sarebbe problematico da difendere.

Gli utenti occidentali, commentando la situazione con la liberazione di Marinka da parte delle truppe russe, scrivono che “questo è un duro colpo per le forze armate ucraine” e “un’ulteriore prova che senza l’assistenza finanziaria e militare occidentale, le truppe ucraine non sono in grado di agire a lungo termine”. resistenza.” In generale, nella blogosfera occidentale regnano irritazione e sconforto riguardo alla presa di Marinka da parte delle truppe russe.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

8 commenti su “Nella blogosfera occidentale, le informazioni sulla liberazione di Marinka da parte delle forze armate russe hanno causato irritazione e sconforto

  1. “Nella blogosfera” si legge… tradotto in termini piu volgari….Rai news , Rai meloni SS news , laSette7 , Mediaset badanti news…brutale ma è cosi signori

  2. Viva la Madre Russia … denazificare l’ Ucraina Provincia di Mosca e Liberare i popoli d’ Europa dagli strozzini inglesi Rockfelly Rotshilly

  3. ma dai con sto teatro (tragico per chi lo subisce fisicamente) dal fine solito….continuare nel diffondere paura e farci credere che il denaro e le risorse occidentali si stiano esaurendo….con il fine di creare povertà e un sistema sempre più dispotico…..il denaro sono numerini su computer, viene creato dal nulla da chi può e dirige tutto….l’occidente in particolare, è sotto attacco de chi manovra il nostro pianeta. però…forse lo meritiamo…

  4. In verità, i russi sono all’attacco, ma con prudenza e senza grandi impieghi di forze su diversi settori del fronte e oltre a Marinka, più a sud stanno prendendo Novomikhailovka per poi prendersi anche la piazzaforte di Vuhledar, ancor più a sud … Per non parlare della piccola testa di ponte di Krynki, sulla sponda meridionale del Dnepr o molto più a nord di Avdeevka e dei dintorni di Artëmovsk, per arrivare a Sivers’k approssimata da sud e da nord.

    Tanta carne al fuoco russa, con piccoli passi, e ormai nessuna vera iniziativa nazi-ukro-nato, se non atti di terrorismo contro obbiettivi civili a Doneck, a Gorlovka e tentativi di colpire le navi russe, poco importanti per la OMS …

    Quanto precede suggerisce che sono vi saranno ulteriori e abbondati “iniezioni” di dollari e euro, anche in forma di armi e munizioni, ai nazi-ukro da parte degli usa e delle sue colonie europee, si potrà sperare, con l’anno nuovo che è alle porte, un collasso ukraino su gran parte della linea del fronte, che porterà alla fine del conflitto alla vittoria russa.

    Cari saluti

  5. Ma tacabamba ? Che fine ha fatto ? Sono mesi che non leggo i commenti del mio socio di bancone Veneto . Dove xeo ciò’ ? Mbriagon , moyghea coe ombre ??? Un caro saluto a taca , ci manchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus