NEL VIDEO: UN ATTACCO RUSSO HA DISTRUTTO 32 OBICI UCRAINI NELLA REGIONE DI SUMY

Un nuovo video dell’UAV da ricognizione russo ha mostrato un altro attacco di precisione russo nella regione delle retrovie ucraine. Decine di obici D-20 trainati di fabbricazione sovietica delle forze armate ucraine sono stati distrutti con un solo colpo.

Un missile russo ha colpito con successo il deposito centrale di armi e munizioni delle forze armate ucraine nella zona della città di Akhtyrka, al confine con la regione di Sumy. L’insediamento si trova a soli 41 km dal distretto russo Grayvoronsky della regione di Belgorod.

Come risultato dell’attacco di precisione, 32 unità di obici D-20 ucraini sono stati distrutte. L’UAV da ricognizione, che stava coordinando l’attacco, ha confermato i danni causati dall’attacco.

Gli UAV da ricognizione russi operano sempre più spesso inosservati nelle aree sotto il controllo delle forze armate ucraine. I droni russi volano più in profondità nelle retrovie ucraine, passando a decine di chilometri dalla linea del fronte. Inoltre, gli UAV non corrono alcuna minaccia quando coordinano gli attacchi di precisione russi, operano sugli obiettivi per un periodo piuttosto lungo prima e dopo gli attacchi senza essere scoperti dall’esercito ucraino. Ciò è confermato dal numero crescente di video-reportage di distruzione riuscita di numerosi obiettivi nelle retrovie ucraine.


Ci sono varie ragioni che potrebbero spiegare la crescente efficacia delle operazioni degli UAV da ricognizione russi. Includono le migliori condizioni meteorologiche dopo l’inverno nuvoloso che facilitano la ricognizione UAV a grande distanza.
Allo stesso tempo, l’esercito russo sta lavorando duramente per migliorare l’efficacia dei vari tipi di UAV in servizio con le Forze Armate, tenendo conto dell’esperienza delle operazioni sui campi di battaglia ucraini. Il motivo principale è l’effettiva e costante distruzione dei mezzi di difesa aerea ucraini sia vicino al fronte che nelle regioni posteriori. Le forze armate ucraine non possono più proteggere nemmeno le strutture strategicamente importanti dagli attacchi dei droni russi, mentre il numero dei sistemi di difesa aerea sovietici e della NATO distrutti nelle regioni devastate dalla guerra è aumentato notevolmente negli ultimi mesi.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

3 commenti su “NEL VIDEO: UN ATTACCO RUSSO HA DISTRUTTO 32 OBICI UCRAINI NELLA REGIONE DI SUMY

  1. Non si preoccupino gli attivissimi russi! Avranno ancora qualche cannone in dotazione agli ukronazi da distruggere, perché, anche se questi oggetti stanno diventando sempre più rari, per i nazi-ukro, l’attivissimo guerrafondaio makron ha deciso di inviare altri autocannoni Caesar con proiettili “intelligenti” (sicuramente più di makron e lecornu, ministro della difesa e nomen omen), togliendoli all’esercito francese, da distruggere in men che non si dica sul campo di battaglia.

    Cari saluti

  2. Intanto giunge notizia dell’ ufficializzazione della conquista di Pervomaiskoe, oggi 10 aprile. Fonte southfront.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM