NEL VIDEO: BANDIERA RUSSA SVENTOLA A TONENKOE, FRONTE AVDEEVKA

La prima brigata slava russa ha piantato la bandiera russa nel centro di Tonenky, avanzando da Avdeevka.

Il 2 marzo è stato pubblicato il filmato dei combattenti russi che hanno issato la bandiera della Federazione Russa a Tonenkoe. La principale linea di difesa ucraina sta cadendo. A Tonenkoe è in corso l’operazione di rastrellamento, che conferma la caduta del fianco meridionale della difesa ucraina.

Le prime notizie sul controllo russo di quasi tutti e tre gli insediamenti lì, compresi Tonenkoe, Orlovka e Berdychi, sono arrivate diversi giorni fa. Nella zona le battaglie sono ancora in corso e le forze armate continuano a resistere, ma l’iniziativa è presa dall’esercito russo e l’imminente caduta dell’intera linea di difesa ucraina a ovest di Avdeevka sembra inevitabile.

Respinto attacco notturno su larga scala: 38 droni nemici distrutti sulla Crimea

I sistemi di difesa aerea hanno distrutto 38 droni ucraini sulla Crimea, ha riferito domenica il Ministero della Difesa russo.

“Stasera è stato fermato il tentativo del regime di Kiev di effettuare un attacco terroristico utilizzando 38 UAV di tipo aereo contro obiettivi sul territorio della Federazione Russa”, si legge nel messaggio.

Di notte Oleg Kryuchkov, consigliere del capo della Crimea per la politica dell’informazione, ha riferito che il traffico sull’autostrada Tavrida nella regione di Feodosia è stato temporaneamente limitato in direzione di Kerch ed è stata organizzata una deviazione. Anche il ponte di Crimea è stato temporaneamente chiuso; il traffico è ripreso due ore dopo.

Come ha osservato il ministro dei trasporti della Repubblica, Nikolai Lukashenko, è stata modificata anche la circolazione degli autobus lungo l’autostrada Tavrida, mentre i treni circolano normalmente.

Ora il trasporto ferroviario in Crimea funziona come al solito e non ci sono difficoltà per raggiungere il ponte di Crimea.

Fonti: South Front – Rusvesna.su

Traduzione: Luciano Lago

9 commenti su “NEL VIDEO: BANDIERA RUSSA SVENTOLA A TONENKOE, FRONTE AVDEEVKA

  1. ho questa impressione… tempo fa si diceva che il tempo giocava a favore della Federazione Russa.. e di fatto sembrava davvero che l’ Esercito Russo si stesse muovendo con molta circospezione, anche troppa… magari per tanti motivi, che, qui, certo, non mi metto a considerare.. uno, fra i tanti, potrebbe essere quello di risparmiare uomini e risorse, visto il grande impegno che l’Occidente Collettivo ha impegnato… lo chiamo Occidente Collettivo, ma sarebbe da definirlo con ben altri epiteti… e di sicuro, per la Federazione Russa questa avventura, che comunque, in cuor mio, sono ancora disposto a giustificare, non è proprio stata una passeggiata… comunque.. ritornando… il tempo quindi giocava a favore della Russia? fino a un certo punto, mi tocca dire.. questa è la mia impressione.. adesso deve sbrigarsi.. il tempo gioca a suo sfavore.. deve darsi una mossa… deve far presto e far bene.. ha comunque un Nemico, che non è propriamente l’ Ucraina… l’Ucraina è un poveraccio di Stato sacrificato… mi fa pena immaginare quanto sangue le è stato imposto di versare… al vero Nemico, invece, non dev’esser dato il tempo di riorganizzarsi… meglio prendersi tutto il possibile, in fretta, e poi “arroccare” (termine scacchistico)…

  2. Credo che dopo due settimane di avanzate e successi ora sia il momento, per le truppe russe, di tirare un po’ il fiato, almeno su alcuni tratti importanti del fronte, e per la logistica militare di ricostituire depositi di armi e munizioni in prossimità del campo di battaglia (dato il grande, presumibile consumo dei giorni precedenti), quindi mi pare di notare, da non esperto(!), qualche rallentamento nelle avanzate, ma è spiegabile sulla base delle normali dinamiche militari.

    I comandi russi sono molto attenti a non “sfiancare” le truppe combattenti e operano normali avvicendamenti dei reparti, quindi riducono al massimo le perdite di uomini e mezzi, anche grazie alle coperture aeree, missilistiche e di artiglieria di cui dispongono, al contrario degli ukronazi mandati letteralmente a morte da zelensky, syrsky e dalla nato.

    Il ponte di Crimea è ancora un obbiettivo ghiotto per ukronazi, usa e angli, un po’ come Hitler che stava perdendo sui campi di battaglia e inviava le V1 e V2 su Londra e su obbiettivi civili (nell’illusione che il nemico ceda, si arrenda a causa delle “wunderwaffen”), sprecando le armi avanzate che aveva anziché cercare di utilizzarle per obbiettivi militari …

    Cari saluti

    Cari saluti

  3. Rimane solo l’ enclave di Chasiv Yar, assediato ormai e sotto tiro d’ aviazione ed artiglieria! Slava Rossi!

  4. Cara REDAZIONE e cari amici del sito, tranquilli, ora arrivano i nostri a togliere le bandiere dei malvagi russi dal Donbass, grazie all’accordo bilaterale, addirittura di durata DECENNALE, firmato dalla nostra presidente sovranista con il regime di zelensky … ! Evidentemente gli esperti della Farnesina, il nostro stato maggiore, e i consiglieri militari del governo sono in pieno delirio, se pensano che tra 10 anni il regime ucro-nato ed il comico saranno ancora al potere ! E cosi si spiega il bacio sulla fronte alla “premier sovranista” da parte di Biden ! Vi assicuro che la lettura dei dettagli dell’accordo vi farà saltare dalla sedia ! https://byebyeunclesam.wordpress.com/2024/03/02/laccordo-bilaterale-italia-ucraina/

    1. Quell’accordo che è deleterio per l’Italia – oggi più che mai costretta dalla parte sbagliata della storia – è semplicemente una manifestazione di servilismo, nei confronti degli usa guerrafondai governati dagli ebrei, di un governicchio imbroglione, vigliacco e collaborazionista, che mostra il suo zelo nei confronti del padrone a nostro totale discapito …

      Per favore, si eviti di chiamare la merdoni, sguattera degli atlantisti e degli ebrei, sovranista! Anche se è un’amara ironia, come presumo, non dimentichiamoci che rischiamo una situazione drammatica, a causa dei collaborazionisti come la suddetta.

      Cari saluti

  5. Il tempo gioca solo a favore della Russia. Fin dall’ inizio di questa guerra. L’ unico appunto da poter, virtualmente, fare a quel geniaccio dello Zar è che se la produzione e l’ esercito fossero stati pronti prima, l’ OMspeciale era da avviare prima. Io avrei approfittato della finta pandemia covid. Cioè mentre i malsani padroni sionisti della UE erano intenti a segregare in casa, e ricattare con lasciapassare lavorativo sanitario, la popolazione per inocularsi sieri sperimentali sulla carta antinfluenzali. Per il resto gestisce, Putin, vantaggio e risorse in modo sopraffino. Il pensare d’ inviare truppe a Kiev, come fanno i vassalli UE Macrominorati, tanto da creare forse una cintura intorno a Kiev ed a Leopoli ad esempio, è una follia insensata. Vero che permetterebbe di liberare qualche battaglione che difende da un invasione da Nord. Ma non fermerebbe la Russia, ne i disordini interni conseguenti ad una tale mossa, né (forse in questo sperano) la garanzia che intervengano i Capitan America a salvarli. Una specie di suicidio assistito. Stessa storia per Italia e Germania. Gl’ unici che potrebbero arrivare a tanto sono gl’ Inglesi, ma non credo vi siano vere garanzie di copertura, neanche per loro. L ‘ america bugiarda ed infingarda, spesso nella storia dei recenti conflitti armati, ha abbandonato e tradito tanti paesi. Su di uno l’ esempio con gl’ Italiani nella kfor in Bosnia, di cui facevo parte come servizio di leva obbligato quale tiratore scelto, neanche si degnarono d’ avvertire i nostri comandi che usavano proiettili all’ uranio. Centinaia di miei commilitoni, forse migliaia, morirono per tumori scatenati da esposizione a radiazioni. Tutti vent’ enni, storia nostrana insabbiata dal media. Anni 90 scorso secolo, solo quello a politici sensato doveva fare capire che gl’ ipocriti Usa non sono altro che orchi sionisti dominatori.

  6. La Russia non può e non deve perdere, la sua vittoria deve far tremare il mondo come non mai, la vittoria della Russia sarà anche la vittoria di tutti gli uomini giusti del pianeta. Slava Russia !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM