Nel Mar Rosso, le forze della coalizione occidentale si sparano tra di loro

Una fregata tedesca nel Mar Rosso ha sparato due volte ed ha mancato un drone USA, Mq-9, dal costo di vari milioni di dollari.

In un rapporto intitolato “Imbarazzo per la nostra marina nel Mar Rosso”, pubblicato il 28 febbraio, il tabloid tedesco Bild ha affermato che i sistemi radar della fregata hanno erroneamente identificato come ostile un MQ-9 che volava sopra di essa. Di conseguenza, il 26 febbraio la nave da guerra ha lanciato contro di quello due missili intercettori SM-2 di fabbricazione americana.

I missili non sono riusciti a raggiungere l’obiettivo per motivi tecnici, cadendo invece in mare senza raggiungere l’obiettivo.

Secondo il rapporto, l’incidente ha dimostrato lo stato parzialmente disastroso dell’esercito tedesco sotto il ministro della Difesa Boris Pistorius.

Michael Stempfle, portavoce del Ministero della Difesa tedesco, ha affermato che quando il drone è stato preso di mira e colpito da colpi di arma da fuoco, non è stato immediatamente chiaro a quale paese appartenesse o se fosse associato a qualcuno dei paesi alleati.

In seguito all’iniziale incertezza sull’origine o sull’affiliazione del drone, gli Hessen hanno tentato di abbattere il drone. La fregata tuttavia non ha avuto successo nel suo intento.

“La situazione si è risolta da sola nel senso che non si trattava di un drone ostile, come è stato accertato solo in seguito”, ha detto Stempfle.

Stempfle ha sottolineato che prima dell’incidente gli Hessen avevano comunicato con tutte le nazioni alleate per informarsi sulla presenza dei loro droni nell’area operativa. Tuttavia, nessuna delle nazioni alleate ha riferito di avere i propri droni in quella zona in quel momento.

Fregata tedesca

La Hessen è arrivata nel Mar Rosso lo scorso fine settimana come parte di una missione dell’Unione Europea per aiutare gli Stati Uniti a contrastare gli Houthi (Ansar Allah), che hanno preso di mira le navi affiliate a Israele provenienti dal mar Rosso in risposta alla guerra nella Striscia di Gaza.

Il 28 febbraio, secondo il Ministero della Difesa tedesco, la fregata aveva abbattuto con successo due droni Houthi nell’arco di 15 minuti.

La carenza e i problemi di manutenzione hanno a lungo turbato l’esercito tedesco. L’imbarazzante incidente del fuoco amico nel Mar Rosso dimostra che anche le truppe tedesche mancano sia di un adeguato addestramento che di esperienza di combattimento.

Nonostante questi seri problemi, il governo tedesco sembra essere più interessato a combattere per gli Stati Uniti e Israele in Medio Oriente, nonché a fornire sostegno militare all’Ucraina contro la Russia.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

5 commenti su “Nel Mar Rosso, le forze della coalizione occidentale si sparano tra di loro

  1. C.V.D. Con il “debito” – la USURA – che prosciuga le ricchezze prodotte dal Popolo, restano pochi soldi, anche per le guerre !!!!!!!!!!!!!! Ha ha ha ha ha !!!!!!!! Il Sistema usuraio occidentale, essendo contrario al progresso e al benessere, crolla, si contorce su sé stesso. Come succede nella Storia. Gli inutili, i superflui, i negativi delle “élite” e lecchini vengono eliminati e si passa ad una altro sistema economico e politico.
    NB Ma con difese antiquate delle navi da guerra occidentali esse sono vulnerabili agli attacchi di missili e droni sofisticati Yemeniti. Auguri.

  2. Peccato che i crucchi ascari degli usa non abbiano distrutto il drone usa, per la precisione il General Atomics MQ-9 Reaper, da osservazione e attacco, del modico costo di oltre 10 milioni di dollari … Sarebbe stato interessante e divertente assistere alle reazioni, alle smentite e alle controsmentite.

    Cari saluti

  3. Immagino quanto saranno terrorizzati a Sanaa per la presenza della “coalizione” navale occidentale, dopo la patetica figuraccia degli Usa e dei loro patetici compari !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM