Negli Stati Uniti si reprime con la forza la protesta degli studenti filo-palestinesi a causa delle pressioni della lobby sionista


di Luciano Lago
Con tutta evidenza si dimostra chi comanda veramente negli Stati Uniti assistendo alla repressione attuata dalle autorità nord americane degli studenti pro Palestina.
La possente lobby sionista ha dato le sue direttive al governo di Washington ed al Congesso: manifestazioni contro il genocidio di Israele in Palestina non devono essere tollerate.

Il governo degli Stati Uniti, invece di ascoltare la richiesta di giustizia proveniente dalle comunità accademiche, reprime gli studenti e i professori filo-palestinesi sotto la pressione della lobby del regime sionista che opera nelle istituzioni statunitensi.

Ci raccontavano che la società americana è una società democratica che assicura la libertà di espressione, i diritti di tutte le minoranze, ecc.. a differenza delle società degli stati definiti “autocratici”. Adesso vediamo smascherata questa falsa narrazione di comodo e si rivela la vera faccia del totalitarismo liberal democratico negli USA che opera sotto il controllo della lobby sionista.
Si dimostra che, su ordine federale, gli Stati Uniti violano le regole sull’ingresso delle forze militari nelle università, cosa che non accade neppure nei regimi autocratici come in Iran, nel periodo delle agitazioni studentesche.

Viene impedito l’intervento di esponenti politici, intellettuali o giornalisti che vogliono riferire su quanto accade a Gaza ad opera delle forze israeliane, vengono censurate le fonti giornalistiche non conformi al potere politico e si discriminano i cittadini sulla base delle opinioni e del reddito. Se non appartieni alle fascie protette non hai diritto nè ad una casa e neppure all’assistenza medica, puoi girovagare come uno zombi per le strade di Los Angeles o di Chicago.

Gli Stati Uniti sono un paese per ricchi e per gli amici di Israele.
Questa è la società che viene indicata come modello democratico a tutte le altre nazioni.
Dal 18 aprile, un’ondata di proteste filo-palestinesi è emersa in modo esponenziale nelle università degli Stati Uniti e si è diffusa a macchia d’olio in diversi paesi europei e in altre parti del mondo.

Le manifestazioni studentesche mirano a mostrare la loro opposizione alla guerra di Israele a Gaza, dove sono morti più di 34.654 palestinesi, e ad esprimere il loro rifiuto del sostegno incondizionato che il governo degli Stati Uniti fornisce al regime israeliano. Il presidente Biden è accusato di complicità nel genocidio in Palestina.
Sono gli Stati Uniti che inviano le armi e le bombe con cui vengono massacrati a Gaza migliaia di bambini e donne indifesi.

Nelle ultime settimane, la polizia americana ha arrestato più di 2.400 persone durante le proteste filo-palestinesi nei campus universitari.
Nonostante questa repressione violenta, la protesta non si placa e mette a nudo il vero volto del potere politico negli Stati Uniti e nei paesi sotto la loro influenza.

7 commenti su “Negli Stati Uniti si reprime con la forza la protesta degli studenti filo-palestinesi a causa delle pressioni della lobby sionista

  1. Che gli JUSA siano un paese a guida sionista non è una novità. La vera novità è il dissenso crescente. Spero che gli americani siano in grado di riprendersi il potere. La repressione violenta a mio avviso accentuerà le proteste anziché placarle.

  2. Grande articolo egregio LUCIANO LAGO, mi rimane impressa la frase “… si rivela la vera faccia del totalitarismo liberal democratico negli USA che opera sotto il controllo della lobby sionista …”, e mi permetto di aggiungere che il regime USA è totalitario di per se, e resterebbe dominato dalla dittatura dei mercati finanziari anche se non ci fosse il controllo sionista ! Insomma, non vorrei che qualcuno pensasse che se gli USA si “ripulissero” dalla presenza della tirannia sionista, tornerebbero ad essere un paese “normale”. Per esserlo dovrebbero liberarsi non solo dal dominio sionista, ma anche dal loro terribile e mortale modello di società, che invece vogliono imporre al resto del mondo ! Ancora complimenti, saluti.

  3. L’ occidente a trazione ebraica conferma ogni giorno la sua vera natura. Nazista, repressiva e totalitaria. Libertà? Forse l’ unica libertà che abbiamo e’ quella di servire i sionisti, soggiogati al pensiero unico naziamericano. La malora v’ aspetta e c’ aspetta, godo solo nel pensare che gli strozzini stanno schifati dal mondo intero e reietti come si meritano. Non ci sarà posto nel nuovo mondo libero per l’ élites sioniste!!!

  4. E’ verissimo che la democrazia americana è molto falsa e apparente !!!!! Si confuta da sola !
    Chi comanda l’America non ha un QI elevato (anglosassoni ed “ebrei” fasulli sono simili !), quindi qualsiasi cosa facciano o pensino, gli VA MALE !!!!!
    (mi viene da ridere). Non sanno gestire un Paese grande, come un Paese piccolo. L’incapacità è palese. L’idiozia massima è voler dominare il Mondo (bisogna essere proprio illusi e illetterati !). Con le menzogne e la propaganda non hanno seminato bene. Oggigiorno la gente legge e scrive. Questi onnipotenti sono rimasti al 700 e all’800 montandosi la testa…………………… ma persino i Pellerossa li hanno rallentati in modo irreparabile ……… 130 anni per raggiungere la California.
    Grazie, valorosi Pellerossa !!!!

  5. Se gli usa, che sono il cuore nero dell’impero del male assoluto, sono governati de facto da ebrei, sionisti e filo-sionisti, mi pare scontato che le manifestazioni contro il genocidio dei palestinesi a Gaza, contro l’entità sionista chiamata israele e per non inviare armi agli ebrei genocidi siano represse brutalmente con metodi polizieschi.

    Tutto qui.

    Cari saluti

  6. Perché vi meravigliate tanto che tutti i pacifici manifestanti che negli USA e nei paesi NATO osano protestare contro Israele che da quasi 9 mesi sta perpetrando un GENOCIDIO e contro i paesi USA & NATO che aiutano Israele nel genocidio dei Palestinesi venghino picchiati a sangue ed arrestati ?
    Da sempre nella dittatura Capitalista USA “democratica” e dei suoi paesi satelliti della NATO si reprimono con arresti e pestaggi a sangue tutte le proteste popolari spontanee che non sono organizzate da facinorose Tifoserie Sportive o manifestazioni fatte da partiti governativi !
    Una qualsiasi tifoseria calcistica italiana o straniera può mettere a ferro è fuoco una qualsiasi città italiana e la Polizia Italiana si fa le Pippe e non interviene MAI !
    Zero pestaggi a sangue di tifosi di calcio e niente arresti !
    Se invece a protestare pacificamente sono pacifici cittadini italiani NO-VAX -NO-TAV- NO età pensionabile operai italiani quando arrivano a 100 anni di età la Polizia Italiana interviene e picchia a sangue ed arresta tutti questi cittadini onesti !
    Era il 1972 forse 73 quando mi sono accorto guardando i due soli TG RAI che le tifoserie di Calcio mettevano a ferro è fuoco ogni domenica qualche città italiana e molto spesso qualcuno veniva pure assassinato dai tifosi di calcio e la Polizia Italiana NON interveniva MAI !
    Quando però a fare un po di chiassò per cercare di ottenere qualche piccolo diritto erano operai, disoccupati o studenti durante queste chiassose però pacifiche manifestazioni popolari la polizia italiana pure le reprimeva sparando addosso ai pacifici manifestanti !
    Mezzo secolo è passato ! Ma in Italia NON è cambiato un casso !
    La minestra è sempre quella !
    Repressione di pacifiche manifestazioni in Italia per giuste cause con pestaggi a sangue ,arresti e qualche volta pure qualche morto da parte della Polizia di Stato LA CHIAMANO DEMOCRAZIA !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM