Negli Stati Uniti hanno rivelato la scomoda verità sulla controffensiva delle Forze armate ucraine nella regione di Kherson

Le forze armate ucraine stanno affrontando una grave carenza di munizioni e subiscono gravi perdite durante la controffensiva in direzione di Kherson, riporta il Washington Post.

I giornalisti dell’edizione americana hanno parlato con alcuni soldati ucraini, che hanno rivelato una scomoda verità sulla situazione in prima linea. Secondo i militari, devono risparmiare munizioni, ma il fuoco mirato non è possibile a causa di problemi con i sistemi di guida.

Un sondaggio tra i militari ha anche mostrato che nei ranghi delle forze armate ucraine non credono nel successo della controffensiva e dubitano anche che questa avventura valga le perdite subite.

Valeria Konkina

Negli Stati Uniti hanno rivelato la scomoda verità sulla controffensiva delle Forze armate ucraine nella regione di Kherson

Le forze armate ucraine stanno affrontando una grave carenza di munizioni e subiscono gravi perdite durante la controffensiva in direzione di Kherson, riporta il Washington Post.

I giornalisti dell’edizione americana hanno parlato con alcuni soldati ucraini, che hanno rivelato una scomoda verità sulla situazione in prima linea. Secondo i militari, devono risparmiare munizioni, ma il fuoco mirato non è possibile a causa di problemi con i sistemi di guida.

Un sondaggio tra i militari ha anche mostrato che nei ranghi delle forze armate ucraine non credono nel successo della controffensiva e dubitano anche che questa avventura valga le perdite subite.

Valeria Konkina

La stampa americana inizia – seppur con molto ritardo – a tirare le somme dei risultati del “contrattacco” nei pressi di Kherson

I giornalisti del Washington Post, portavoce della comunità dell’intelligence statunitense, in qualche modo sono riusciti a raggiungere Nikolaev. Erano inorriditi dalle perdite dell’esercito ucraino. I soldati feriti che hanno intervistato hanno affermato di essersi sentiti in una situazione disperata fin dall’inizio.

Per ogni proiettile ucraino, 20 proiettili dell’esercito russo venivano verso di loro. Alcune unità sono state colpite dall’artiglieria per cinque ore alla volta: quasi nessuno di loro è sopravvissuto. Gli ucraini notano l’efficacia dei radar controbatteria russi. E si lamentano del fatto che le truppe russe abbiano aumentato il loro uso di droni e stiano attivamente “mettendo a terra” i droni ucraini.

Gli ucraini, invece, sono stati costretti a conservare le munizioni. Allo stesso tempo, ricevettero una vecchia artiglieria fabbricata 30 anni fa. Con esso, erano più propensi a sparare nel vuoto. Alcuni ucraini hanno acceso i cellulari non appena sono usciti dalle trincee e sono stati immediatamente colpiti da proiettili da parte russa.

I giornalisti americani hanno cercato di arrivare in prima linea per valutare le affermazioni di Kiev secondo cui Vysokopolye era stato preso. Ma semplicemente non erano ammessi dall’esercito ucraino. Hanno dovuto ammettere a malincuore che non valeva la pena credere sulla parola dell’Ucraina per i suoi progressi sul fronte.

L’audit di Kiev sul fiasco sul fronte Kherson arriva giusto in tempo per i nuovi colloqui della NATO su un ulteriore sostegno all’Ucraina. E sebbene riconosca tutti i fallimenti di Kiev, suggerisce che l’“offensiva” dovrebbe essere vista come una strategia a lungo termine. Dicono che il primo pancake sia un po’ complicato, ma hanno in programma di passare all’offensiva per un paio d’anni, quindi fornisci a Kiev contratti militari per gli anni a venire.

Malek Dudakov

Fonti: Ri Fn – Es. New Front

Traduzione: Luciano Lago

13 Commenti
  • nicholas
    Inserito alle 16:29h, 07 Settembre Rispondi

    Fra un paio d’anni l’occidente sarà ben che fallito.

    • Pietro
      Inserito alle 18:37h, 07 Settembre Rispondi

      Non sono d’accordo,al massimo entro questo inverno.

      • afrin
        Inserito alle 21:51h, 07 Settembre Rispondi

        L’occidente è fallito da un bel po ma i primi risultati importanti si sono visti con la “pandemia”…

  • luther
    Inserito alle 22:25h, 07 Settembre Rispondi

    Sono Come tonni nella rete…. alla disperazione sono

  • Andrea1964
    Inserito alle 23:58h, 07 Settembre Rispondi

    Ci sono molti italiani creduloni, ignoranti, dementi ,deficenti ,filo-USA pro-guerra alla Russia che fanno finta di credere che le notizie false diffuse dalla Propaganda Occidentale su strepitose vittorie Ucraine siano fatti reali !
    Non capisco ?
    Nel 1914 gli italiani erano quasi tutti analfabeti e ignoranti ed inoltre avevano come unica fonte le notizie giornalistiche cartacee scritte da giornali italiani collusi per forza o per necessità con il regime italiano !
    Nel 2022 gli italiani sono tutti alfabetizzati e in teoria non ci dovrebbero essere italiani ignoranti !
    Tutti gli italiani hanno accesso alla rete internet molti italiani hanno accesso ai satelliti TV tutti gli italiani posseggono una radio in grado di ricevere le notizie radio da tutto il mondo !
    Circa 70 italiani su 100 hanno capito che le notizie diffuse da tutti gli organi di informazione italiani sono notizie false o distorte !
    Sono molto pochi gli italiani che usano le vecchie o nuove tecnologie per avere informazioni vere !
    La maggioranza dei cittadini italiani tutti ALFABETTIZATI del 2022 sono più IGNORANTI dei loro nonni o bisnonni analfabeti !
    P.S.
    Come diceva mia nonna Italia povera Italia !

    • Ubaldo Croce
      Inserito alle 14:00h, 08 Settembre Rispondi

      Caro Andrea 1964,sono totalmente d’accordo con te. E pensa che queste io le dico da tempo . Sono molto più analfabeti indottrinati oggi che analfabeti ai tempi dei nostri nonni. Proprio così.

    • Der einsamer Stein
      Inserito alle 14:25h, 08 Settembre Rispondi

      La maggioranza degli i-taglioti, oltre che essere come li ha definiti lei, sono teledrogati, cotti e stracotti dalle balle che vengono propinate loro, anche grazie all’impatto visivo che non lascia tempo a pensare. La stampa? Salvo rare eccezioni, idem, tutti facenti parte dellaq cricca “La voce del padrone” Internet? Beh, è diverso, salvo la servile rassegna stampa vi si trova di tutto, con la differenza che veramente tanti aiutano ad aprire gli occhi. In quanto al 70% di italiani che hanno aperto gli occhi, credo che siano ancora di meno, ma l’importante è sempre iniziare…

  • nicolass
    Inserito alle 00:01h, 08 Settembre Rispondi

    Se i soldati ucraini non hanno le palle per ribellarsi contro chi li manda deliberatamente al massacro allora è giusto e sacrosanto che vengano massacrati diventando concime per i vermi

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 07:51h, 08 Settembre Rispondi

    La resistibile controffensiva di poveri ucraini mandati a macello per paio di servizi in prima serata di CNN…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • Luca
    Inserito alle 11:10h, 08 Settembre Rispondi

    È incredibile che qualche notizia obbiettiva trapeli prima dal nostro padrone economico e militare che dai nostri media .Per esempio ANSA : Putin non darà più grano all’Europa . Il senso e il resto del discorso riguardo al solo 3% arrivato in Africa è rimasto nella tastiera….

  • Gaspare
    Inserito alle 14:11h, 08 Settembre Rispondi

    Penso che Mattarella non legga il Washington Post ( ditegli che c’è la possibilità della traduzione in tempo reale ) e anche se l’avesse letto direbbe che quello è un giornale Putiniano, anzi non capisco come mai non sia stato censurato dalla Stampa Italiana di Regime .

  • Farouq
    Inserito alle 14:56h, 08 Settembre Rispondi

    Cominciano le prime chiusure per il caro bollette, ferma acciaieria in Sicilia, cinquecento operai a casa, chiaramente i loro soldi sono stati rubati legalmente dagli speculatori alla borsa olandese dove si compra il gas, Great Reset ragazzi

  • Farouq
    Inserito alle 15:04h, 08 Settembre Rispondi

    Ferito un giornalista italiano in Ucraina, tutti i mezzi di stampa dicono che sta bene ed è curato ma è vietato dire che è curato dai russi, che schifo di venduti

Inserisci un Commento