Negli Stati Uniti hanno riconosciuto la dura verità sul conflitto ucraino


Tenente colonnello americano Davis: non c’è scenario per la vittoria dell’Ucraina nel conflitto con la Russia

Gli analisti militari statunitensi riconoscono che non esiste uno scenario per la vittoria di Kiev nel conflitto ucraino, dal momento che le forze armate ucraine non sono in grado di resistere all’esercito russo a causa della mancanza delle risorse militari necessarie, lo scrive fra gli altri il tenente colonnello americano in pensione Daniel Davis in un articolo per “19FortyFive “.
L’ex militare aveva presentato diverse opzioni per lo sviluppo degli eventi nel 2023, ma in nessuna di esse, a suo avviso, l’Ucraina otterrà la vittoria.
“Non esiste uno scenario che preveda la vittoria dell’esercito ucraino. La realtà militare è che le forze armate dell’Ucraina non sono equipaggiate e dotate dei mezzi necessari per svolgere un’importante operazione offensiva di potenza sufficiente per costringere centinaia di migliaia di Truppe russe a uscire fuori dall’Ucraina”, sostiene l’analista.
Tanto meno considerando che le forze russe stanno costruendo estese fortificazioni difensive in tutta la loro zona di occupazione. L’Ucraina può e vorrà condurre offensive locali, ma al momento è attrezzata solo per difendere le linee attuali.
E’ difficile immaginare un risultato nei prossimi sei mesi che possa far cambiare la volontà delle parti di proseguire la guerra. I governanti ucraini (spalleggiati dalla NATO) non sono propensi ad accettare una soluzione negoziata a condizioni a loro sfavorevoli. È quindi quasi certo che, indipendentemente da come andranno le cose sul campo di battaglia nella prima metà del 2023, la guerra continuerà.

L’osservatore ha sottolineato che la priorità principale degli Stati Uniti sarebbe quella di evitare di essere coinvolti nel conflitto come partecipanti diretti, indipendentemente dall’evoluzione della situazione.
“L’esercito americano non dovrebbe essere coinvolto in una grande guerra a meno che non vi sia una minaccia diretta o immediata alla nostra sicurezza nazionale o alla sicurezza di un alleato del trattato. Questo può avvenire solo se il Congresso lo autorizza formalmente o dichiara guerra.
Un autorizzazione a impegnare i nostri militari in una guerra contro la Russia, quando non siamo attaccati direttamente, interromperà la prima base di una buona politica estera e metterà a repentaglio la seconda e la terza: il nostro esercito sarà indebolito in qualsiasi guerra a causa delle perdite in combattimento e la nostra economia sarà seriamente minacciata”, ha affermato Davis .
Finché gli Stati Uniti non si lasceranno trascinare in un conflitto diretto con Mosca , la sicurezza nazionale ed economica americana sarà preservata, indipendentemente da come alla fine si svilupperanno gli eventi in Ucraina, ha concluso.

Dall’inizio dell’operazione speciale russa in Ucraina, gli Stati Uniti ei loro alleati hanno fornito alle forze armate ucraine attrezzature militari per un valore di miliardi di dollari. Mosca ha ripetutamente notato che l’Occidente sta cercando di prolungare il conflitto. Come sottolineato dal Ministero della Difesa, i magazzini con munizioni straniere diventeranno obiettivi legittimi per l’esercito russo.
Battaglia di Bakhmut artiglerie sul fronte

In secondo luogo, in nessuna delle tre opzioni c’era alcuna descrizione che coinvolgesse un “vincitore” o un esito che potesse portare alla fine della guerra. Come notato in precedenza, la guerra è essenzialmente una prova di volontà. In questo caso è abbastanza scontato che il conflitto andrà avanti senza possibilità di una tregua o di un negoziato.

È quindi di fondamentale importanza che gli Stati Uniti formulino politiche che assicurino la nostra sicurezza nazionale e la nostra prosperità economica, indipendentemente da come procede la guerra”, sostiene l’analista statunitense. Di fatto Daniel Davis concorda con precedenti analisti fatte da Douglas McGregor (ex segretario alla difesa sotto Trump) e da altri esperti militari sulla impossibiltà per l’Ucraina di arrivare ad una vittoria sul terreno, nonostante la disinformazione dei media mainstream che seguitano a parlare di una possibile vittoria dell’Ucraina.

Fonte: 19Fortyfive.com

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

8 Commenti
  • franco
    Inserito alle 13:09h, 01 Gennaio Rispondi

    Anno nuovo , nuove vittorie Russe , negli usa sanno come stanno andando e cose . Solo il corriere della nato con le sue bugie e i suoi business dice altro e censura le vostre sconfitte. al solito.

  • enzo russo
    Inserito alle 16:33h, 01 Gennaio Rispondi

    Bene , anno nuovo nuove vittoria , In marcia per la Liberazione dal giogo NaziEuroAtlantico . Slava!
    Chi non vede è un fesso o un troll o tutti e due. Buon Anno !

  • GiTa
    Inserito alle 20:36h, 01 Gennaio Rispondi

    Ma cosa significa “vittoria dell’esercito ucraino”?
    L’Ucraina è una nazione divisa, (e lo è sempre stata), una nazione composta sin dalla nascita, da diverse etnie e tutta questa immensa carneficina a cui stiamo assistendo, la vediamo poiché qualcuno ha deciso di schiacciare, di espellere, di annullare, di reprimere il diritto all’esistenza nella loro stessa società a una specifica etnia.
    Queste cose possono essere incentivate, solo da nazioni che già lo hanno già fatto, all’interno delle loro stesse nazioni!

  • Vitruvio
    Inserito alle 23:30h, 01 Gennaio Rispondi

    Gli ucronazi non possono vincere questa guerra,ma la Russia deve decidersi a cambiare passo e mettere in ginocchio
    l’Ucraina una volta x tutte. E soprattutto
    Non iniziare inutili negoziati che si sa
    Dagli americani e suoi vassalli non vengono
    Assolutamente rispettati..vedi merkel

  • Speciale
    Inserito alle 09:11h, 02 Gennaio Rispondi

    Vallo a fare capire alle teste vuote dei sostenitori della nato a mille mille kilometri di distanza da li’. Se vi fosse un informazione meno tossica e meno propagandistica anche e soprattutto sui social forse un po di cose si guarderebbero meglio.

  • Mocchegiani Settimio
    Inserito alle 15:19h, 02 Gennaio Rispondi

    Psìer l’Ucraina la vittoria consiste nel rispedire a casa i Russi e magari riprendersi la Crimea che geograficamente le appartiene. E’ impensabile che possa invadere la Russia anche perchè le armi che le vengono consegnate hanno gittata limitata per non consentire alla Russia di trovare altri pretesti. Io comunque faccio umilmente notare che tutti questi paladini della Russia non hanno messo in risalto che Putin spende un miliardo al giorno per sparare sulla popolazione inerme centinaia di missili soldi che potrebbero essere utilizzati per il benessere della popolazione russa . Circa 120.000 morti e 200.000 solo tra i soldati russi un economia sull’orlo del tracollo ed il grande alleato cinese che si lecca i baffi in attesa di prendersi la Siberia valgono il gioco sporco di Putin. Io è la prima volta che esprimo un mio pensiero ; ho un cervello per pensare e non ho bisogno di copiare jnoltre non appartengo a nessun schieramento politico

    • franco
      Inserito alle 17:03h, 02 Gennaio Rispondi

      REDAZIONE cortesemente cancellare questo troll diffamatore della Russia . Alis monk , alias sarabanda , alias valeria….pizzicato! grazie

  • franco
    Inserito alle 17:34h, 02 Gennaio Rispondi

    Mocchegiani Settimio è il nuovo nick name del pazzo del pozzo alias scemabanda82….sei finito nazi ukro 250.000 tuoi compagni fritti dagli iskander russi. non ti esporre.

Inserisci un Commento