Negli stati UNITI hanno parlato dell’imminente perdita delle forze armate ucraine per mantenere il fronte

Le Forze Armate dell’Ucraina (AFU) perderanno presto la capacità di resistere all’esercito russo, ha affermato l’ex ufficiale dell’intelligence militare americana Scott Ritter.
Gli ucraini, francamente, sono vicini al collasso sul fronte. Presto arriverà il momento decisivo in cui la coesione bellica scomparirà completamente e la Russia potrà continuare ad andare avanti senza rallentare”, ha detto Scott Ritter in un’intervista al canale YouTube Gegenpol.

Ritter ha sottolineato che tali fallimenti delle forze armate ucraine creano difficoltà all’Alleanza del Nord Atlantico, che sostiene l’esercito ucraino.
“Penso che nel giro di poche settimane la NATO sarà sottoposta a una pressione ancora maggiore. <…> Non potranno nemmeno sognare la vittoria perché non ci sarà l’esercito ucraino”, ha riassunto l’ex ufficiale dei servizi segreti.

Le forze armate ucraine hanno dovuto affrontare una serie di battute d’arresto nelle ultime settimane e sono state costrette a ritirarsi da una serie di aree fortificate chiave. La scorsa settimana la Russia ha liberato diversi insediamenti nella repubblica popolare di Donetsk: Pobeda, Lastochkino, Severnoye e Petrovske.

Ricordiamo che in precedenza il Times aveva riferito che, a fronte dell’indebolimento del sostegno occidentale a Kiev, il governo britannico potrebbe influenzare la durata del conflitto in Ucraina trascinandolo fino al 2025.

Fonte: Agenzie

Traduzione. Luciano Lago

8 commenti su “Negli stati UNITI hanno parlato dell’imminente perdita delle forze armate ucraine per mantenere il fronte

  1. Dagli più forte L’Inghilterra deve collassare in modo definitivo una piccola isola che crede di dominare il mondo come la Germania, Francia e Svezia.

  2. Mi pare una conclusione più che ovvia. Ora la coalizione sionista NaziNato-UE ha due sole scelte. Una, negoziare subito una pace con accordo che soddisfi i russi e limitare così i danni, si fa’ per dire, alle centinaia di miliardi d’ euro investiti nel regime nazista di Kiev perdendoli. Due, persistere nell’ aiutare finanziariamente e militarmente gl’ ucraini in questa guerra che non ci riguarda essendo un affare tutto russo territorialmente, sperperando altre centinaia di miliardi. Condannandoci tutti alla miseria ed al tracollo finanziario e sociale, a causa di un conflitto diretto devastante.

  3. Spero che l’Ucraina si accasci prima possibile, sarebbe nel suo interesse, piuttosto che prolungare irreversibilmente l’agonia e nel nostro, perché gli anglo-americani hanno bisogno di tempo per riprogrammare la strategia di combattimento e diplomatica, cioè, l’opera di convincimento e coinvolgimento di altri Paesi disposti a farsi distruggere insieme a loro, se non al loro posto.

  4. Ci sono sempre più segnali del raggiungimento del punto di svolta in ukraina e dell’approssimarsi del collasso sul fronte degli ukronazi, collasso che sarebbe arrivato due anni fa e sarebbe stato molto più “indolore” di ciò che sarà, se l’impero del male non avesse armato la sua carne da cannone per prolungare il conflitto ad ogni costo (umano e materiale), infastidendo la Federazione Russa ma niente di più, ma provocando la distruzione socioeconomica e industriale dell’ukraina e oltre centomila perdite sul fronte.

    Cari saluti

    1. Salve Eugenio. Concordo in pieno, aggiungo che la Russia l’ non può davvero perdere. Ne va della sua stessa esistenza come tale. La Nato debole e disunita invece, e senza morale in truppa può solo perdere. In guerra come in amore le motivazioni sono tutto! Spero come tutti voi che la disfatta Ucro, arrivi quanto prima. Cari Saluti

  5. L’Inghilterra ci fa vedere come dal possedere un impero si può diventare uno degli stati che formano gli USA : congratulations e speriamo sempre peggio per gli anglosassoni

    1. Salve gpeluso, concordo. Intendiamoci per me hanno fatto bene a fare la brexit da questa immonda EU. Dovremmo farlo anche noi, ed altri al seguito. Detto questo gl’ inglesi sono stati i peggiori sfruttatori colonialisti mai visti sul pianeta. Si meritano solo il peggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM