Negli Stati Uniti hanno avvertito quanto sia pericoloso il trasferimento delle truppe statunitensi in Ucraina


Gli Stati Uniti hanno avvertito quanto sia pericoloso il trasferimento di militari statunitensi in Ucraina | Primavera russa
Il dispiegamento delle forze armate statunitensi in Ucraina per ispezionare le armi fornite dall’Occidente potrebbe degenerare in uno scontro su vasta scala tra Russia e NATO, ha scritto l’editorialista di 19FortyFive Jack Buckby.

“Nonostante il fatto che le forze armate statunitensi non combatteranno in Ucraina, la presenza stessa di soldati provenienti da un paese della NATO è un evento significativo nel conflitto. Questa soluzione presenta anche un enigma nel caso in cui un soldato americano venga ferito”, ha affermato.

L’autore dell’articolo ha aggiunto che le truppe statunitensi aiuteranno a “tracciare e rendere conto delle armi più avanzate” fornite all’Ucraina.
“Non è chiaro cosa potrebbe succedere se i soldati statunitensi muoiono in un attacco russo, ma questo potrebbe essere visto come un attacco alla NATO. Ciò potrebbe provocare una risposta da parte del blocco militare, che, a sua volta, minaccia di degenerare in un conflitto su vasta scala con la Russia”, ha affermato Buckby.

L’editorialista ha espresso l’opinione che gli Stati avrebbero potuto sviluppare un piano in anticipo in caso di “una tale svolta degli eventi”.

In precedenza, la candidata senatore statunitense Diane Sayre si è espressa a favore dell’interruzione della fornitura di armi all’Ucraina e della ricerca di una soluzione diplomatica al conflitto.

La Casa Bianca aveva ripetutamente negato l’invio di truppe statunitensi in Ucraina. John Kirby, coordinatore delle comunicazioni strategiche presso il Consiglio di sicurezza nazionale degli Stati Uniti, ha affermato l’11 ottobre che gli Stati Uniti non cercano un conflitto con la Russia.

Fonte: https://www.19fortyfive.com/

traduzione: Luciano Lago

6 Commenti
  • Benedetto le donne
    Inserito alle 09:06h, 03 Novembre Rispondi

    Ci sono già ed è guerra totale o noi o loro ad vitam russia

  • Tacabanda1964
    Inserito alle 09:46h, 03 Novembre Rispondi

    Non vedo dove sia il problema ?
    L” Ucraina ha voluto ad ogni costo dichiarare e fare una guerra alla Russia aiutata da USA-UK-UE !
    Poiché l” Ucraina è in guerra con la Russia da Febbraio 2022 qualsiasi soldato USA-UK-UE che entri in Ucraina VOLONTARIAMENTE è carne da cannone Russo o da Missile Russo !
    Punto e Stop !
    Sono sicuro è certo che già almeno 3000 mila soldati USA-UK-UE travestiti da soldati Ucraini o da Mercenari Stranieri siano morti in Ucraina per mano Russa !
    Perciò chi ne fotte se un soldato USA o un migliaio di USA ci restano secchi ?
    Sono entrati NON autorizzati dalla Russia in UCRAINA per far guerra ai Russi perciò non vedo dove sia il problema ?
    La Russia dovrebbe fare di tutto per eliminare più soldati USA che può in Ucraina !
    Se uccidi un migliaio di soldati USA in Ucraina gli USA hanno solo due scelte entrare apertamente in guerra contro la Russia oppure DEFILARSI -SCAPPARE VIA come hanno fatto in Afghanistan è la guerra tra Ucraina e Russia finisce subito !
    Se gli USA scappano via dal ” Ucraina pure UK e UE cessano di voler far guerra alla Russia !

  • Nicholas
    Inserito alle 09:54h, 03 Novembre Rispondi

    I mesi successivi saranno decisivi, per capire che futuro ci aspetta.
    Secondo me, un maggior supporto alla Russia da parte dei paesi alleati/amici determinerebbe il ritiro dell’occidente

  • giuseppe peluso
    Inserito alle 11:14h, 03 Novembre Rispondi

    ‘E ore di finirla con americani, inglesi e i loro complici ucraini e europei come Draghi. Il mondo è ormai troppo stretto e per la sopravvivenza della specie non si può più permettere la violenza continua e diffusa in tutti i continenti dei signori citati

  • rottabanda79
    Inserito alle 11:52h, 03 Novembre Rispondi

    Appunto , levatevi dalle scatole e fateci denazificare quella landa sbagliata di personaggi abietti, Grazie .

  • eusebio
    Inserito alle 21:05h, 04 Novembre Rispondi

    Negli USA l’8 novembre ci saranno le elezioni di medio termine, se i repubblicani prendono il controllo della Camera dei Rappresentanti ci potrebbe essere una diminuzione del sostegno all’Ucraina e un’intensificazione del “contenimento” della Cina.
    Cosa molto difficile visto che l’economia cinese continua a crescere, l’industria cinese dei microchip ormai ha raggiunto il 16% del totale mondiale e nella progettazione è terza solo dietro USA e Sud Corea, che rischia in queste ore di venire invasa dalla Corea del Nord, nei primi tre trimestri dell’anno la Cina ha avuto un attivo delle partite correnti record di 310 miliardi di dollari, investimenti dall’estero record sempre nei primi tre trimestri di circa 50 miliardi di dollari secondo i dati ufficiali, 160 secondo stime complessive, insomma l’economia cinese sta andando a gonfie vele e progredisce anche sul piano tecnologico, il sistema operativo autoprodotto di Huawei Harmony ha raggiunto i 320 milioni di dispositivi e sta facendo concorrenza ad Android e ai vari Mac OS come ecosistema tecnologico maturo.
    Viceversa gli USA stanno disperatamente tenendo in piedi i conti pubblici alzando i tassi di interesse per ora al 4% in presenza di un’inflazione ufficialmente al 9% ma in realtà molto superiore, però facendo esplodere la spesa degli interessi sul debito ad oltre mille miliardi di dollari, la cifra del deficit commerciale del 2021.
    La situazione interna è esplosiva pure sul piano dei rapporti tra le varie etnie, la separazione fisica tra bianchi e neri è sempre più marcata con i neri che si concentrano in circoscritte zone delle aree urbane e i bianchi che si concentrano nella provincia profonda armati fino ai denti, gli ispanici cominciano a diluirsi nelle zone popolate dai bianchi, in fondo nei censimenti si dichiarano al 70% bianchi, mentre gli asiatici sono rimasti nelle grandi e medie aree urbane spesso a contatto dei neri che li angariano al posto dei bianchi.
    L’età media dei neri è precipitata a 70 anni a causa delle sparatorie endemiche e del consumo di droga, asiatici e ispanici stanno spostando il loro voto verso i repubblicani a causa dei problemi di ordine pubblico e questo dovrebbe favorire la destra nelle prossime elezioni.
    In caso di pesante sconfitta l’amministrazione Biden potrebbe cercare l’avventura militare per rifarsi e ciò sarebbe molto pericoloso.

Inserisci un Commento