Navi da guerra russe hanno circondato il porto ucraino di Mariupol

Almeno nove navi da guerra russe sono entrate nelle acque del Mar d’Azov, bloccando l’accesso al mare della flotta ucraina, circondando infatti diversi porti importanti dove hanno sede le navi da guerra della Marina ucraina.

Secondo i dati a disposizione della risorsa di informazioni Avia.pro, stiamo parlando delle navi della Flottiglia del Caspio della Marina russa, che stanno effettuando la transito verso il Mar Nero. Allo stesso tempo, la Russia ha chiaramente dimostrato al comando militare ucraino che, se necessario, la flotta ucraina potrebbe non potersi recarsi affatto nel Mar d’Azov.
Nella fotografia presentata è possibile vedere la posizione delle navi da guerra della Marina russa nelle acque del Mar d’Azov, direttamente ai confini dello spazio marittimo dell’Ucraina.

Mar Nero e Mar di Azov

Va notato che la parte ucraina ha deciso di non fare provocazioni in questa regione, tuttavia, ha portato le sue navi da guerra nelle acque del Mar Nero, come affermato in precedenza, proprio per intercettare le navi della Flottiglia del Caspio, tuttavia è ovvio che Kiev non vorrà rischiare, rendendosi conto che la Russia non lo tollererà e, se necessario, potrà persino sequestrare o distruggere navi ucraine, di cui, a proposito, Kiev è già stata avvertita più volte.

Al momento, ci sono informazioni che a causa delle azioni della flotta ucraina, la Russia ha bloccato tutti gli approcci allo stretto di Kerch.

Proteste dall’Ucraina e dalla NATO
A seguito di questo blocco che riguarda le acque territoriali della Federazione russa, sono arrivate le proteste del Ministero degli Esteri Ucraino. Inoltre la portavoce della NATO, Oana Lungescu, ha affermato che l’alleanza è preoccupata per i piani della Russia di limitare l’accesso a una serie di aree del Mar Nero, chiede il libero accesso ai porti ucraini sul Mar d’Azov , nonché la libertà di navigazione. .
La risposta per la Russia è stata data dal capo della commissione del parlamento della Crimea, Yuri Gempel, il quale ha detto:
“Non dovreste politicizzare e speculare sulla chiusura di una parte del Mar Nero al largo della costa della Crimea. Chiediamo alle autorità dell’Ucraina e dei paesi occidentali di smetterla di interferire negli affari interni della Russia. La Russia ha il diritto di prendere qualsiasi misure e azioni nelle sue acque territoriali per proteggere gli interessi statali “, ha detto RIA News Gempel.
Tenendo conto della costante escalation della situazione da parte dell’Ucraina e dei paesi della NATO vicino ai confini della Russia, tutte le misure che stiamo prendendo sono giustificate e opportune”, ha detto Gempel.

Navi russe nel Mar Nero


Secondo il bollettino del Dipartimento della Navigazione e Oceanografia del Ministero della Difesa della Federazione Russa, temporaneamente – dal 24 aprile al 31 ottobre – l’esercizio del diritto di passaggio innocente attraverso i mari territoriali della Federazione Russa per le navi da guerra straniere e altre navi statali “in tre regioni del Mar Nero sono sospese lungo la costa della Crimea (approssimativamente da Sebastopoli a Gurzuf ), un’area rettangolare al largo della costa della penisola di Kerch, nonché una piccola area del mare vicino la punta occidentale della Crimea.
Le aree del Mar Nero previste per la chiusura non interferiranno con la navigazione attraverso lo stretto di Kerch , inoltre, tutte le zone si trovano all’interno delle acque territoriali della Federazione Russa.

Fonti: Avia.pro.ru Ria. ru

Traduzione e sintesi: Sergei Leonov

19 Commenti
  • mondo falso
    Inserito alle 19:18h, 17 Aprile Rispondi

    ben fatto

  • eusebio
    Inserito alle 19:54h, 17 Aprile Rispondi

    Nelle ultime ore si stanno intensificando gli scambi di artiglieria tra ucraini e novorussi, e forse ormai pure russi, mentre i civili sono stati allontanati dalle zone adiacenti alla linea del fronte.
    A questo punto se i russi hanno schierato i mezzi da sbarco della flottiglia del Caspio davanti a Mariupol potrebbero iniziare l’offensiva da lì, anche perchè una delle direttrici ipotizzate per un attacco ucraino partirebbe proprio da Mariupol in direzione nord-est, in modo da tagliare fuori le grandi aree urbane di Donetsk e Lugansk dai possibili aiuti russi, magari per permettere ai tagliagole islamisti arrivati da Idlib di massacrare in tutta tranquillità i civili russi.
    Forse siamo alla vigilia di sanguinosi combattimenti.

  • mario
    Inserito alle 20:09h, 17 Aprile Rispondi

    molto bene………………………..

  • Giggi251
    Inserito alle 20:23h, 17 Aprile Rispondi

    Se hanno scelto di chiudere il mare di azov significa che a Mosca hanno vinto i falchi e che a differenza del 2014 conquisteranno Kiev, poi tratteranno con l’occidente. Credo che in Europa lo hanno capito e dai discorsi si girano dell’altra parte salvo poi indignarsi. Ben gli sta all’occidente. I colpi di stato sono capaci anche gli altri a farli.

  • Maria
    Inserito alle 21:50h, 17 Aprile Rispondi

    Il mondo è messo proprio bene fra terapie geniche e guerrafondai che occupano le scene mondiali.
    Che Dio ce la mandi buona anche perché non c’è luogo al mondo in cui ci si potrebbe rifugiare.
    Maria

    • Pippo
      Inserito alle 12:14h, 18 Aprile Rispondi

      Ossignur… Siamo solo a qualche sporadico scambio di cannonate, sparate perlopiù a casaccio e lei se la fa già sotto e cerca rifugi? Coniglia! Ahahah…

  • Marco
    Inserito alle 22:26h, 17 Aprile Rispondi

    Speriamo che tutto torni alla normalità, la Russia non può aprire un altro fronte sarebbe troppo dispendioso in termini economici e non solo.. questo fa comodo agli USA. Inoltre c’è quel gran pezzo di mmerda di Erdogan che rappresenta l’ago della bilancia che appoggerà Kiev. La Russia sebbene sia un gigante militare ha un pil come la Spagna.

  • Russia Ultima Trincea
    Inserito alle 23:13h, 17 Aprile Rispondi

    Marco, capisco il tuo desiderio che “non accada l’irreparabile” e, in linea di principio, sarebbe anche il mio. MA ci sono situazioni in cui IL NEMICO non ti lascia altra scelta che COMBATTERE… e allora devi prendere il CORAGGIO DEI GIUSTI tra le mani e affrontare il destino a viso aperto, il CUORE saldo e la Coscienza rivolta a DIO… tutto sia nella Sua Legge e Volontà!

    • Anonimo
      Inserito alle 00:23h, 18 Aprile Rispondi

      Слава России!

    • Giorgio
      Inserito alle 10:12h, 18 Aprile Rispondi

      Commento sacrosanto ………

  • Capitano AQUILANTE
    Inserito alle 09:57h, 18 Aprile Rispondi

    Vorrei sapere dove l’Ucraina prende risorse per continuare ad esistere ?cosi come è la situazione la SANTA MADRE RUSSIA dovrebbe smettere di giocare e riprenderselo mettendolo in CULO ai guerrafondai americazzi e a quel cadavere della NATO succhiasoldi INUTILE HURRA HURRA HURRA

    • Niko
      Inserito alle 17:40h, 18 Aprile Rispondi

      Tanto per cominciare i soldi destinati alla POLIZIA ucraina sono finanziati dallo stato canaglia del canada

  • Sam
    Inserito alle 10:03h, 18 Aprile Rispondi

    Ma la Cina come si pone in questo conflitto usa/occidente-russia? E perché i notiziari di provenienza cinese, o perlomeno ciò che arriva a noi, non accennano neppure agli scontri di cui leggiamo, ai confini della russia?

    • Sam
      Inserito alle 19:45h, 18 Aprile Rispondi

      Ah mi era sembrato che non fosse rimasto pubblicato, così ho riscritto lo stesso li stesso commento

  • Ancona
    Inserito alle 12:41h, 18 Aprile Rispondi

    Scusate, ma la flottiglia del mar Caspio può solo rimanere in quel mare chiuso da cui non c’è alcuno sbocco, infatti è piena di lanciamissili russe, che da lì possono colpire l’itero medio oriente senza problemi (ed il centr’Asia se necessitasse), come dimostrato nella guerra di Siria.

    • atlas
      Inserito alle 01:35h, 19 Aprile Rispondi

      è dal 2014 almeno che hanno sotto tiro Haifa e Tel Aviv. Putin sa quel che fa, ma non credo attenda ancora parecchio prima di ridurle in cenere. Per la nostra pace. Putin è un Uomo che porta la Pace nel mondo

  • Bertha
    Inserito alle 21:10h, 18 Aprile Rispondi

    Il PIL non indica niente perche non può crescere al infinito..
    Più in alto vai,più rovinosa sara la caduta.2,600 miliardi di debito acosa serve il IL PRODOTTO INTERNO LORDO ???
    LA MATEMATICA E UNA OPPINIONE.

    • giorgio
      Inserito alle 08:39h, 19 Aprile Rispondi

      Sono d’accordo ….. basta con il mito del Pil, della crescita e del progresso …… le condizioni reali di vita delle persone sono un’altra cosa …… in un luogo finito e delimitato come sono tutti i corpi celesti non può esservi crescita illimitata ….. è un’altro inganno delle èlite per dominare e spremere le masse ….. una sorta di carota messa davanti all’asino …..