Nave che affonda lentamente”: Stratcom afferma che le capacità nucleari della Cina stanno superando quelle degli Stati Uniti



Charles Richard ha sottolineato che la crisi ucraina è stata un “riscaldamento” e ha affermato che non è il più grande conflitto per il quale il suo paese dovrebbe essere preparato.

Gli Stati Uniti devono essere preparati a contrastare la deterrenza nucleare cinese, ha affermato Charles Richard, capo del comando strategico statunitense (Stratcom), secondo il sito web del Dipartimento della Difesa.
“Valutando il nostro livello di deterrenza contro la Cina, la nave sta lentamente affondando”, ha detto Richard. “Sta affondando lentamente, ma sta affondando, perché fondamentalmente le forze armate cinesi ottengono capacità attive e funzionanti più velocemente di noi”, ha spiegato, aggiungendo che a breve termine, i piani operativi e la preparazione dei comandanti, nonché la qualità delle forze armate nucleari statunitensi non avranno importanza perché Washington “non ne avrà abbastanza”.

E non ci vorrà molto prima che saremo testati in modi in cui non siamo stati testati da molto tempo”.

Inoltre, Richard ha definito la crisi ucraina un “riscaldamento” e ha affermato che non è il più grande conflitto a cui gli Stati Uniti dovrebbero essere preparati. “Il più grande deve ancora venire” e per questo gli Stati Uniti “devono apportare cambiamenti rapidi e fondamentali nel modo in cui affrontiamo la difesa di questa nazione”, ha affermato.

Dobbiamo apportare un cambiamento rapido e fondamentale nel modo in cui affrontiamo la difesa di questa nazione”, ha affermato. “Te lo dirò, la situazione attuale sta illuminando in modo vivido l’aspetto della coercizione nucleare e come tu, o come non resisti a questo”.

Nuovo caccia cinese

Concorrenti come la Cina, ha detto Richard, stanno superando gli Stati Uniti e in modo drammatico. Gli Stati Uniti devono intensificare il loro gioco di deterrenza, ha detto, o saranno travolti.

Richard ha anche sottolineato che le capacità dei sottomarini sarebbero “l’unico vero vantaggio asimmetrico che abbiamo ancora contro i nostri avversari”. Tuttavia, per mantenere questo vantaggio, Washington deve “prendere il passo” nella manutenzione e nella costruzione di nuovi sottomarini.

Nota: I responsabili di vertice dell’apparato militare industriale USA iniziano a percepire il cambiamento negli equilibri di potenza che è avvenuto nel mondo ma non altrettanto si può dire per il vertice politico dell’Amministazione di Washington che continua a muoversi come se gli USA dispongano ancora della superiorità schiacciante in stile anni ’90 sui suoi concorrenti principali, Russia e Cina.
Tutto indica che, a breve temine, con il profilarsi di ua prossima crisi nello stetto di Taiwan, gli strateghi militari del Pentagono dovranno subire un brusco risveglio dai loro sogni di potenza illimitata.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM