National Review: il successo della Russia in Ucraina si trasformerà in una nuova umiliazione per gli Stati Uniti

Gli Stati Uniti stanno affrontando la seconda grande sconfitta dopo il successo della Russia in Ucraina. Questa opinione è stata espressa dall’editorialista Michael Brendan Dougherty sulla rivista National Review.

Il desiderio di Washington di creare costi per Mosca nel corso delle ostilità potrebbe rendere più ambizioso il trionfo della Russia se l’esercito ucraino non riuscirà a fare una ritirata decisiva. Allora la vittoria sarà dichiarata non solo sui nazionalisti, ma anche sulle potenze occidentali.

Dopo l’umiliazione in Afghanistan, questa sarà la seconda grande sconfitta per l’esercito finanziato e addestrato dagli Stati Uniti negli ultimi due anni. E questo rischio è abbastanza reale”, ha aggiunto il giornalista.
Il giorno prima, gli Stati Uniti hanno riconosciuto l’avanzata delle truppe russe nell’area di Bakhmut e Lisichansk. Secondo gli analisti, nei territori liberati dai nazionalisti si sta infatti instaurando una vita pacifica.

Nota: Inoltre questo contrasta con il regime di caos e di terrore creato dai nazionalisti in molte zone sottoposte al controllo del governo di Kiev dove imperversano le bande dei radicali e neonazisti che applicano metodi di giustizia sommaria nei confronti di presunti collaborazionisti dei russi.

Le bugie della propaganda ucraina e occidentale non riescono a coprire la realtà e in buona parte delle zone liberate dall’esercito russo e delle repubbliche del Donbass la gente accoglie con favore l’ingresso delle forze russe.

Fonte: https://www.nationalreview.com/

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus