Natalia Nikonorova: “Raccomandiamo al presidente eletto della Moldova di studiare i fatti e di astenersi da dichiarazioni militariste”


Natalia Nikonorova: “La neoeletta presidente della Moldova, ancor prima d’aver passato la cerimonia d’inaugurazione e non essersi ancora ufficialmente insediata, sta già dispensando consigli su come risolvere il conflitto in Donbass.
Rivolgiamo l’attenzione al nuovo leader moldavo sul fatto che mettere a confronto queste situazioni di conflitto è inopportuno e scorretto. Innanzitutto, considerando che il numero delle vittime degli scontri nel Donbass è migliaia di volte superiore a quello del conflitto in Transnistria. Pertanto, se la principale missiva del consiglio espresso dalla signora Sandu fosse una appello a Kiev per un escalation e una ripresa della fase “calda” del confronto, le raccomandiamo di studiare i fatti e in seguito di non sostenere una retorica aggressiva militarista, almeno per ragioni umanitarie.
D’altra parte, in una certa misura, siamo persino grati al presidente eletto moldavo per aver fatto appello alle autorità ucraine – è possibile che la raccomandazione espressa possa spingere Kiev a una decisione concreta: o seguire in modo preciso il pacchetto di misure approvato dal Consiglio di Sicurezza dell’ONU, o ammettere la propria incapacità ad attuarlo, e in tal modo, rinunciare definitivamente alle loro pretese sul Donbass”.

Mappa della Transnistria e Ucraina

Le parole del ministro degli Esteri della Repubblica Popolare di Donetsk Natalia Nikonorova arrivano dopo la dichiarazione della neoeletta presidente della Moldova Maia Sandu in un intervista sul sito Evropejskoj Pravde (Diritto Europeo):
“Nonostante l’assenso della Moldova di scegliere un “approccio morbido” nei negoziati sulla soluzione transnistriana, ciò non ha aiutato a risolvere il conflitto nemmeno in 28 anni”.
La nuova leader della Moldova, che entrerà in carica all’inizio del 2021, ha quindi invitato l’Ucraina a tenere conto dell’esperienza della Moldova in Transnistria.
Come risaputo, all’inizio degli anni ‘90, dopo la fine della fase calda del conflitto in Transnistria, Chisinau acconsentì ad un “dialogo diretto” con il governo non riconosciuto di Tiraspol, con la Russia che accettò di porsi come “mediatore” nella soluzione del conflitto. I negoziati tra Chisinau e Tiraspol continuano.

Maia Sandu nuova presidente Moldavia


“Ma nonostante tutti questi passi, finora non siamo arrivati ​​da nessuna parte. E all’Ucraina potrebbe venir utile tenere conto di questa esperienza nelle sue azioni per il Donbass”, ha spiegato Maia Sandu che ha inoltre affermato di considerare inaccettabile la federalizzazione della Moldova.
La neoeletta presidente della Moldova ritiene altresì che la risoluzione della situazione in Transnistria dovrebbe prevedere il ritiro completo delle forze di pace russe dalla regione.

Fonti:
https://mid-dnr.su/ru/pages/kommentarii-zayavleniya/glava-mid-dnr-rekomenduem-izbrannomu-prezidentu-moldovy-izuchit-fakty-i-vozderzhatsya-ot-militaristskih-vyskazyvanij/
https://www.eurointegration.com.ua/rus/news/2020/11/20/7116744/
https://tass.ru/mezhdunarodnaya-panorama/10058995

Traduzione e redazione di Eliseo Bertolasi

7 Commenti
  • giulio
    Inserito alle 19:03h, 24 Novembre Rispondi

    mbè, tra la moldovia e il donbass preferisco il donbass…se non altro perchè quella Natalia di Donesk è molto più bella della neoeletta presidentessa moldava la quale sembra voler soffiare sul fuoco del conflitto tra nazisti ucraini e indipendentisti del donbass.

    • giulio
      Inserito alle 19:07h, 24 Novembre Rispondi

      correzione:all’inizio leggasi “moldova” e non “moldovia”…
      comunque altri la chiamano “moldavia” e in effetti è un pò complicato scrivere il nome in modo giusto. 🙂

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 03:52h, 25 Novembre Rispondi

      preferire una donna politica in base alla bellezza fisica

      come faceva ai tempi berlusconi, pfffff

      la moldova ha semplicemente tirato l’acqua al suo mulino, come fanno tutti, ma per il cervello piccolo e binario di un comunista, dove o sei con me o contro di me, lei nomina il Donbass = nazista sionista serva degli americani

      01110011 01100011 01100101 01101101 01101111 01101111 01101111 01101111

  • eusebio
    Inserito alle 19:48h, 24 Novembre Rispondi

    Soccia che gnocca, fa il paio con Maria Zakharova, potrebbe anche darsi che nel breve termine vada pure lei a lavorare al ministero degli esteri russo, i filorussi hanno stravinto le elezioni amministrative e i loro sindaci boicottano il governo filo-NATO del clown sionista, il cui governo a furia di privatizzare le proprietà degli ucraini a favore dei soci di Soros hanno portato il paese in bancarotta e presto la Russia potrà annettere a furor di popolo perfino la Galizia, a causa della fame.

    • Valerio T
      Inserito alle 10:06h, 27 Novembre Rispondi

      Capisco che digerire la sconfitta inflitta dagli ucraini alla Russia è difficile, ma sparare risultati elettorali illudendosi che siano favorevoli è trampismo puro. Si documenti meglio. https://ua-news.liga.net/politics/articles/rosiya-prograla-vibori-v-ukraini-revansh-opzj-viyavivsya-pirrovoyu-peremogoyu-navit-na-donbasi

    • RM
      Inserito alle 09:33h, 28 Novembre Rispondi

      O si illude oppure cerca di non vedere la realtà, questi sono i risultati delle elezioni amministrative in Ucraina per il partito filorusso.
      Blocco dell’opposizione nel 2015 e OPZZH nel 2020:

      Odessa – 18,7% (ora – dal 19% al 23%)
      Zaporozhye – 31,2% (ora – fino al 16%)
      Kherson – 16,6% (ora – fino al 16,6%)
      Dnipro – 39% (ora – fino al 17%)
      Kharkiv – 15,4% (ora – fino al 17%)
      Nikolaev – 48,1% (ora – al 26%)
      Mariupol – 63,8% (ora – fino al 38%)

  • ANDREAROSSI
    Inserito alle 17:52h, 25 Novembre Rispondi

    La Transnistria e’, diciamo cosi’, uno tra quegli stati fortemente interessanti e tra virgolette zingareschi, rientranti nella lista _Stato a riconoscimento limitato_ quindi stati presso i quali sia +facile, suppongo, evitare obblighi come, ad esempio, obbligo vaccinale e o obbligo di indossare mascherina e o obbligo mikrocip.

Inserisci un Commento