Naryshkin: La Polonia pianifica di occupare i suoi “possedimenti storici” in Ucraina

MOSCA, 28 aprile – RIA Novosti. Il Servizio di intelligence internazionale (Sluzhba Vneshnej Razvedki) ha ricevuto informazioni su dei piani di Varsavia e Washington per stabilire un compatto controllo politico-militare della Polonia sui “loro possedimenti storici” in Ucraina, ha riferito il direttore del SVR Sergej Naryshkin.

Ha spiegato che si tratta di un tentativo di ripetere l’“affare” storico della Polonia dopo la Prima Guerra Mondiale, quando l’Occidente collettivo, rappresentato dall’Intesa, riconobbe il diritto di Varsavia di occupare inizialmente una parte dell’Ucraina, per proteggere la popolazione dalla “minaccia bolscevica”, per poi includere questi territori nello stato polacco.

“Gli eventi succeduti sono diventati una lampante illustrazione dell’ordine coloniale e della polonizzazione forzata come basilari metodi di costruzione della Grande Polonia”, – ha riportato Naryshkin dall’ufficio stampa del SVR.

Questa volta, la prima tappa della “riunificazione”, dovrebbe essere l’ingresso delle truppe polacche nelle regioni occidentali dell’Ucraina con lo slogan di “proteggerle dall’aggressione russa”. Ora la modalità di questa missione è in discussione con l’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden.

Secondo gli accordi preliminari, verrà svolta senza un mandato della NATO, ma con la partecipazione di “paesi disposti”. Varsavia non ha ancora potuto accordarsi coi potenziali partecipanti alla “coalizione di coloro che la pensano allo stesso modo”, – ha sottolineato Naryshkin.

Sergej Naryshkin.

Ha inoltre osservato che la leadership polacca non è interessata ad ulteriori testimoni della loro operazione, quindi si pianifica di dislocare il “contingente di mantenimento della pace” in quelle parti dell’Ucraina dove la minaccia di una collisione diretta con l’esercito russo è minima.

“I prioritari “compiti di combattimento” dei militari polacchi includeranno la graduale intercettazione del controllo della Guardia Nazionale ucraina sulle strutture strategiche là situate”, – ha aggiunto il direttore del SVR.

Secondo l’intelligence, i servizi segreti polacchi stanno ora cercando rappresentanti dell’élite ucraina disposti a negoziare per formare con loro un contrappeso “democratico” ai nazionalisti.

A Varsavia contano sul fatto che il consolidamento nell’ovest dell’Ucraina, con un alto grado di probabilità, porterà ad una spaccatura nel paese e che la Polonia riceverà il controllo sui territori occupati dai “pacificatori”, ha concluso Naryshkin.

Fonte: https://ria.ru/20220428/polsha-1785925942.html

Traduzione di Eliseo Bertolasi

7 Commenti
  • Francesco
    Inserito alle 18:38h, 28 Aprile Rispondi

    Provvidi, ma necessiterebbero del beneplacito della Russia, che dovrebbe considerare i territori occupati non più Ucraini, ma Polacchi e smilitarizzati.
    Spero bene

  • stefanogrim
    Inserito alle 20:47h, 28 Aprile Rispondi

    non credo che il padrone (usa) consentirà un intervento polacco secondo queste modalità (appropriazione polacca di parte del territorio ucraino)! Gli usa acconsentiranno solo a un intervento diretto dei polacchi (stivali sul terreno) in appoggio agli ucronazi! e la guerra si allargherà alla polonia..p.oi seguiranno romania e forse la slovacchia, poi francesi e inglesi …. infine gli usa sempre bravi a intervenire a fine guerra per raccogliere i frutti seminati da altri…chissà se anche questa volta il giochetto gli riuscirà come in passato!

  • nicholas
    Inserito alle 21:05h, 28 Aprile Rispondi

    Stavolta la situazione è completamente diversa , rispetto a 75 anni fa.
    Gli usa prima di perire utilizzeranno tutte le armi a loro disposizione. Purtroppo, per loro il destino è ormai segnato.
    Cercheranno di allungare la loro agonia, ma prima o poi arriva la fine.

  • Gabriella
    Inserito alle 23:00h, 28 Aprile Rispondi

    E’ chiaro che la Galizia e Leopoli torneranno alla Polonia. Mica si muovono per l’Ucraina, i Polacchi. E cosi le terre russe alla Russia, Crimea, Donbass, Odessa e Transnistria.
    Alla fine ogni cosa torna al suo posto. E in mezzo ci stanno migliaia di morti.
    Poiché questo sarà l’esito della guerra, si mettano d’accordo subito e si evitino ulteriori carneficine. E l’Italia stia fuori.

    • Piero
      Inserito alle 02:00h, 29 Aprile Rispondi

      Appunto.
      Torneranno.
      D’altronde galizia,leopoli fino allo zbuc( trattato di riga) ma anche oltre. Quasi fino a Kiev. ( vedere trattato di perejeslav) se non ricordo male,sono stati parte della Polonia e della confederazione polacco-lituana da metà del 14′ sec. Fino alla spartizione della Polonia del 1795 circa.
      Poi 120 circa agli austroungarici e,alla fine della prima g.m.,dopo la rivolta di leopoli contro occupazione ucraina, ( combatterono contro di loro persino i ragazzini, gli “aquilotti di leopoli” contro il reggimento fucilieri sich ( dell’esercito austroungarico,composto da ucrainiprevalenti nelle campagne a est di leopoli ma non in città e nell’ovest della galizia) che per conto della neonata repubblica dell’Ucraina occidentale avevano tentato di occuparla.
      La conferenza degli ambasciatori della società. Delle nazioni,in ossequio alla linea curzon( non ricordo se la a o b, e con il trattato di riga )nel 1923 circa la ridiedero alla Polonia.perché,storicamente,era stata quasi sempre Polonia.
      Solo con Stalin,alla fine della 2 g.m. dopo aver deportato tutti i polacchi verso breslavia
      ( circa il 65% della popolazione di leopoli.gli ebrei che erano circa il 20% li fecero tutti fuori i nazisti con l’aiuto degli ucraini).
      Una storia simile al trasferimento ( eufemismo) di popolazione che accadde tra India e Pakistan,tanto per capirci.
      Quindi perché dovrebbe apparire strano che ritorni polacca una zona che era sempre stata tale?
      P.s. i morti ci sono stati anche prima,durante e dopo.
      La guerra è morte.
      La storia è storia.

  • Repubblica Marinara
    Inserito alle 00:47h, 29 Aprile Rispondi

    Forse anche l’Ungheria vorra’ un pezzettino

  • antonio
    Inserito alle 05:11h, 29 Aprile Rispondi

    la Polona nel 1918 ha ricevuto territori tedeschi austroungarici e russi – ingiustamente

Inserisci un Commento