NARRAZIONI OCCIDENTALI PIENE DI BUGIE E HOPIUM MENTRE L’UCRAINA STA PERDENDO LA GUERRA

Scritto dal dottor Leon Tressell

Gli eventi sui campi di battaglia dell’Ucraina nell’ultimo mese mostrano che la Russia sta chiaramente vincendo la guerra. Anche se non lo sapresti, da nessun articolo o notiziario nei media occidentali.

Dalla fine di febbraio, i media occidentali collettivi si sono impegnati in una campagna di disinformazione abbastanza deliberata la cui narrativa centrale è che la Russia ha subito enormi perdite di uomini e materiali mentre ha subito numerose sconfitte per mano delle forze ucraine. Questa è una sconfitta quando la Russia e le forze DPR/LPR controllano oltre il 20% del territorio dell’Ucraina.

Questa campagna di disinformazione afferma che la Russia ha fallito nel suo tentativo di catturare Kiev e Kharkov durante le prime fasi dell’attuale guerra.

Naturalmente, chiunque avesse una conoscenza elementare della strategia militare saprebbe che le forze russe che occupavano i sobborghi di Kiev e Kharkov, erano lì solo per trattenere un gran numero di truppe ucraine e impedire loro di rafforzare le loro linee del fronte nella regione del Donbass. Poiché i media occidentali si sono concentrati sui tentativi “falliti” della Russia di catturare queste città, il grosso dello sforzo bellico russo si è concentrato sulla liberazione delle regioni di Donetsk e Lugansk dal controllo ucraino.

Gli eventi dell’ultimo mese dalla resa della guarnigione ucraina ad Azovstal a Mariupol ai successi russi nella conquista di città come Lyman e Popasna rivelano come la campagna militare russa stia procedendo secondo i piani.

Narrazioni occidentali piene di bugie e hopium mentre l’Ucraina sta perdendo la guerra

La costante e metodica avanzata delle forze russe sta avvenendo nonostante il massiccio afflusso di armi dall’imperialismo americano e dai suoi alleati. Questa avanzata quotidiana delle forze russe sta avvenendo nonostante le 10.000 sanzioni occidentali che avrebbero dovuto far crollare l’economia russa.

Invece di far crollare l’economia russa, gli infiniti round di sanzioni sono serviti ad alimentare l’inflazione, che sta colpendo duramente gli standard di vita occidentali, e minando le loro economie. Nel Regno Unito si stima che 6 milioni di famiglie dovranno affrontare interruzioni di corrente questo inverno per contribuire a mantenere le sanzioni contro la Russia. L’UE sta aggravando questa follia economica con la sua decisione di istituire un divieto parziale del petrolio russo. Oggi questo ha spinto il prezzo di un barile di petrolio Brent a 124 dollari.

Di settimana in settimana esperti dei media occidentali e politici aziendali cercano di ingannare la gente comune con il flusso costante di narrazioni simili all’hopium che ruotano attorno a nuove serie di sanzioni, insieme alle nuove forniture di armi “meravigliose” progettate per alterare l’equilibrio delle forze sulla campi di battaglia del Donbass. Nelle prime settimane di guerra, i media occidentali cantavano su come le armi anticarro e antiaeree occidentali, come Javelin e altre, avrebbero fermato l’offensiva russa. Una volta che è diventato evidente che queste armi avevano avuto un impatto minimo o nullo sul campo di battaglia, sono state inventate nuove narrazioni su come l’Occidente fornirà all’Ucraina armi pesanti per sconfiggere quei malvagi Russi. Apparentemente, obici americani, auto blindate britanniche e australiane, I missili anti-nave danesi e ora la prospettiva di sistemi lanciarazzi multipli americani aiuteranno l’Ucraina a sconfiggere la Russia sul campo di battaglia. Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità.

Le forze ucraine non hanno l’addestramento e l’esperienza di combattimento per utilizzare queste armi a un livello ottimale come parte di un’operazione combinata di armi. Oltre a questo, la Russia ha un’abbondanza di artiglieria pesante che supera di gran lunga la potenza di fuoco delle forze armate ucraine. Non importa il fatto che la Russia abbia il completo dominio dei cieli e stia usando le sue forze aeree e missilistiche a lungo raggio con effetti devastanti. Quotidianamente, le infrastrutture militari dell’Ucraina vengono degradate mentre la Russia distrugge sistematicamente grandi lotti di armi occidentali appena consegnate. Per aggiungere al danno la beffa, grandi quantità di armi occidentali vengono catturate quotidianamente dalle forze russe e DPR/LPR.

Resa soldati ucraini

Come se non bastasse, l’Ucraina subisce centinaia di vittime ogni giorno, mentre un numero esiguo ma crescente di truppe rifiuta l’ordine di combattere o si arrende alle forze russe per evitare di essere ucciso. Non credermi sulla parola per niente di tutto questo. C’è un’abbondanza di prove fotografiche/video sui canali Telegram russi e ucraini a sostegno delle mie affermazioni.
È abbastanza chiaro che nel prossimo periodo le forze russe mireranno a prendere le restanti città delle regioni di Donetsk e Lugansk. Non saranno dissuasi da ulteriori sanzioni occidentali o forniture di armi all’Ucraina.

Mentre scrivo, sembra che le forze russe abbiano preso le aree residenziali di Severodonetsk mentre le forze ucraine si ritirano nella zona industriale dello stabilimento di Azot nella città. Nel frattempo, singole unità ucraine si stanno ritirando sotto il fuoco di Lisichansk, dove l’Ucraina spera di prendere posizione e stabilizzare il fronte. Nel periodo successivo altri importanti obiettivi includono le città di Kramatorsk e Slavyansk.

Resta da vedere dove andranno le forze russe una volta che le regioni di Donetsk e Lugansk saranno state completamente liberate. Alcuni ipotizzano che la Russia avanzerà quindi a Mykolaiv e da lì prenderà Odessa con l’obiettivo di stabilire un corridoio terrestre con la Transnistria. Solo il tempo dirà dove avanzeranno le forze russe una volta che la principale concentrazione di forze ucraine sarà stata sconfitta nel Donbass.

Sarà interessante vedere come l’imperialismo americano ei suoi alleati europei reagiranno alla sconfitta delle forze più esperte dell’Ucraina nel Donbass. Faranno pressione sull’Ucraina affinché negozi con la Russia? o cercheranno di fabbricare un incidente che dia loro il pretesto per mettere a terra gli stivali della NATO? Ciò aumenterebbe enormemente
i rischi e aumenterebbe la prospettiva di un conflitto aperto con la Russia.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

6 Commenti
  • Luca
    Inserito alle 23:23h, 31 Maggio Rispondi

    Comunque anche sui media “mainstream “ orami sei legge delle perdite inflitte all Ucraina , è orami palese che il Donbas è Russo , parte la nato abbia deciso di abbandonare la fornitura di armi , i missili a media gittata sono fuori dai giochi e L esercito Icraino si sta ritirando da più parti , bisogna solo capire fino a dove vogliono entrare in territorio ucraino a sto’ punto .

    • Nessuno
      Inserito alle 18:10h, 01 Giugno Rispondi

      Pronostico (vediamo se ci prendo):
      Quando la situazione diverrà insostenibile per l’occidente sul piano interno, si darà ordine al pagliaccio di firmare la resa; I nazisti di Azov si prenderanno tutte le colpe (sai, ricattavano il governo), il governo di Kiev rimuoverà i Kuleba ed i Parubi più esposti. Ukrolandia rinuncerà anche al Dombass ed Odessa con il corridoio per la Trasnitria. Successivo all’armistizio con la Russia, Ungheria, Romania e Polonia riprenderanno pacificamente i territori abitati dalle loro minoranze. Ukrolandia resterà con un cumulo di macerie che nessuno rimuoverà, priva di accesso al mare con i suoi abitanti costretti all’emigrazione e verranno ad ingrossare le file dei già abbondanti “straccapiazze” nostrani.
      Pronostico 2 … meglio non pensarci

  • andrearossidevrgnano
    Inserito alle 23:45h, 31 Maggio Rispondi

    interruzioni di corrente nel RegnoUnito(exE.U.) in inverno? almeno, forse, si divertiranno i bambini con le candele, come con la neve / dunque, gli occidentali sarebbero prigionieri di bugie e hopium, come DorothyGale(JudyGarland) beatamente addormentata in un campo di “papaveri” che avrebbero il significato simbolico dell’ “oppio” (riferimento “The Wizard of Oz” (1939))?

  • natalino
    Inserito alle 03:25h, 01 Giugno Rispondi

    Come dissi in altre occasioni: “L’informazione occidentale e fatta di cazz.ate condite con mer.da”.
    Non sono mie parole ma le condivido pienamente.

  • Der einsamer Stein
    Inserito alle 07:41h, 01 Giugno Rispondi

    La (dis)informazione occidentale, in particolare i-tagliota, soprattutto quella televisiva perché quella deve sempre distinguersi nel peggio e nella stucchevole ripetitività, complice l’impatto visivo che tanto affascina i telerimbambiti, esempio le nauseanti vaccinazioni in diretta propinate durante i tempi della truffa del secolo, alias covid, fra spezzoni di filmati di repertorio o di giochi di guerra (Freccero), il soffermarsi su scene strappacuore false (e, forse?) pagate a coloro che si prestano ad atteggiarsi a vittime, fanno tutte parte della scodinzolante congrega de “La voce del padrone”. Agli ordini della nazione, l’ho già detto e (anche io) ripetuto, più terrorista, imperialista e guerrafondaia della Terra e della storia, ossia la merika. Contro la quale dovrebbero coalizzarsi tutte le altre, ma proprio tutte, al fine di farle abbassare la cresta di quel tanto che basti per farla stare buona a casa sia a farsi i fattacci suoi. Tutto qui.

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 16:09h, 01 Giugno Rispondi

    Sconfortante teatrino quotidiano su Ucraina in onda da oltre tre mesi… notizie palesemente false con immaginifiche incursioni in surreale… come nonnina che abbatte elicotteri con barattoli salsa pomodoro o videogiochi di guerra spacciati come immagini di missili lanciati su abitazioni civili…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

Inserisci un Commento