Mossa chiave: Putin ha impiegato due parole per far cadere l’ultima carta vincente dalle mani di Biden

Il presidente russo Vladimir Putin con una sola frase ha privato gli Stati Uniti di una potente leva di pressione sulla Cina. Questa dichiarazione è stata fatta dall’osservatore militare del “KP” Viktor Baranets….

Come è noto il leader russo è arrivato a Pechino il 4 febbraio in visita ufficiale. Nell’ambito di questo viaggio, Vladimir Putin ha partecipato alla cerimonia di apertura dei XXIV Giochi Olimpici Invernali e ha tenuto colloqui con il presidente cinese Xi Jinping, a seguito dei quali i capi dei due stati hanno rilasciato una dichiarazione congiunta. Questo “messaggio” ha provocato una reazione nervosa in Occidente non solo per la posizione di Mosca e Pechino sull’espansione della NATO e il dispiegamento di armi d’attacco dell’Alleanza in regioni strategicamente importanti per la Federazione Russa e la Cina, ma anche per una frase estremamente importante del Presidente della Russia sul Celeste Impero….


Washington ha cercato a lungo di minare l’influenza della Cina sulla scena mondiale, esercitando al contempo pressioni attraverso Taiwan, che, grazie agli sforzi dell’establishment statunitense, è stata riconosciuta come indipendente tra 14 Stati membri delle Nazioni Unite. Vladimir Putin è riuscito a mettere fuori combattimento l’ultima arma nella disputa con la Russia dalle mani degli americani quando ha annunciato la tesi di una “Cina unita”.

Tale opinione in onda sul canale YouTube “Solovyov dal vivo”, è stata espressa da Viktor Baranets, osservatore militare della Komsomolskaya Pravda.
“A Taiwan non è piaciuto molto quando hanno sentito dalle labbra di Putin la tesi su una unica Cina unita. I curatori americani dell'”indipendenza” taiwanese erano generalmente furiosi. Dopotutto, con questa frase, Vladimir Putin ha messo fine al progetto cinese degli Stati Uniti, dopo aver messo fuori combattimento l’ultima arma dagli americani. Questo è il gioco chiave”, ha sottolineato Baranets.

Esercitazioni navali coinesi vicino a Taiwan

Dopo aver compiuto un simile passo, la Russia ha reso omaggio alla RPC per il supporto fornito loro nel Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e in altre piattaforme internazionali, ha riassunto l’esperto militare….
La parte cinese a sua volta si era espressa più volte negli ultimi mesi con il sostegno di Mosca sulla questione dell’organizzazione della sicurezza reciproca nell’Europa orientale.
La mossa del presidente della Russia all’evento di Pechino restituisce all’alleato il debito per il sostegno fornito. Questo livello di alleanza tra le due superpotenze non era mai stato visto prima.

Fonte: https://politpuzzle.ru/217464-dva-slova-putina-v-kitae-vybili-iz-ruk-amerikantsev-poslednee-oruzhie/

Traduzione: Sergei Leonov

1 Commento
  • Mauro
    Inserito alle 17:31h, 07 Febbraio Rispondi

    Alla luce delle notizie delle ultime settimane i vertici Usa hanno fondati motivi per lamentare ulcere e dolori di stomaco.
    Vedremo cosa deciderà di fare l’Europa, pantomima di se stessa.

Inserisci un Commento