Mosca: Non dimenticheremo che l’Occidente ha fornito armi all’Ucraina


Dmitry Polyansky, primo vice rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite, ha sottolineato che la Russia non dimenticherà che i paesi occidentali hanno fornito Kiev con le armi che usano per bombardare i civili.

“Fornire armi e uccidere persone con armi occidentali… non credo che lo dimenticheremo. Questa è un’esperienza molto dolorosa che non so come si potrà superare”, ha detto Polyansky a TNT Radio .

Citando le azioni di Germania e Francia, il diplomatico ha detto: “Come possiamo dimenticarlo in una fase successiva e ricominciare da zero, quando sappiamo che l’artiglieria tedesca sta uccidendo persone in Russia e Ucraina 75 anni dopo la vittoria dell’Unione Sovietica nella Seconda guerra mondiale.”

Polyansky ha affermato che l’Occidente avrebbe aiutato l’Ucraina in primo luogo se avesse convinto il regime di Kiev ad avviare negoziati sostanziali con la Russia per un cessate il fuoco.

“Penso che il miglior supporto che i paesi occidentali, compresi gli Stati Uniti, possano dare sia quello di dare un piccolo senso alla pianificazione politica e alle azioni politiche della leadership ucraina, al fine di avviare negoziati di pace sostanziali e seri con la Russia alle condizioni del cessate il fuoco”, ha aggiunto.

Armi occidentali all’Ucraina

Ha osservato che a marzo si sono svolti negoziati tra Russia e Ucraina, “sembra che la delegazione ucraina avesse alcune idee valide che potrebbero essere considerate come base per la discussione”. “Ma all’improvviso, dopo essersi consultati con Washington e in particolare con Londra, hanno cambiato idea e sono tornati con valutazioni completamente irrealistiche su ciò che stava accadendo”, ha aggiunto il diplomatico.

“La situazione militare sul campo si sta sviluppando, per usare un eufemismo, non a favore dell’Ucraina. Più a lungo aspetteranno, peggiori saranno le condizioni per loro. Quindi, invece delle chiamate intransigenti da Washington e Londra, queste capitali dovrebbero dedicare più tempo a persuadere la leadership ucraina ad accettare la realtà e ad affrontare la verità.

Fonti: Al Alam.ir

Traduzione: Fadi Haddad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM