APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

MOSCA. I militari russi morti per le azioni irresponsabili di Israele

Il 18 settembre, il ministero della Difesa russo ha rivelato ulteriori dettagli sulla scomparsa dell’IL-20 nel Mar Mediterraneo la scorsa sera .

Secondo il portavoce del ministro della Difesa, Igor Konashenkov, l’aereo è stato abbattuto dal sistema di difesa aerea S-200 della Siria perché gli aerei F-16 di Israele l’hanno utilizzato come copertura.

” Usando l’aereo russo come copertura, i piloti aerei israeliani lo rendevano vulnerabile al fuoco di difesa aerea siriana . Di conseguenza, l’Ilyushin-20, la cui superficie riflettente è molto più grande di quella dell’F-16, è stata abbattuta da un missile lanciato con il sistema S-200 “, ha detto Konashenkov. “Il bombardamento è avvenuto non lontano dalla fregata francese Auvergne e nelle immediate vicinanze dell’aereo UIyushin-20 della Aerospace Force russa che stava per atterrare”.

Konashenkov ha aggiunto che gli aerei da guerra israeliani hanno effettuato attacchi nella zona di Latakia e deliberatamente creato una situazione pericolosa per le navi di superficie e gli aerei in quella zona. Ha aggiunto che la Russia si riserva il diritto di dare una risposta adeguata.

” Vediamo queste azioni provocatorie di Israele come ostili “, ha detto Konashenkov. “Israele non ha avvertito il comando delle truppe russe in Siria sull’operazione prevista. Abbiamo ricevuto una notifica tramite una hotline meno di un minuto prima del bombardamento, che non ha permesso di dirigere l’aeromobile russo in una zona sicura. ”

L’ambasciata israeliana a Mosca ha rifiutato di commentare la dichiarazione russa sull’incidente dell’IL-20.

Nel frattempo, le forze Russe hanno tindividuato il luogo dell’incidente dell’IL-20 abbattuto. Si trova nel mare a 27 km a ovest dell’insediamento di Banias, nella provincia di Latakia.

Nota: Questo “incidente” fornisce la prova alla Russia di Putin (fino ad oggi sempre troppo cauta con Israele) di chi sia il vero nemico della Russia e della Siria. Saranno i settori nazionalisti russi che obbligheranno Putin a prendere serie ritorsioni militari contro Israele (già preannunciate) e fermare le sue azioni aggressive e sempre impunite. La morte dei  15 militari russi dovrà essere vendicata.

Fonte: South Front

Traduzione e nota: Luciano Lago

*

code

  1. Leopardo 1 mese fa

    La ” risposta adeguata ” dei russi, dovrebbe
    essere fare tabula rasa di Tel Aviv, una volta
    per tutte.Per il bene dell’ umanità, Israele deve
    essere cancellata dalla faccia della terra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giano 1 mese fa

    La solita codardia di Sion.
    Forti coi deboli e deboli coi forti.
    Persino gli S-200 bastano per far loro paura. E quindi si sono nascosti dietro l’AWACS russo.
    La risposta russa ci sarà, ma non sarà immediata: il detto “la vendetta è un piatto che va servito freddo” vale soprattutto per i russi.
    In ogni caso, mi aspetto quanto prima una pioggia di Kalibr su centri di comando e bunker della provincia di Idlib dove sono rintanati i commandos di usraele.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Stefano Radi 1 mese fa

    Ora, al di la di qualsiasi opportunita’ politica, la risposta russa dovra’ essere all’altezza dell’ipocrisia ebraica. Sia forte, simmetrica e plateale, perche’ e’ l’unico linguaggio possibile con gli eterni prepotenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Manente 1 mese fa

    Inganno, tradimento e viltà, sono questi i principi fondanti di Israello, oltre che l’usura come arma di dominio sugli altri popoli. La vulgata storico-mediatica dei “carnefici che fanno le vittime” è durata anche troppo ed ormai è chiaro a tutti che il “vittimismo” della entità sionista è uno squallido artificio per provocare conflitti, distruzioni e guerre fra gli “stupidi goyim”, per maggior gloria del “popolo eletto” ! Solo gli sciocchi ed i massoni lobotomizzati non comprendono che una tale strategia “Non Expedit” !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 1 mese fa

      Caro Manente, concordo ! Purtroppo non tutti hanno aperto gli occhi e l’ultima volta che ho visitato il sito “affari italiani” ho letto con costernazione una tiritera lodativa su Israele che, poverino, deve difendersi tutt’intorno dai cattivoni !
      Da rimanere costernati sulla stupidità (o coglioneria)di certi giornalisti…
      Questa ennesima provocazione dei giudei avrà una risposta adeguata dalla Russia ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. amadeus 1 mese fa

    Israele é uno stato canaglia della peggiore specie, e per raggiungere i suoi criminosi obiettivi, non guarda in faccia a nessuno, e non rispetta nessuno ne nemici ne amici, meglio stare alla larga e non considerarlo mai amico ma un nemico subdolo che non esita a colpirti, chiunque tu sia, pur di ricavarne vantaggi per se.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Max 1 mese fa

    Dobbiamo ricordarci che l’oligarchia russa e di origine
    Ebrea, quindi …Cane non mangia Cane.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. sergio 1 mese fa

    Li hanno colpiti perchè sapevano di poterlo fare. Se Putin alza troppo la cresta le armi russe verranno spazzate via dalla Siria. La superiorità
    militare occidentale è schiacciante. Per questo possono prendere putin a pedate in faccia senza pagare dazio. I russi devono solo
    abbozzare e tacere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 1 mese fa

      come ieri nel 1938 vennero promulgate delle LEGGI storiche. Per il resto ti rimando sopra a studiarti a fondo il commento di leopardo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Nicola 1 mese fa

    C’è un’altra soluzione per sfruttare l’incidente in modo più diplomatico: la Russia, visto l’errore dell’esercito siriano, dovrà monitorare personalmente l’intero spazio aereo siriano… e guai a chi oserà sconfinare di un centimetro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Horus 1 mese fa

    Putin deve decidersi e non tentennare.
    Sono troppi gli aerei russi abbattuti civili e militari.

    Speriamo che il tutto favorisca la Palestina e i T.O. E che sia la volta buona che vengano sistemate le cose in quella terra i limiti della sopportazione umana.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Anonimo 1 mese fa

    SI DEVE DAR LUOGO AD UNA RISPOSTA CALIBRATA ALL’OFFESA. NON RISPONDERE AD CAZZUM…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SEPP 4 settimane fa

      Perche’ non vai dai cittadini siriani che stanno sotto i bombardamenti
      e gli dici di pazientare, tanto cosa vuoi che sia un migliaio di morti,
      quando si potra’ avere una pace calibrata.
      Qui di calibrato ci sono solo i bombardamenti che i cittadini si
      cuccano sulle loro teste.
      Potere al Popolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace