Mosca ha annunciato “l’inevitabile risposta” alle nuove sanzioni di Washington

La parte russa “respingerà decisamente” le sanzioni imposte dalla parte americana, ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

“Un comportamento così aggressivo riceverà sicuramente un rifiuto decisivo e la risposta alle sanzioni sarà inevitabile. Washington deve rendersi conto che il degrado delle relazioni bilaterali dovrà essere pagato “, cita Zakharova RIA Novosti .

“La nostra risposta è inevitabile. Sarà risolto. Lo scoprirai, credo, nel prossimo futuro. I nostri esperti sono ora direttamente coinvolti nella sua preparazione, “- ha detto la rappresentante del dipartimento.
Ha aggiunto che il corso delle sanzioni statunitensi contro la Russia “non soddisfa gli interessi delle due principali potenze nucleari”, responsabili del destino del mondo.

“In una conversazione con il presidente russo [Vladimir Putin], Joe Biden ha espresso interesse per la normalizzazione delle relazioni russo-americane. Ma le azioni della sua amministrazione (di Biden) testimoniano il contrario ”, ha sottolineato il diplomatico.

La rappresentante del dipartimento ha osservato che la responsabilità per il degrado delle relazioni tra i paesi ricade interamente sugli Stati Uniti, riferisce TASS .

Nel frattempo, una fonte diplomatica di alto livello dell’agenzia ha affermato che la risposta della Russia sarebbe stata dura. “Come accennato in precedenza, la reazione sarà dura”, ha detto.

Giovedì, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha firmato un decreto che impone nuove sanzioni contro la Russia. Secondo questo documento, gli Stati Uniti stanno espellendo 10 dipendenti della missione diplomatica russa a Washington. Anche sotto le sanzioni erano 32 persone fisiche e associazioni. Compreso Washington ha annunciato sanzioni contro sei società tecnologiche russe. Inoltre, nuove sanzioni vietano alle istituzioni finanziarie statunitensi di acquistare titoli di stato russi su IPO dopo il 14 giugno.

Putin a Lavrov

Il vicepresidente della commissione per gli affari esteri del Consiglio della Federazione Vladimir Dzhabarov ha affermato che le sanzioni americane contro un certo numero di compagnie militari in Russia non avrebbero influenzato le loro attività, le imprese non avrebbero nemmeno notato queste restrizioni.

Mercoledì, è stato riferito che l’ambasciatore americano a Mosca, John Sullivan, è stato invitato dall’aiutante presidenziale della Russia, Yuri Ushakov.

“Durante la conversazione, è stato detto … se la parte americana, sullo sfondo delle parole di Biden sulle intenzioni di migliorare i rapporti con la Russia, intraprende nuove relazioni ostili sotto forma di sanzioni, la parte russa reagirà nel modo più deciso. “, ha detto la fonte a RIA Novosti. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha confermato l’incontro tra Sullivan e Ushakov.

Fonte: https://vz.ru/news/2021/4/15/1094772.html

Traduzione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus