Mosca definisce il Novichok un marchio puramente occidentale

di Irina Dmitrieva .

I prodotti chimici della famiglia Novichok sono un marchio sviluppato in Occidente, mentre in Russia non esiste, ha detto la diplomazia russa, commentando i commenti del ministro degli esteri tedesco sul presunto sviluppo di agenti tossici di questo tipo da Mosca.

L’agente tossico di classe Novichok, che sarebbe stato scoperto in campioni prelevati dal blogger russo e avversario Alexei Navalny in Germania, appartiene a un marchio di prodotti creato in Occidente, ha detto sabato il ministero degli Esteri russo (10 ottobre).

La struttura e lo spettro di massa di questo agente tossico sono stati presentati per la prima volta nel database dell’American National Institute of Standards and Technology (NIST) nel 1998. Questi dati sono stati forniti dal Pentagono, ha ricordato il ministero. .

“Successivamente, un’intera famiglia di sostanze chimiche tossiche non coperte dalla Convenzione sulle armi chimiche è stata creata sulla base di questo composto. Almeno venti paesi occidentali hanno lavorato su questi prodotti insieme agli Stati Uniti. Novichok è quindi un marchio puramente occidentale ”, ha affermato il ministero degli Esteri russo, commentando le recenti osservazioni del ministro degli esteri tedesco Heiko Maas sulla vicenda Navalny.

L’agente Novichok è stato sintetizzato in circa 140 versioni, mentre in Russia non esiste tale sostanza, ha detto il ministero.

Affare Navalny e nuove sanzioni anti-russe

I ministri degli esteri francese e tedesco Jean-Yves Le Drian e Heiko Maas hanno dichiarato il 7 ottobre che “proposte per ulteriori sanzioni” contro Mosca erano state preparate da Francia e Germania in relazione all’affare Navalny . Secondo i due alti funzionari, Parigi e Berlino invieranno le loro proposte questa settimana ai membri dell’Unione Europea.

Maas ha detto al Bundestag lo stesso giorno che Berlino avrebbe discusso con i suoi partner europei e l’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW) una risposta congiunta all’incidente che ha colpito Alexei Navalny. Ha detto che l’UE potrebbe “molto rapidamente” adottare sanzioni contro coloro che sarebbero coinvolti nello sviluppo di agenti tossici in Russia.

Il dissidente russo Navalny, miracolosamente guarito dal micidiale veleno novichok che normalmente non lascia superstiti. Un buon pretesto per interrompere i lavori del gasdotto russo-tedesco

Presunta scoperta di Novichok a Navalny
L’OPCW aveva precedentemente affermato che una sostanza con caratteristiche simili a quelle dell’agente tossico Novichok era stata trovata nel corpo del blogger Alexei Navalny, specificando che non era nel suo elenco di sostanze sostanze chimiche vietate .

Navalny è stato ricoverato a Omsk, in Siberia, il 20 agosto dopo essersi sentito male a bordo di un aereo. Pochi giorni dopo è stato trasferito in Germania. Poco dopo il suo ricovero all’ospedale Charité di Berlino, il governo tedesco ha affermato che il signor Navalny era stato avvelenato con una sostanza di tipo Novichok .

Il Cremlino da parte sua ha affermato che Berlino non aveva informato Mosca dei suoi risultati e che era ancora in attesa di ricevere i risultati di queste analisi.

fonte: https://fr.sputniknews.com

Traduzione: Gerard Trousson

5 Commenti

  • giorgio
    11 Ottobre 2020

    Anche un neonato capirebbe quanto giochi sporco l’occidente (sotto la direzione anglo sionista) ……

  • giulio
    11 Ottobre 2020

    se almeno il 90% delle persone s’è bevuta la faccenda del covid e, quindi, della mascherina, perchè non dovrebbe bersi quella che i russi hanno tentato d’ammazzare quel pezzo di merda di navalny con qualche sostanza chimica?
    siamo in guerra e in guerra la propaganda la fa da padrona!

    • atlas
      12 Ottobre 2020

      eppure noviciok mi ricorda un qualcosa come il cioccolato, prendila dolcemente Giulio

    • atlas
      12 Ottobre 2020

      mai guardato tv giudee (come La7…a parte che di non giudee non ce ne sono), nè letto giornali giudei: la stampa, il foglio …

  • eusebio
    12 Ottobre 2020

    Putin deve stare molto attento, l’ex capo CIA Brennan ha previsto che a breve Navalny sarà presidente della Russia, dopo che Biden avrà sconfitto Trump https://twitter.com/JohnBrennan/status/1314587438568833025?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1314587438568833025%7Ctwgr%5Eshare_3&ref_url=https%3A%2F%2Fit.insideover.com%2Fpolitica%2Fla-profezia-dellex-direttore-della-cia-presto-vedremo-biden-e-navalny-al-potere.html intanto gli azeri supportati da Israele vogliono chiudere i conti con gli armeni, il piano kivunim dei kippaioli prevede che l’Azerbaigian iraniano venga unito a quello indipendente, e per farlo devono passare sul cadavere del popolo armeno, per gli ebrei quando si tratta di sterminare i cristiani o gli sciiti come in Siria è una festa.
    Il fatto che l’ex capo clintoniano della CIA sia determinato a rovesciare Putin dopo la sconfitta di Trump vuol dire guerra, e questo vuol dire che dopo toccherà alla Cina, meno male che Brennan non ha scritto che Joshua Wong non doveva diventare presidente di una Cina vassalla degli anglosionisti.
    Comunque spirano venti di guerra tra USA contro Russia, Iran e Cina, speriamo che le tre potenze eurasiatiche siano solidali e stiano oliando le armi.

Inserisci un Commento

*

code