Monsignor Hanna: Stare dalla parte del popolo palestinese è un dovere religioso e morale

L’arcivescovo cristiano greco-ortodosso di Sebastia, nella Gerusalemme occupata, l’arcivescovo Atallah Hanna, ha ritenuto che schierarsi con il popolo palestinese sia un dovere religioso, morale e umano.

In un’intervista esclusiva con il canale Al-Alam sul programma “Ospite e dialogo”, che andrà in onda più tardi nella giornata di oggi, l’arcivescovo Hanna ha invitato il mondo cristiano a unirsi a sostegno della causa palestinese .

L’Arcivescovo Hanna ha sottolineato che: “Difendere la Palestina, difendere Gerusalemme e difendere il popolo palestinese oppresso, oppresso e sofferente dal 1948, e anzi già prima di questo, dalla Dichiarazione Balfour fino ad oggi, come anche lo schierarsi con questa giusta causa è un dovere religioso, un dovere morale, un dovere umano.

L’Arcivescovo Hanna ha aggiunto: “Nel Natale in particolare, rivolgiamo il nostro appello alle Chiese cristiane nel mondo, chiedendo loro di prestare attenzione alla nostra patria ferita, al nostro popolo oppresso, e affinché la voce cristiana globale sia una voce che chiama alla verità , giustizia e sostegno al popolo palestinese”.

I dettagli nel video allegato…

Fonte: Al Alam.ir

Traduzione: Fadi Haddad

1 Commento
  • atlas
    Inserito alle 17:32h, 14 Dicembre Rispondi

    i musulmani sono con i cristiani lì fratelli di Palestina. Ottimo questo, uno dei loro capi, ma ricordo che finora gli ebrei hanno assassinato solo musulmani rappresentativi in quella terra, si vede che gli davano veramente disturbo. E non è questione di percentuali, i cristiani in Palestina sono almeno il 35%. Darsi da fare

Inserisci un Commento