Missili balistici iraniani sparati da siti sotterranei hanno messo in allerta e costretto le forze USA nei Bunker


BEIRUT, LIBANO (16:45) – Mercoledì, il Corpo delle guardie della rivoluzione islamica (IRGC) ha sparato missili balistici da piattaforme sotterranee durante il secondo giorno delle massicce esercitazioni militari “Great Prophet-14” nella parte sud-occidentale del paese.

Il successo del lancio di missili balistici completamente nascosti nel camuffamento in profondità sotto terra è stato un risultato importante che potrebbe rappresentare una seria sfida per le agenzie di intelligence nemica, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Fars.


Nella fase finale delle esercitazioni dell’IRGC, avvenuta nelle acque del Golfo Persico e dello Stretto di Hormuz, i droni della Forza Aerospaziale dell’IRGC hanno attaccato una finta portaerei nemica e hanno colpito la torre e il ponte di comando.


Gli Stati Uniti hanno messo in allerta due delle loro basi militari nell’Asia occidentale dopo un esercitazione da parte dell’Iran mediante un attacco missilistico contro una portaerei simulata di classe Nimitz.

“La CNN ha appreso che le basi statunitensi di Al-Udeid e Al-Dhafra sono state messe in allerta questa mattina quando gli indicatori dell’intelligence hanno mostrato che un missile iraniano potrebbe essere diretto lì. È stato detto allo staff di rifugiarsi per diversi minuti nei bunker ” , ha riferito Barbara Starr, corrispondente del Pentagono per l’agenzia di stampa statunitense CNN .

Da parte sua, anche Lucas Tomlinson, corrispondente del Pentagono per la televisione statunitense Fox News , ha confermato l’incidente, affermando che “i missili sono caduti” abbastanza vicini “a (base USA) Al-Dhafra negli Emirati Arabi Uniti e Al -Udeid in Qatar, (generando) preoccupazione ”.
Secondo il giornale Air Force Magazins , gli Stati Uniti hanno modificato il modo in cui la loro Air Force opera ad Al-Udeid, dove non ospita più i suoi bombardieri strategici perché questi si trovano nel raggio di missili iraniani. Invece, invia bombardieri in schieramenti più diversificati o li manda in altri luoghi distanti, ha aggiunto.

Basi Militari USA nell’area del Golfo

Inoltre, i caccia Sukhoi-22 dell’IRGC hanno bombardato e distrutto obiettivi predeterminati nelle Isole Faror con bombe alate.
Le esercitazioni congiunte delle forze aerospaziali e navali dell’IRGC hanno svolto un ruolo importante nelle simulazioni strategiche hanno dimostrato tattiche sorprendenti, tra cui l’istituzione di sistemi di comando congiunti, controllo congiunto, tattiche combinate e metodi di combattimento.

Operazioni di combattimento missilistico di successo sono state eseguite sparando due missili terra-superficie Hurmoz e Fateh e un missile balistico contro obiettivi specifici, nonché lanciando missili di difesa aerea che colpivano gli obiettivi assegnati con precisione.
Inoltre, i droni Shahed 181, Mohajer e Bavar hanno attaccato con successo e distrutto ipotetici bersagli e posizioni nemiche in questa fase delle esercitazioni.

Fonti: Al Masdar NewsHispan Tv

Traduzione e sintesi : Luciano Lago

4 Commenti

  • dolphin
    29 Luglio 2020

    Formidabile !!! se fai un picnic da quelle parti, ti puoi ritrovare a cavallo di un missile che ti sbuca da sotto il c…lo, che fighi questi Iraniani

  • eusebio
    30 Luglio 2020

    Gli USA sono una potenza finita, i tedeschi li hanno obbligati a portare via 12000 uomini dalla Germania occupata che anela all’indipendenza come noi italiani, ma di questi solo 5000 sono tornati in paatria, gli altri andranno in Belgio, altro paese sotto occupazione che dovrebbe essere liberato dall’esercito francese, in Polonia che presto capirà quanto era meglio l’occupazione militare russa, e purtroppo in Italia, probabilmente a copertura della massiccia immigrazione afroislamica che sta arrivando in queste ore, forse imposta dai padroni sionisti e wahabiti al decadente governo USA.
    L’Italia ormai è una delle ultime province dell’impero anglosionista, pure la Germania che vuole fortemente il North Stream 2 ormai sta sfuggendo al controllo degli ammereCani i quali a breve dovranno evacuare le ultime basi in un paese che ha tutta l’industria ormai associata a quella cinese.
    Anche in Italia mentre la FCA del sionista Elkann chiude stabilimenti e linee di produzione due aziende cinesi dovrebbero aprire stabilimenti per auto elettriche in Emilia e Campania.
    Mentre il dollaro è in declino verticale, con una svalutazione drammatica ridotta solo dall’emissione di trilioni di dollari in pochi mesi da parte della FED, la Cina continua ad espandere la sua colossale base industriale e tecnologica.

    • maramaldo
      30 Luglio 2020

      Il domino cinese del pianeta non sarebbe migliore di quello anglosassone…

      • atlas
        30 Luglio 2020

        non credo che i cinesi abbiano mai avuto l’ambizione di sottomettere a loro tutti i popoli del mondo alla stregua di cani da guardia o altro bestiame da soma

        i giudei democratici sì

Inserisci un Commento

*

code