Miqdad: L’Occidente vuole gli aiuti per raggiungere i terroristi e la presenza degli Stati Uniti in Siria deve finire


Il ministro degli Esteri siriano, Faisal Miqdad, ha accusato i Paesi occidentali di cercare di far passare gli aiuti umanitari a “elementi terroristici”, sottolineando la necessità che questi aiuti passino solo da Damasco.

Parlando a RT, Miqdad ha sottolineato che “l’obiettivo principale dell’Occidente è quello di fornire aiuti a elementi terroristici come Jabhat al-Nusra, ISIS e gli Elmetti Bianchi”.

Ha aggiunto: “Se gli Stati Uniti sono onesti riguardo agli aiuti, allora la Siria è pronta a portarli attraverso Damasco, non attraverso il confine siriano-turco o qualsiasi altro confine”.

Al-Miqdad ha sottolineato che agli Stati Uniti “non importa della vita del popolo siriano”, e la prova di ciò è che non ha revocato le misure coercitive e le sanzioni che Washington vuole per impedire di far entrare in un ” pezzo di pane”. “se fosse in grado di farlo.

Il ministro siriano ha sottolineato che “la presenza Usa in Siria è illegale, ed è condannata e non consentita secondo le risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell’Onu, e deve cessare immediatamente”.

Riguardo al vertice che ha riunito il presidente russo Vladimir Putin con il suo omologo americano Joe Biden, Mikdad ha sottolineato che “l’agenda che Biden ha portato non ha avuto successo, perché la parte americana non è sincera sui temi della sicurezza e della cooperazione strategica, né sulla questione della Siria”.

Miqdad ha anche espresso “l’alta fiducia di Damasco nella Russia”, aggiungendo di ritenere “il presidente Putin ha detto alla sua controparte americana cosa dovrebbero fare gli Stati Uniti per porre fine alla loro presenza in Siria, smettere di interferire nei nostri affari interni e smettere di sostenere le organizzazioni terroristiche”.

Fonte: AL Alam.ir

Traduzione: Fadi Haddad

Nessun commento

Inserisci un Commento