Ministro Difesa Iran: Gli Emirati Arabi Uniti hanno la responsabilità di destabilizzare la sicurezza nel Golfo


Il ministro della Difesa iraniano, Hamir Hatami, avverte gli Emirati Arabi Uniti e i paesi del Golfo di essersi uniformati al piano sionista , dal canto suo l’Iran continuerà a fornire aiuti a tutti i movimenti di resistenza contro l’occupazione sionista, avvertendo gli stati del Golfo di “trovare un punto d’appoggio per i sionisti nella regione”.

“La metodologia iraniana è una deterrenza efficace e affronteremo qualsiasi minaccia, e la nostra strategia è una difesa attiva, come nel caso del nostro confronto con i terroristi”, ha detto Hatami in una conferenza stampa oggi, domenica, alla vigilia della Giornata delle industrie della difesa iraniana.

Hatami ha accennato all’accordo Emirati-Israele per normalizzare le relazioni e alla presenza di una nave da guerra straniera al largo delle coste del Libano e ha detto: “L’entità sionista è un’entità che usurpa le terre palestinesi e uccide bambini ed è malvagia in ogni senso della parola, e quello che è successo è un tradimento del popolo palestinese e dei popoli della regione, se questi vogliono trovare un punto d’appoggio per l’entità sionista. Nella regione creerà uno stato di insicurezza e loro ne sono responsabili, e questo li danneggerà “.

Hatami ha anche accennato ai rapidi sviluppi regionali e globali e ha sottolineato che “questi sviluppi ci pongono di fronte a un ambiente in evoluzione, che ci impone di affrontare questi cambiamenti in modo appropriato”.

Ha sottolineato che “l’Iran non ha ambizioni esterne, ma allo stesso tempo possiede una forza deterrente efficace”, sottolineando: “Dove c’è una cospirazione contro di noi o contro i paesi della regione in cui è intrecciata la nostra sicurezza, noi la affronteremo”.

Il ministro della Difesa ha rivelato che venerdì prossimo assisterà alla presentazione di nuovi prodotti nelle industrie della difesa, mentre i nuovi risultati nel campo delle industrie missilistiche, della difesa aerea, dei droni e della potenza marittima saranno annunciati nella seconda metà del corrente anno iraniano.

Ha anche rivelato l’apertura di una linea di produzione e sviluppo di carri armati negli stabilimenti della provincia di Rustan, sottolineando che “questo risultato ci consentirà di migliorare le nostre capacità scientifiche e tecniche, e lavoreremo per sviluppare i carri armati delle forze armate al livello del carro armato russo T90 e del carro armato iraniano avanzato Karrar”.

Netanyahu con l’Emiro degli Emirati Arabi Uniti

Sull’imminente fine dell’embargo sulle armi all’Iran e sull’incapacità di Washington di estenderlo, il ministro della Difesa iraniano ha detto: “Coglieremo le opportunità per garantire alcune delle nostre esigenze di armamento e tecniche, e lavoreremo per esportare tecnologie, servizi e attrezzature necessarie ai paesi amici”.

Il presidente iraniano Hassan Rouhani , da parte sua, ha dichiarato: “Gli Emirati Arabi Uniti si sono trasformati in un nemico dei paesi della regione e del mondo islamico, ed è diventato un alleato dell’entità sionista, sottolineando che ha commesso un grosso errore”.

Rouhani ha avvertito gli Emirati: “Attenzione, voi state aprendo la strada a” Israele “nella regione.

Il capo del Consiglio iraniano della Shura, Muhammad Baqir Qalibaf, ha ritenuto da parte sua che l’accordo Emirati-Israele sia un “chiaro tradimento dei valori umani”. Ha detto che difendere la Palestina oggi e combattere l’entità sionista è diventato un chiaro criterio per definire coloro che rivendicano giustizia e verità.

Il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif , ha parlato in un’intervista esclusiva,dichiarando che “Israele non prevarrà sulle aspirazioni dei popoli e il tradimento degli Emirati Arabi Uniti non ha alcun effetto” , affermando che “quello che è stato fatto da Abu Dhabi è sfortunato ma non è nuovo”.

Fonte: Al Mayadeen

Traduzione:Fadi Haddad

1 commento

  • atlas
    17 Agosto 2020

    nella foto si nota l’arabo giudeizzato wahhabita avere sopra il velo come copricapo DUE specie di corde: ebbene indicano le due linee sopra e sotto la stella di David della bandiera giudaica, ovvero il loro sogno, dal Nilo all’Eufrate

    verranno puniti, in questa vita e nell’altra

Inserisci un Commento

*

code