Ministro della difesa russo: “Usa e NATO continuano a svolgere attività provocatorie nello spazio aereo e nelle acque del Mar Nero”


Sergei Shoigu ha affermato che un certo numero di paesi “sta cercando di aumentare la propria presenza militare vicino ai confini meridionali e occidentali della Russia”.

Il ministro della Difesa russo Sergey Shoigu ha detto martedì che gli Stati Uniti e la NATO continuano con “attività provocatorie” nel Mar Nero, mentre le autorità ucraine cercano di destabilizzare la situazione nella regione del Donbass.

“Il corso distruttivo della leadership militare e politica dell’Ucraina persiste, cercando questi di destabilizzare la situazione nel Donbass. Gli Stati Uniti e la NATO continuano a svolgere attività provocatorie nello spazio aereo e nelle acque del Mar Nero”, ha detto.

Truppe NATO nei paesi baltici

Gli Stati Uniti e la NATO spostano le forze verso i confini occidentali della Russia, denuncia il ministro della Difesa russo
In quel contesto, ha descritto come “difficile la situazione militare e politica nella direzione strategica sud-occidentale”, aggiungendo che ciò è in gran parte dovuto “ai tentativi di un certo numero di stati stranieri di aumentare la loro presenza militare vicino ai confini meridionali e occidentali della Russia”. .

Il ministro della Difesa ha ribadito che le truppe russe del Distretto militare meridionale sono costrette ad aumentare le proprie capacità belliche a causa dei tentativi della NATO di contrastare la normalizzazione della situazione in diversi paesi della Transcaucasia e del Medio Oriente. Shoigú ha indicato che i militari in quel distretto hanno ricevuto nel 2020 “più di 3.200 unità di armi moderne e attrezzature militari”.

La scorsa settimana, Shoigu ha denunciato che gli Stati Uniti e la NATO stanno mobilitando forze verso i confini europei della Russia. Questa mossa fa parte della più grande esercitazione militare della NATO in 30 anni, Defender Europe 21, che ha dispiegato 40.000 truppe e 15.000 unità di equipaggiamento militare, inclusi aerei strategici, vicino ai confini russi.

Dopo aver indicato che gli Stati Uniti hanno raddoppiato le operazioni di ricognizione aerea e intensificato le operazioni di ricognizione navale vicino ai confini russi, il ministro della Difesa russo ha sottolineato che la NATO esegue fino a 40 eventi di pratica operativa ogni anno in Europa “di natura ovviamente anti-russa”.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: Luciano Lago

10 Commenti
  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 16:59h, 20 Aprile Rispondi

    comunque pure l’anno scorso c’era Fusaro che continuava a ripetere che l’esercitazione Defender Europe 2020 era pericolosa, non si era mai visto nulla di simile, video di carri armati trasportati sui treni, ecc
    e poi alla fine non è successo nulla e noi ci ritroviamo ancora quell’imbecille di speranza al governo…

  • antonio
    Inserito alle 17:33h, 20 Aprile Rispondi

    il serpente capitalista è alla fine ha perso la faccia, il mondo si informa liberamente, le sirene fraudolente dellastampa di regime sono inascoltate, i crimini commessi in 70 anni pesano come macigni, nessuno muoverà un dito in favore dei servi corrotti dei miliardari ladri della NATO, se insistono contro la Russia il Mar Nero sarà la loro tomba

    • Niko
      Inserito alle 19:10h, 20 Aprile Rispondi

      da Mare Nero sara’ ribattezzato Mare Morto, o Mare Tombo

  • Ubaldo Croce
    Inserito alle 18:56h, 20 Aprile Rispondi

    Caro Arditi, Speranza éun analfabeta di Potenza pdiota indottrinato. Hanno messo la più testa di legno a fare danni. Speranza era destinato a fare il pastore sull’Appennino lucano. Un giorno mentre Burioni lo sburioni andava a caccia di vaccini nei paraggi di Potenza si imbatté in Speranza. Fu un colpo di fulmine fra i due e…zac! Burioni lo ha fatto diventare un ministro della sanità. Il sindacato dei pastori lucani si è giustamente lamentato. Gli sono state tilte due buone braccia per la pastorizia lucana.

    • Niko
      Inserito alle 19:11h, 20 Aprile Rispondi

      meno male che poi c’e stato l’avvicendamento del caporale Terranova nei campi

  • eusebio
    Inserito alle 19:10h, 20 Aprile Rispondi

    La tensione tra il defunto impero anglosionista e la Grande Eurasia è ormai al limite, nel Donbass le salve di artiglieria tra ucraini e novorussi ormai sono continue, e a giudicare da come l’artiglieria novorussa centra le batterie ucraine si vede come al comando dell’artiglieria novorussa ci siano ufficiali russi e a quello dell’artiglieria banderista ci siano imbecilli ufficiali USA, britannici o canadesi, mentre a Taiwan sta arrivando una cospicua fornitura di obici semoventi USA, da usare quando tra non molto arriveranno le divisioni dei marines cinesi.
    Tra l’altro sembra che quando il Padreterno si inventa una disgrazia la prova sugli ucraini, gli ammereCani li hanno obbligati a nazionalizzare Motor Sich e per ritorsione i cinesi hanno chiesto 3,6 miliardi di dollari di danni e da primo partner commerciale dell’Ucraina hanno azzerato tutti gli scambi.

  • Anonimo
    Inserito alle 19:23h, 20 Aprile Rispondi

    Mah!!! inceneriscili putin, non deve rimanere neanche un filo d’erba specialmente in quel cesso di paese chiamato united states of america….

  • Monk
    Inserito alle 20:26h, 20 Aprile Rispondi

    Mi dispiace ma questa non è controinformazione, bensì cretinate di pseudo contendenti che fanno chiacchiere per rincoglionire anche i dissidenti, soprattutto. Bisogna illudere anche chi è contro il globalismo, ma alla fine, tutti i poteri religiosi e politici sono satanici, ficcatevelo nella zucca una buona volta per tutte.

  • mario
    Inserito alle 20:54h, 20 Aprile Rispondi

    il vero problema di tutta l “umanita”” = EBREI SIONISTI ASHKENAZI……………………………..

  • Sam
    Inserito alle 09:15h, 21 Aprile Rispondi

    Ma è ovvio, che se fosse stata un’informazione proibita, veramente contro, non apparirebbe nemmeno qui, come avevo già detto. Sempre ci si sente dire l’ovvio e lo scontato come “La grande rivelazione” ….

Inserisci un Commento