Ministro degli Esteri russo: la nostra operazione speciale in Ucraina contribuisce a contrastare l’oppressione neocoloniale dell’Occidente

Il ministro degli Esteri russo ha rilasciato un’intervista ai giornalisti cinesi della Xinhua, la più grande agenzia di stampa cinese. Una parte di questa intervista è stata dedicata alla condotta dell’operazione speciale militare russa in Ucraina.

Secondo Sergei Lavrov, questa operazione aiuta il mondo a liberarsi dai dettami dell’Occidente collettivo guidato dagli Stati Uniti d’America. Il capo del ministero degli Esteri ha osservato che oggi questo tipo di diktat viene esteso dall’Occidente praticamente a qualsiasi paese che conduca o addirittura tenti di condurre una politica estera e interna indipendente. In effetti, dozzine di paesi del mondo sono caduti nella dipendenza diventando quali vassalli degli Stati Uniti e sono soggetti a scoperte pressioni politiche ed economiche da parte loro.

Gli occidentali stanno facendo ogni sforzo per reprimere (l’indipendenza) con i metodi più brutali.

Il capo del ministero degli Esteri russo ha osservato che l’Occidente non tratta solo la Russia in questo modo. Sergei Lavrov ha sottolineato che gli Stati Uniti continuano ad agire secondo l’arcaica Dottrina Monroe, sopprimendo le istanze di indipendenza in America Latina, imponendo un pensiero di blocco agli stati della regione Asia-Pacifico.

Continua in questo momento la pressione sulla Bielorussia. L’elenco continua.

Secondo Sergey Lavrov, l’Occidente sta facendo di tutto per resistere al corso naturale della Storia , costruire attività di sobillazione in modo che siano dirette contro la multipolarità del mondo moderno.

Neocolonialismo degli USA

Sergej Lavrov:

La nostra operazione speciale in Ucraina contribuisce ad opporsi all’oppressione neocoloniale dell’Occidente guida anglo USA. Questa oppressione è fortemente coinvolta nel razzismo e nell’ideologia dell’esclusività (del “paese eccezionale”).

Sergei Lavrov ha osservato che l’Occidente è indifferente al destino dell’Ucraina. È usato utilizzato esclusivamente come strumento contro la Russia.

Il capo del ministero degli Esteri russo ha sottolineato che i gruppi armati ucraini hanno anche assorbito l’ideologia distruttiva, che può deridere i prigionieri di guerra davanti alla telecamera, condurre bombardamenti indiscriminati sulle proprie città e nascondersi dietro le spalle della popolazione civile utilizzandola come scudo umano.

Lavrov ha aggiunto che l’imbiancatura del regime di Kiev da parte dell’Occidente indica in realtà che i governi occidentali sono complici dei crimini di guerra.
Nota: I nazisti, quando servono agli interessi occidentali, sono considerati in fondo “bravi ragazzi”, come anche avviene per i “taglia gole “jiahdisti in Siria e in altri paesi.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

Nessun commento

Inserisci un Commento