Ministro degli Esteri russo: i paesi occidentali mentono sulle esplosioni al Nord Stream proprio come hanno mentito in precedenza sugli accordi di Minsk

Il capo del ministero degli Esteri russo ha ricordato le recenti confessioni degli ex leader di Germania e Francia, Angela Merkel e Francois Hollande, secondo cui gli accordi firmati a Minsk e approvati dal Consiglio di sicurezza dell’Onu sono serviti solo per dare a Kiev il tempo necessario per costruire il suo potenziale militare.

Durante il suo discorso alla Duma di Stato, Lavrov ha sottolineato che i leader occidentali hanno mentito allora e continuano a mentire adesso, nascondendo le informazioni in loro possesso sugli attacchi ai gasdotti Nord Stream. Inoltre, il capo del ministero degli Esteri russo ha definito una confessione le dichiarazioni dei politici ucraini sull’interruzione dell’attuazione degli accordi di Minsk.

In precedenza, il giornalista americano e attivista per i diritti umani Seymour Hersh, nel suo articolo, ha sottolineato il coinvolgimento della leadership statunitense nell’attacco terroristico ai gasdotti russi. Il giornalista ha affermato che, secondo le sue informazioni, il sabotaggio è stato effettuato dal personale della Marina degli Stati Uniti utilizzando veicoli sottomarini per piazzare bombe e l’esplosione è stata effettuata tramite radiofari norvegesi circa tre mesi dopo lo stesso processo di estrazione.
I rappresentanti della leadership militare e politica americana, come previsto, negano il loro coinvolgimento in questi attacchi, definendo le informazioni rilasciate da Hersh una bugia e una finzione.

Ministro Lavrov

Ricordiamo che, ad esempio, le esecuzioni di massa di civili in Iraq erano anche chiamate bugie e finzioni negli Stati Uniti, fino a quando questa informazione non è stata resa pubblica dal sito WikiLeaks, i cui dati sono stati trasferiti da un soldato dell’esercito americano Bradley Manning. Successivamente è stato mandato in prigione. Anche il destino del fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, è ben noto.
Washington è sempre pronta a reprimere coloro che dicono la verità sui crimini delle élite politiche e militari americane.

Nota: L’Impero delle bugie non si smentisce mai.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM