Ministero della Difesa russo: le Forze Armate Ucraine hanno preparato una provocazione coi corpi di persone morte nella regione di Kharkov

MOSCA, 8 gennaio/ Radio Sputnik. I servizi speciali dell’Ucraina hanno preparato una provocazione su larga scala nella regione di Kharkov, hanno aperto le tombe in alcuni cimiteri e deturpato i corpi, ha riferito il ministero della Difesa russo.
I corpi dei cittadini ucraini sono stati gettati in “fosse” appositamente preparate alla periferia dei centri abitati, ha osservato il dipartimento della difesa. Pertanto, i servizi speciali ucraini valuterebbero di far passare i cadaveri dissotterrati come prova di “torture” e di “fucilazioni” dei russi.

“Rappresentanti dell’Ufficio investigativo statale e del Servizio di Sicurezza dell’Ucraina hanno organizzato il lavoro di apertura delle tombe nei cimiteri degli insediamenti di Kazachya Lopan, Velikij Burluk, Shipovatoe e Khatnoe nella regione di Kharkov, dove sono stati sepolti i residenti locali, morti per cause naturali durante il periodo di presenza delle truppe russe in queste aree dal 24 febbraio al 6 settembre 2022”, afferma la pubblicazione del dipartimento sul canale Telegram.
Il ministero della Difesa russo ha aggiunto che i rappresentanti dei servizi speciali ucraini e delle forze dell’ordine fotografano i corpi dei morti e imitano anche il lavoro degli esperti forensi in presenza di falsi testimoni.

“Con metodi antiumani, il regime di Kiev, sullo sfondo dell’assenza di un qualsiasi successo sul campo di battaglia, cerca di mantenere l’attenzione del pubblico occidentale e di convincere i partner stranieri del regime di Kiev sulla necessità di continuare il suo ulteriore sostegno”, ha concluso il dipartimento.

Radio Sputnik, in precedenza, aveva già ha riferito che l’ex deputato della Rada Ilya Kiva aveva parlato di un’eventuale preparazione, da parte di Kiev, di una provocazione su larga scala.

Fonte: https://radiosputnik.ria.ru/20230108/provokatsiya-1843525569.html

Traduzione di Eliseo Bertolasi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM