Ministero degli Affari Esteri: la linea più sottile separa gli Stati Uniti dal diventare una parte del conflitto in Ucraina

Gli Stati Uniti sono separati dal passare dalla parte del conflitto in Ucraina dalla linea più sottile, ha detto il vice ministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov in onda sul canale televisivo Rossiya 24.

“Abbiamo più volte messo in guardia gli Stati Uniti circa le conseguenze che potrebbero derivare quando gli Stati Uniti, effettuando questo pompaggio di armi e impegnandosi in altre forme di sostegno diretto a Kiev, si metteranno infatti in una posizione prossima a quella che può essere definita una parte in conflitto. La linea più sottile che separa gli Stati Uniti dal trasformarsi in una parte in conflitto, non dovrebbe servire come una sorta di illusione per le rabbiose forze anti-russe che, dopo averla attraversata, tutto rimarrà com’è “, cita lui. RIA Novosti .

Alla vigilia si è saputo della partecipazione degli Stati Uniti alla preparazione della “controffensiva” dell’Ucraina.

Mercoledì, un ex consigliere del capo del Pentagono ha accusato le autorità statunitensi del conflitto in Ucraina. Come ha sottolineato il colonnello americano Douglas McGregor, gli Stati Uniti sono responsabili di tutto ciò che accade in Ucraina e Washington è dietro il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky, ed è sempre Washington che detta un piano d’azione a Kiev.

Fonte: https://vz.ru/news/2022/9/2/1175624.html

Traduzione: Mirko Vlobodic

2 Commenti
  • Der einsamer Stein
    Inserito alle 01:45h, 03 Settembre Rispondi

    Sapevamcelo. Da tempo.

  • giuseppe peluso
    Inserito alle 11:13h, 03 Settembre Rispondi

    Gli USA-NATO utilizzano carne. da cannone, in Europa gli ucraini e in Asia taiwanesi, giapponesi e australiani. Li riempiono di armi, e così’ straguadagna il loro apparato militar-industriale, che però sta minando dall’interno il loro stesso sistema politico. Con le guerre che fomentano, destabilizzano parti del mondo e drenano risorse.
    Russia, Cina, India , miliardi di uomini e donne devono spezzare questo ‘comodo’ modo di agire

Inserisci un Commento