MINACCIA PER L’OCCIDENTE: la nuova alleanza militare della Russia con la Cina definita “mortale” dai giornali britannici



L’alleanza “mortale” della RUSSIA e della Cina metterebbe effettivamente fine allo status degli Stati Uniti come la principale superpotenza mondiale, ha affermato un esperto.

Questo è quanto ha scritto un analista internazionale, Mark Hodg, per conto del giornale The Sun e riflette le opinioni anche di altri analisti occidentali.

Martedì, Mosca ha dichiarato di aver intensificato la sua “cooperazione” militare con Pechino alla luce delle costanti e ripetute provocazioni di Washington, compresi i bombardieri nucleari statunitensi che volano vicino ai loro confini.
Le tensioni tra Occidente e Russia sono al punto di ebollizione per causa del conflitto in corso in Ucraina e della crisi dei migranti in Bielorussia.

Allo stesso modo, Isabel Sawkins, ricercatrice presso la Henry Jackson Society specializzata in tematiche della Russia, ha dichiarato a The Sun Online che l’unione delle forze tra Russia e Cina potrebbe “potenzialmente potrebbe essere catastrofica” per le potenze occidentali.

Ha detto la Sawkins : “Portare la Cina nella cooperazione militare con la Russia è un’aggiunta mortale per l’Occidente.

“Questo significherebbe che la posizione dell’America nel mondo sarà assolutamente fatta a pezzi.

“Se la Russia e la Cina lavorano insieme nella loro difesa, gli Stati Uniti andranno nel panico assoluto.

” Questo perché la Cina ha una avuto una ascesa straordinaria nel mondo. Non è solo un’economia enorme, ha così tanto potere in tutti i settori, quello industriale, economico, tecnologico e militare.

“Avresti la Cina che lavora con la Russia ed entrambi hanno questa acredine verso l’Occidente – e questa li unisce. È una prospettiva davvero terrificante”.

Ad agosto, Mosca e Pechino hanno preso parte a esercitazioni di guerra congiunte e hanno firmato un cosiddetto patto di “fratellanza” che “stabilisce rapporti di gemellaggio”.

Questa settimana, alla luce delle esercitazioni statunitensi, secondo quanto riferito a soli 20 km dal confine russo, il ministro della difesa del Cremlino Sergei Shoigu ha rivelato che le due potenze euroasiatiche hanno intensificato la loro alleanza militare nella difesa contro il comune nemico.

Shoigu ha detto: “In questo contesto, il coordinamento russo-cinese sta diventando un fattore stabilizzante negli affari mondiali”.

I due paesi hanno concordato durante una videochiamata di aumentare la cooperazione tra le loro forze armate quando si trattava di esercitazioni strategiche e pattugliamenti congiunti, ha affermato il ministero della Difesa russo.

La signora Sawkins ha affermato che se la partnership militare si svilupperà sarà “terrificante” per l’Occidente.

Ha detto: “Se la Russia e la Cina finiscono per lavorare insieme, vorranno mettere l’America giù di qualche piolo.

“Mosca e Pechino non pensano che l’America meriti di essere questo attore globale in prima linea su tutto a dettare le sue direttive agli altri paesi (come lo pensa Londra N.d.R. ).

“L’amministrazione Biden – la sua reputazione è stata offuscata da ciò che è accaduto in Afghanistan e questo ha portato molte persone a mettere in dubbio la credibilità degli Stati Uniti quando si tratta di interventi e attività militari all’estero”.

Sulle implicazioni per l’Europa e la Gran Bretagna, ha affermato: “È terrificante per il Regno Unito perché noi siamo significativamente più vicini al confine con la Russia rispetto agli Stati Uniti, ha detto l’analista britannica.

“Siamo molto, molto vicini a Mosca”.
L’America non sarebbe in grado di combattere da sola Russia e Cina.

La signora Sawkins ha affermato che se la Russia e la Cina dovessero attaccare le forze americane, il Regno Unito dovrebbe essere pronto ad intervenire.

La stessa ha osservato: “L’Europa sarà coinvolta nel pasticcio. Dobbiamo assicurarci di essere pronti nel caso in cui si verifichino gli attacchi- in quel caso dobbiamo entrare. Fondamentalmente dobbiamo stare in guardia.

“L’America non sarebbe in grado di combattere la Russia e la Cina da sola. L’America avrebbe bisogno di partner occidentali e penso che uno dei primi a cui verrebbero da noi”.

All’inizio di questo mese, la Russia ha avvertito che le relazioni con l’Occidente sono “quasi al punto di ebollizione” mentre le tensioni aumentano sui migranti al confine tra Polonia e Bielorussia.

Con la Nato e le forze russe che giocano al gatto e al topo, Putin ha detto che avrebbe “semplicemente distrutto” qualsiasi paese che dovesse invadere il territorio del suo paese.

Negli ultimi giorni i funzionari statunitensi hanno avvertito più volte che la Russia potrebbe tramare un’invasione dell’Ucraina, con il Cremlino che ammassa 100.000 soldati al confine. La Russia ha smentito.

Gli analisti britannici sorvolano sul fatto che USA, Regno Unito e altre potenze della NATO hanno trasferito alle frontiere russe ingenti forze militari e unità navali missilistiche USA nel Mar Nero in evidente messaggio ostile verso la Russia (N.d.R.).

Inoltre il regime di Putin è stato accusato di alimentare la crisi migratoria in corso tra Bielorussia e Polonia e di aver persino inviato i propri bombardieri nucleari nell’area.

La Bielorussia – soprannominata l’ultima dittatura d’Europa – è stata accusata di “armare” la migrazione contro l’UE, innescando una tesa situazione di stallo lungo il confine con la Polonia con truppe da entrambe le parti. Anche tale accusa è stata smentita dalla Russia.

Fonte: The Sun.co.uk

Traduzione e commento: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus