MINACCIA PER L’OCCIDENTE: la nuova alleanza militare della Russia con la Cina definita “mortale” dai giornali britannici



L’alleanza “mortale” della RUSSIA e della Cina metterebbe effettivamente fine allo status degli Stati Uniti come la principale superpotenza mondiale, ha affermato un esperto.

Questo è quanto ha scritto un analista internazionale, Mark Hodg, per conto del giornale The Sun e riflette le opinioni anche di altri analisti occidentali.

Martedì, Mosca ha dichiarato di aver intensificato la sua “cooperazione” militare con Pechino alla luce delle costanti e ripetute provocazioni di Washington, compresi i bombardieri nucleari statunitensi che volano vicino ai loro confini.
Le tensioni tra Occidente e Russia sono al punto di ebollizione per causa del conflitto in corso in Ucraina e della crisi dei migranti in Bielorussia.

Allo stesso modo, Isabel Sawkins, ricercatrice presso la Henry Jackson Society specializzata in tematiche della Russia, ha dichiarato a The Sun Online che l’unione delle forze tra Russia e Cina potrebbe “potenzialmente potrebbe essere catastrofica” per le potenze occidentali.

Ha detto la Sawkins : “Portare la Cina nella cooperazione militare con la Russia è un’aggiunta mortale per l’Occidente.

“Questo significherebbe che la posizione dell’America nel mondo sarà assolutamente fatta a pezzi.

“Se la Russia e la Cina lavorano insieme nella loro difesa, gli Stati Uniti andranno nel panico assoluto.

” Questo perché la Cina ha una avuto una ascesa straordinaria nel mondo. Non è solo un’economia enorme, ha così tanto potere in tutti i settori, quello industriale, economico, tecnologico e militare.

“Avresti la Cina che lavora con la Russia ed entrambi hanno questa acredine verso l’Occidente – e questa li unisce. È una prospettiva davvero terrificante”.

Ad agosto, Mosca e Pechino hanno preso parte a esercitazioni di guerra congiunte e hanno firmato un cosiddetto patto di “fratellanza” che “stabilisce rapporti di gemellaggio”.

Questa settimana, alla luce delle esercitazioni statunitensi, secondo quanto riferito a soli 20 km dal confine russo, il ministro della difesa del Cremlino Sergei Shoigu ha rivelato che le due potenze euroasiatiche hanno intensificato la loro alleanza militare nella difesa contro il comune nemico.

Shoigu ha detto: “In questo contesto, il coordinamento russo-cinese sta diventando un fattore stabilizzante negli affari mondiali”.

I due paesi hanno concordato durante una videochiamata di aumentare la cooperazione tra le loro forze armate quando si trattava di esercitazioni strategiche e pattugliamenti congiunti, ha affermato il ministero della Difesa russo.

La signora Sawkins ha affermato che se la partnership militare si svilupperà sarà “terrificante” per l’Occidente.

Ha detto: “Se la Russia e la Cina finiscono per lavorare insieme, vorranno mettere l’America giù di qualche piolo.

“Mosca e Pechino non pensano che l’America meriti di essere questo attore globale in prima linea su tutto a dettare le sue direttive agli altri paesi (come lo pensa Londra N.d.R. ).

“L’amministrazione Biden – la sua reputazione è stata offuscata da ciò che è accaduto in Afghanistan e questo ha portato molte persone a mettere in dubbio la credibilità degli Stati Uniti quando si tratta di interventi e attività militari all’estero”.

Sulle implicazioni per l’Europa e la Gran Bretagna, ha affermato: “È terrificante per il Regno Unito perché noi siamo significativamente più vicini al confine con la Russia rispetto agli Stati Uniti, ha detto l’analista britannica.

“Siamo molto, molto vicini a Mosca”.
L’America non sarebbe in grado di combattere da sola Russia e Cina.

La signora Sawkins ha affermato che se la Russia e la Cina dovessero attaccare le forze americane, il Regno Unito dovrebbe essere pronto ad intervenire.

La stessa ha osservato: “L’Europa sarà coinvolta nel pasticcio. Dobbiamo assicurarci di essere pronti nel caso in cui si verifichino gli attacchi- in quel caso dobbiamo entrare. Fondamentalmente dobbiamo stare in guardia.

“L’America non sarebbe in grado di combattere la Russia e la Cina da sola. L’America avrebbe bisogno di partner occidentali e penso che uno dei primi a cui verrebbero da noi”.

All’inizio di questo mese, la Russia ha avvertito che le relazioni con l’Occidente sono “quasi al punto di ebollizione” mentre le tensioni aumentano sui migranti al confine tra Polonia e Bielorussia.

Con la Nato e le forze russe che giocano al gatto e al topo, Putin ha detto che avrebbe “semplicemente distrutto” qualsiasi paese che dovesse invadere il territorio del suo paese.

Negli ultimi giorni i funzionari statunitensi hanno avvertito più volte che la Russia potrebbe tramare un’invasione dell’Ucraina, con il Cremlino che ammassa 100.000 soldati al confine. La Russia ha smentito.

Gli analisti britannici sorvolano sul fatto che USA, Regno Unito e altre potenze della NATO hanno trasferito alle frontiere russe ingenti forze militari e unità navali missilistiche USA nel Mar Nero in evidente messaggio ostile verso la Russia (N.d.R.).

Inoltre il regime di Putin è stato accusato di alimentare la crisi migratoria in corso tra Bielorussia e Polonia e di aver persino inviato i propri bombardieri nucleari nell’area.

La Bielorussia – soprannominata l’ultima dittatura d’Europa – è stata accusata di “armare” la migrazione contro l’UE, innescando una tesa situazione di stallo lungo il confine con la Polonia con truppe da entrambe le parti. Anche tale accusa è stata smentita dalla Russia.

Fonte: The Sun.co.uk

Traduzione e commento: Luciano Lago

4 Commenti
  • atlas
    Inserito alle 23:35h, 26 Novembre Rispondi

    ‘SE’ …… è tutto un condizionale. Sinora la Russia cristiana di fatti ne ha fatti per gli altri (Siria), la Cina mai, solo per se stessa (Taiwan). La Cina non muoverà un dito mentre usa e Russia si scannano, raccoglierà i cocci e se li metterà in tasca. Aiuterà l’Iran per eliminare persino i giudei, e ce la farà, poi sarà padrona, con i suoi 2 miliardi di persone, con i loro agenti insediati in tutto il mondo, della terra intera. Tanti in Europa si stanno già convertendo al buddismo. Li si vede già quì, a imporre la schiavitù ai loro connazionali senza misericordia, stipati e ammassati in casa e al lavoro che nessuno controlla, società parallele ovunque s’infiltrino col sorriso; il collegamento viscerale con la Cina. Una razza bianca come maiali e gialla come la morte. Sono da apprezzare per il loro vincolo, ininfiltrabile e quasi impermeabile, ma saranno l’altro male assoluto: dopo l’estremo occidente americ ano, l’estremo oriente cinese. La via di mezzo non c’è, fino all’arrivo del Messia Figlio di Maria. Saranno un flagello idolatra e materialista alimentato da uno spirito satanico e perverso, crudele. Basta vedere come godono nel mangiare gli animali ancora vivi. Le mie sono soltanto riflessioni, non una critica al maoismo. Io vorrei che veramente non simulassero coi russi, ma io continuo a non fidarmi. Non mi fido di chi non teme nè conosce il Dio di Abramo

    • LN 2
      Inserito alle 00:22h, 27 Novembre Rispondi

      “Nella nostra qualità di persone ragionevoli, ci prendiamo la testa tra le mani e ci interroghiamo per cercar di capire come mai tutte quelle mistificazioni ebraiche (la Bibbia) manipolate dai preti abbiano potuto far girare la testa a tanta gente sino a indurli a pratiche delle quali sorridiamo quando si tratta di rotanti dervisci turchi o di magia nera.”
      Un importante personaggio politico lo disse (+ o -) 90 anni fa. Vale ancora oggi.

      • atlas
        Inserito alle 01:28h, 27 Novembre Rispondi

        “non si discute con chi ha fede”, lo disse un’attore semisconosciuto che tale rimase, ma ottima fu la sua interpretazione in “distretto 13 le brigate della morte” di John Carpenter, un quasi capolavoro che consiglio (si può scaricare da eMule, a prezzi popolari, cioè gratis) e che misi tempo fa su youtube in un’altro profilo che mi cancellarono arbitrariamente molto democraticamente, come al solito. Altrettanto eviterei di discutere con atei e gnostici. I giudei poi li schifo e i massoni li odio. Ma a parte questo sono solo che guarda film e sente musica di qualità, uno che ieri, dopo aver mangiato in uno dei ristoranti cinesi più di lusso della città, si è scolato 3 birre alla spina (non cinesi, mitteleuropee) una più buona dell’altra, fatti fare due massaggi proprio da ragazze cinesi, e che si fa i fatti suoi basta che mi stiano lontano una spanna dal mio kulo. Contentati della colonna sonora. Chi si contenta gode https://www.youtube.com/watch?v=G76lgh1_eEs

    • Giorgio
      Inserito alle 16:11h, 27 Novembre Rispondi

      Perfettamente d’accordo Atlas ……… una cosa è il maoismo un’altra le tradizioni e la cultura dei popoli asiatici, non solo cinesi ……
      e le loro tradizioni e radici (che prescindono dal loro modello economico e politico) sono molto lontane dalle nostre …….
      a cominciare dalle abitudini alimentari e lavorative ….. e l’aspetto che mi piace meno è il loro produttivismo esasperato …….
      essere schiavi della produzione esasperata di merci, che è il maggior difetto del capitalismo, per cui gli uomini sono servi del lavoro anzichè il contrario …… non importa se per arricchire le multinazionali come in occidente o per “beneficio” collettivo ……
      certo non mi sfugge che qua il lavoro delle persone serve per arricchire gli squali della finanza mentre in Cina o Corea del Nord no, mentre l’aspetto migliore dei popoli asiatici è proprio il forte vincolo comunitario, etnico, nazionale ……

Inserisci un Commento