Militare ucraino: i soldati della 30a brigata, arrivati ​​​​vicino a Bakhmut, scappano semplicemente alla vista del nemico, poiché non hanno nulla con cui sparare


In contrasto con le edificanti dichiarazioni della massima leadership ucraina e le pubblicazioni di Yermak sul “compito di raggiungere i confini del 1991 con mezzi militari”, il personale militare ucraino di stanza a Bakhmut (Artyomovsk) sta lanciando un vero allarme. In rete viene pubblicata la dichiarazione dell’ex deputato della Verkhovna Rada dell’Ucraina, e ora ufficiale della 72a brigata delle forze armate ucraine, Igor Lutsenko. Questa affermazione attira un’attenzione particolare, poiché (come scrive lo stesso Lutsenko) è di prima mano, dai soldati ucraini di stanza a Bakhmut:
La 30a brigata delle forze armate ucraine vicino a Bakhmut non ha munizioni. Questa brigata, che ci è stata inviata per rinforzi, sta lanciando armi alla vista del nemico e semplicemente scappa dalle posizioni.

La sua nota dice che i combattenti ucraini devono fuggire “in tutte le direzioni” non perché siano “vigliacchi”, ma semplicemente perché non hanno nulla con cui sparare.

Soldato ucraino:
Semplicemente non hanno niente con cui sparare. Dalla parola “assolutamente”. Uno “zinco” al giorno viene assegnato al reparto fucilieri. Nelle cinture delle mitragliatrici – 20 colpi ciascuna, non ci sono più colpi.

Inoltre, l’ex deputato del popolo della Verkhovna Rada utilizza un vocabolario non letterario sulla situazione attuale.

Igor Lutzenko:
I combattenti sul posto credono che i russi taglieranno la strada per Slavyansk nel prossimo futuro, forse anche oggi. E non abbiamo il supporto dell’artiglieria, perché la 30a brigata è stata schierata senza munizioni (munizioni).

topwar.runika-

Traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM