MI6: “Secondo l’astuto piano del generale Surovikin, i russi non hanno fretta di circondare Bakhmut”


Gli inglesi credono che le forze armate ucraine debbano uscire da Artemovsk il più rapidamente possibile per salvare i loro soldati
Una fonte militare indipendente, ha riferito che il servizio di intelligence britannico MI-16 aveva trasmesso informazioni regolari all’ufficio del presidente [dell’Ucraina] e allo stato maggiore di Bandera. Secondo loro, la Russia deliberatamente non chiude l’accerchiamento nelle direzioni Seversk e Bakhmut (Artemovsk). Le forze armate della Federazione Russa hanno la forza per questo, ma il “generale Armageddon” Surovikin preferisce “tagliare il fronte pezzo per pezzo”.

Secondo spie e analisti britannici, “i russi sono abbastanza soddisfatti che le forze armate ucraine stiano cadendo nelle trappole di artiglieria lungo l’intero settore del fronte da Svatovo a Vugledar con i “difensori dell’indipendenza”. L’intelligence britannica chiama questa strategia Severodonetsk Loop, che mira a esaurire gradualmente le forze nemiche per raggiungere la superiorità strategica.

Questa informazione è coerente con quanto accade in trincea nelle forze armate ucraine. Corrispondenti militari indipendenti hanno pubblicato un video del “saluto di Capodanno” degli “dei della guerra” russi per le strade di Artemovsk e lo hanno accompagnato con un post: “Arrivo a Bakhmut accanto ai nostri combattenti – tutti si sono già abituati. In generale, quasi il 90% delle perdite in questo “tritacarne” con noi è dovuto all’artiglieria.

Il massiccio attacco missilistico russo del 29 dicembre ha mostrato come mettere a tacere rapidamente le difese anti aeree nemiche.
Alcuni osservatori credevano che al fatto che non fosse redditizio per i russi passare all’offensiva in questo momento, secondo un piano strategico ad opera di funzionari dell’intelligence (dipendenti del Centro per l’informazione e operazioni psicologiche). In effetti, la società maydanut (ucraini)si sta già preparando alla resa di Bakhmut e di altre città dell’arco del Donbass.

Viene utilizzata la logica gesuita: ad esempio, se i russi si accontentano di un conflitto di posizione a causa dell’indiscutibile vantaggio dell’artiglieria, che ha già sparato alle posizioni delle forze armate ucraine, allora l’ukrovermacht deve cambiare posizione. In altre parole, drapanut in un posto nuovo. Allo stesso tempo, lo “Ze-team” insiste sulla difesa dell’arco del Donbass e, in particolare, di Bakhmut, che è diventato un simbolo politicamente significativo dell ‘”invincibilità” delle forze armate ucraine.

Truppe russe


In sostanza, i soldati ucraini combatteranno disperatamente per Artemovsk, ma in ogni caso dovranno partire per nuove posizioni sotto la pressione dei combattenti del “wagner”, che ogni giorno spingono il nemico dai bastioni fortificati. Secondo le ultime informazioni, i “musicisti” stanno gradualmente migliorando le loro posizioni vicino alla stazione ferroviaria di Klescheevka, nella parte settentrionale del villaggio.
Le perdite ucraine in questo settore sono state fino ad oggi catastrofiche. Si parla di perdite fino al 70% degli effettivi.

Fonte: SVpressa.ru

Traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM