Mentre La Sea Watch entra a Lampedusa, altri sbarchi si susseguono e la “sceneggiata umanitaria” prosegue sui media

di Luciano Lago

Non ci voleva molto a capire che la nave della ONG, entrata a Lampedusa dopo un braccio di ferro di 15 giorni circa con il ministro Salvini, avrebbe avuto una grande copertura mediatica e i tanti sostenitori della migrazione incontrollata si sarebbero strappati i capelli per dimostrare che bisogna “essere umani “ed accogliere tutti gli africani che vogliono sbarcare nel nostro paese, quali che siano.
Gli attacchi e le denunce contro il “feroce minstro” che nega lo sbarco ai “naufraghi” diventano sempre più forti ed a questi si aggiungono i partiti della sinistra globalista, da “Più Europa e Più Sbarchi ” ,all’immarcescibile PD di Zingaretti che continua a sostenere la linea dei porti aperti e dell’accoglienza, nonostante le “sberle” subite nelle varie elezioni succedutesi negli ultimi mesi.

D’altra parte, al fronte mediatico pro migrazioni, non è sembrato vero darsi con l’occasione un ritocco d’immagine. Dopo l’imbucata Emma Bonino, la “culattona inchiavabile” Merkel, il campione di copia e incolla R. Saviano, l’acida Litizzetto, il “grande statista”, Mimmo Lucano e l’akkulturato Fabio Fazio, come dice il nostro amico Ouday Ramadan, non rimaneva che prendere a immagine della Open Society la “capitana” tedesca della nave corsara See Watch. La “capitana corsara, la nuova eroina che ha osato sfidare il “bieco ministro Salvini. Un cambio di immagine non da poco per il fronte sorosiano.

Il “fronte sorosiano”: Saviano, Mimmo Lucano, Boldrini

In Italia, sul fronte globalista, “Avanti Tutta” con i nuovi pirati del mare, potrebbe essere il nuovo motto dei sorosiani con Roberto Saviano e David Parenzo alla testa di una flotta di barche di salvataggio, decise a far aprire i porti, costi quello che costi, per dare una segno di “umanità” e “civiltà”. Quella stessa umanità e civiltà che è mancata a questi partigiani del miliardario nel segnalare il trasferimento in Italia dei migranti legati e sedati ,attuato per via aerea dai “civilissimi “paesi nordici come la Germania che fornisce “lezioni di civiltà” all’Italia di Salvini e Conte.

Tanto meno, il fronte mondialista dei pseudo intellettuali aveva mostrato comprensione per le povere vittime delle guerre di destabilizzazione della NATO, come in Libia, che hanno portato all’assassinio di migliaia di civili e alla distruzione di un paese. Una guerra d’aggressione della NATO incoraggiata e sostenuta dall’ex presidente Napolitano e dagli altri esponenti piddini nel 2011 da cui hanno preso mossa le tante ondate di migranti.

Esperienze poi ripetute in Siria e che hanno visto anche in Africa altri esperimenti di destabilizzazione come in Somalia e Sudan. Gli “umanitaristi a comando” si muovono soltanto quando loro conviene e per le cause giuste segnalate loro dal loro principale George Soros, spalleggiato anche dall’ONU e da Papa Francesco, il vero “leader della sinistra globalista” che non risparmia le sue prediche ed i suoi anatemi pro migrazioni ed abbattimento di mura (tranne quelle della Città del Vaticano).

Adesso il fronte mondialista non disdegna di appoggiare la pirateria in mare, se questa è per “una causa giusta”, portare torme di migranti in Italia quale mano d’opera di riserva per le multinazionali, per le mafie che popolano la penisola e, non da ultimo, per fornire una nuova base di consenso alla sinistra mondialista che ha perso la sua vecchia base operaia dei “Cipputi, personaggi mitici ormai scomparsi e sostituiti con gli pseudo intellettuali sbob alla Saviano ed alla Gad Lerner.

Gli italiani che si lamentavano della presenza di migranti nelle periferie degradate devono abituarsi, forze molto possenti premono per aprire i varchi ed i porti alle ondate di migranti e non sarà Salvini a fermare queste ondate : lui pensa di chiudere i porti ma in realtà non ha il controllo della situazione ed è restio a prendere l’unico provvedimento serio che potrebbe arginare l’ingresso illegale di migranti clandestini nei porti italiani: il blocco navale ai limiti delle acque territoriali. L’ONU, la UE, il Papa, e la NATO non gli consentono di prendere simili provvedimenti.

2 Commenti

  • Max Dewa
    28 Giugno 2019

    Digitate” il telegiornale Rap che insegna a emigrare” pare di stare all’Inferno una Guerra infinta con LA bodrini quella Strega Malata Mentale da dover rimpiangere la Santa inquisizione Orfini Del Rio De Magistris e altri diavoli traditori da patibolo che continuano a Tradire gli Italiani , nessuno che riesca fermare st’ invasione e poi in aggiunta quelli che gia’ sono sul suolo patrio clandestinamente continuano a rimanerci

  • Max Dewa
    28 Giugno 2019

    Digitate:” una lunga estate Mohamed konare” ” ci tocca prendere lezioni da tutti ! Non cita gli ebrei ma pare piu per paura che altro ormai anche I negher l’hanno capito che dietro a tutto ci stanno I Giudei

Inserisci un Commento

*

code