Mentre i TG italiani parlano di missili intercettati al 99%, le notizie documentate da fonti diverse smentiscono la propaganda di Israele

I video trasmessi da fonti arabe (Al Mayadeen e altre) mostrano le enormi esplosioni causate dall’impatto dei missili e droni sul territorio della Palestina occupata.
Si sono diffuse scene video di droni iraniani che cadono sui loro obiettivi nella Palestina occupata, provocando enormi esplosioni.

Le scene hanno mostrato una serie di esplosioni in diverse aree colpite dai droni iraniani lanciati ieri sera.

Video bombardamenti su Israele

Anche altri videoclip hanno mostrato scene di incendi ed esplosioni in diverse aree prese di mira, in uno stato di estremo panico e pianto tra i coloni.

Le scene pubblicate hanno confermato, nonostante la severa censura dell’occupazione, che l’Iron Dome e i sistemi di intercettazione non sono riusciti a impedire ai missili e droni iraniani di colpire i loro obiettivi e non sono riusciti (se non parzialmente) a proteggere le città occupate e le installazioni militari prese di mira.

Le scene pubblicate dai giornalisti israeliani mostravano anche una serie di missili che colpivano obiettivi nel Negev.

La dichiarazione rilasciata dal Comando delle Guardie Rivoluzionarie conferma che l’operazione, denominata “Wada Sadiq”, rientra “nel quadro della punizione del regime sionista per i suoi crimini”, compreso l’attacco alla sezione consolare dell’Ambasciata della Repubblica Islamica dell’Iran a Damasco e il martirio di leader e consiglieri militari iraniani.
Non è ancora noto il bilancio delle vittime. Israele censura attentamente queste notizie.

Fonte: Al Mayadeen

Traduzione: Fadi Haddad

11 commenti su “Mentre i TG italiani parlano di missili intercettati al 99%, le notizie documentate da fonti diverse smentiscono la propaganda di Israele

  1. Per quanto imponente, il capo di stato maggiore iraniano Rezari ha specificato che era un attacco mirato a due basi. La base aerea di Nezarim nella Palestina occupata, e la stazione radar nel sud d’ Israele. Entrambe seriamente danneggiate o distrutte, come ben documentato dai video postati in questo articolo dalla redazione. Le menzogne sioniste propagandate dai nostri media, come quelle ucraine, non sono attendibili. L’ operazione iraniana d’ avvertimento e’ stato un successo. Se i sionisti continueranno ad attaccare gl’ iraniani fuori da Israele, la risposta successiva sarà ancora più potente. Per Tel Aviv non rimangono strade. Od arrendersi e ritirarsi da Gaza, o bruciare in una guerra devastante.

  2. Già che c’erano, le puttanelle mediatiche italiote-occidentaloidi, lecca culi dell’impero del male assoluto governato dagli ebrei, potevano arrivare alla percentuale del 109%, o anche del 119% di missili e droni abbattuti, tanto il popolume spregevole zombi al quale si rivolgono, per manipolarlo una volta in più a dovere, le beve tutte e questa è la loro vera, miserabile forza, visto che giornalisti non sono.

    Lo scorso anno le prostitute del male affermavano che i missili e i droni russi erano abbattuti regolarmente dai naziukro, con le wunderwaffen patriot e altre meraviglie, ma poi si è scoperto che riportavano soltanto le balle spudorate della propaganda ukronazi e nato e, infatti, vediamo a che punto è la distruzione delle strutture industriali, militari ed energetiche degli ukro.

    Quello che importa, però, visto che nell’impero comandano gli ebrei usurai e genocidi, è impedire che sgorghi spontaneo un nuovo “antisemitismo” e che la “shoah” diventi una interessante prospettiva di liberazione.

    Ciò che importa, però, è che gli iraniani, fin troppo gentiluomini e fin troppo corretti come i loro alleati russi, abbiano colpito soltanto qualche obbiettivo militare e non obbiettivi civili, limitando volutamente la loro forza d’attacco, ma questo nessuna puttanella mediatica lo mette in rilievo, quale anello della catena di disinformazione e manipolazione di massa dell’impero del male.

    Cari saluti

    Cari saluti

  3. Nell’ultimo filmato si vedono bene i missili Iraniani, avvolti da una nube rossa ……………. la interpreto come un meteorite, che data l’alta velocità “incendia” – ionizza – l’atmosfera ……………… la ionizzazione è utile anche perché istupidisce i radar, generando onde elettromagnetiche.

    1. Ciao ARMIN, ho visto i video ! E’ proprio cosi, anche se, come ribadisce EUGENIO, i nostri tv e giornali continuano a dire che sono stati abbattuti il 99 % di droni e missili ! La stessa tv ebraica riferisce di 7 missili andati a segno nella sola base aerea del deserto del Negev ! Media servi, bugiardi, servili e più realisti del re ! Ma anche per loro arriverà il momento della ricompensa che meritano ! Forza IRAN !

      1. GIORGIO ciao ! L’IRAN ha lanciato questi attacchi massici contro diverse basi militari e data l’elusività e l’efficienza di droni e missili …… e le difese israeliane non sofisticate ………….. i danni sono molto gravi. Mi risulta che nella base del deserto Negev sono stati distrutti F-35 ………………….
        Che gli americani e c. raccontino bugie in continuazione non cambia la Realtà ……………………. le perdite e distruzioni e i morti ci sono.

  4. Tutti I missili e droni in dotazione all’Iran non hanno e non funzionamo con GPS, quindi già difficile da intercettare. Hanno sparato nel mucchio I Sion e hanno avuto la fortuna di abbattere qualche drone un più letto rispetto ai missili. Il resto e solo propaganda e fuffa.

  5. Difficile pensare che i persiani non abbiano messo nel conto una risposta sionista. Sono abbastanza intelligenti per averlo calcolato in modo funzionale al loro piano che secondo l’Ayatollah Khamenei e` quello della implosione del regime ebreo-sionista entro il 2025. Non a caso tutto l’occidente sta sbandierando che l’attacco e` stato inefficace e ha dimostrato la superiorita` israeliana (vedasi The Bidon). E` evidentissimo il tentativo di lusingare é adulare Netanyahu ed il suo governo per la loro pseudo vittoria in modo da evitare l’escalation che a prescindere daí toni e dalla sicumera che mostrarano, li sta terrorizzando (vedasi Tajani, Crosetto, la cucurbitacea etc.)

  6. Si è la solita storia della volpe e l’uva solo che stavolta la volpe è stata strinata.
    La stampa dei giornalai italidioti non credo che sia più attendibile perché c’è qualcuno che ancora ci crede?
    DASVIDANIA TOVARICH
    SLAVA RUSSIA

  7. Sono perfettamente d’accordo con tutti i commenti, in particolare quello di EUGENIO ORSO, che è riuscito a replicare la mia stessa irà contro le puttanelle mediatiche leccaculi.
    E grande popolo! Che, come colpendo esclusivamente obiettivi strategici hanno sputtanato i miserevoli attacchi anglosionisti sui civili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM