Mentre i carri armati russi si spostano verso l’Ucraina, il globo si prepara alla possibilità che la terza guerra mondiale possa presto scoppiare

di Michael Snyder (*)

A quest’ora, più forze militari russe sono ammassate vicino ai confini dell’Ucraina di quante ne abbiamo mai viste prima. I leader militari occidentali affermano di essere preoccupati che i movimenti di truppe a cui abbiamo assistito negli ultimi giorni possano portare a un’invasione, e se un’invasione si verificherà, metterà a dura prova la determinazione dell’amministrazione Biden, dei leader dell’UE e dei vertici della NATO. In particolare, i falchi dell’amministrazione Biden quasi certamente non sarebbero disposti a sedersi e lasciare che i russi conquistassero tutta l’Ucraina. Probabilmente ci sarebbe una risposta importante da parte degli Stati Uniti e ciò potrebbe innescare una reazione a catena che alla fine potrebbe innescare la terza guerra mondiale.

Allora, cosa ha spinto i russi a spostare improvvisamente una massiccia forza di invasione verso l’Ucraina?

Bene, si scopre che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha sostanzialmente firmato una dichiarazione di guerra contro la Russia il 24 marzo. Il documento che ha firmato è noto come decreto n. 117/2021 e non si leggerà nulla sui media aziendali.

Ho dovuto davvero scavare per trovare il decreto n. 117/2021, ma alla fine l’ ho trovato . Ho preso molti dei paragrafi all’inizio del documento e li ho esaminati tramite Google translate …Vedi: https://www.globalresearch.ca/russian-tanks-move-toward-ukraine-globe-braces-possibility-world-war-3-could-soon-erupt/5741715

Fondamentalmente, questo decreto fa sì che la politica ufficiale del governo ucraino riprenda la Crimea dalla Russia.

Ovviamente i russi non consegneranno mai volontariamente la Crimea perché la considerano territorio russo, e quindi l’Ucraina dovrebbe prenderla con la forza.

Questa è essenzialmente una dichiarazione di guerra contro la Russia, e Zelenskyj non avrebbe mai firmato un documento del genere senza l’approvazione dell’amministrazione Biden.

Dopo la firma del decreto n. 117/2021, abbiamo iniziato a vedere le forze russe riversarsi in Crimea e nelle aree tenute dai separatisti dell’Ucraina orientale a un ritmo impressionante.

Fore russe in Crimea

I russi stanno prendendo molto sul serio la dichiarazione di guerra di Zelenskyj, ma i media corporativi nel mondo occidentale accusano l ‘”aggressione russa” dell’aumento delle tensioni nella regione.

Ma la verità è che i russi non avrebbero mai fatto nessuna di queste mosse se i guerrafondai dell’amministrazione Biden non avessero dato a Zelensky il via libera per firmare il decreto n. 117/2021.

E ciò che la maggior parte delle persone nel mondo occidentale non sa è che i combattimenti sono già iniziati in Ucraina. Il cessate il fuoco concordato nel luglio 2020 è stato violato centinaia di volte nell’ultima settimana …

La Missione speciale di monitoraggio civile dell’OSCE in Ucraina ha segnalato centinaia di violazioni del cessate il fuoco negli ultimi giorni. Il 26 marzo, quattro soldati ucraini sono stati uccisi e altri due feriti nella parte orientale del Paese.

L’esercito ucraino ha detto che i suoi soldati sono stati colpiti da un attacco di mortaio che ha attribuito alle truppe russe. La Russia nega di avere una presenza militare nell’Ucraina orientale, dove sostiene le forze separatiste.

A questo punto, il cessate il fuoco di luglio 2020 è completamente morto.

In risposta ai nuovi combattimenti, il Comando europeo degli Stati Uniti “ha elevato il suo stato di allerta al livello più alto” …

Il comando europeo degli Stati Uniti ha innalzato il suo stato di allerta al livello più alto dopo la ripresa dei combattimenti tra separatisti sostenuti dalla Russia e soldati ucraini nella regione di Donetsk nell’Ucraina orientale, segnando la fine del cessate il fuoco del giugno 2020 e le forze russe hanno iniziato a costruire attrezzature militari lungo il confine.

E abbiamo appena appreso che mercoledì il presidente dei capi congiunti ha effettivamente avuto una telefonata con la sua controparte in Russia per affrontare l’escalation della situazione …

In una dichiarazione su Facebook mercoledì, il ministero della Difesa russo ha affermato che, su iniziativa degli Stati Uniti, il presidente dei capi di stato maggiore congiunti, Mark Milley, ha avuto una conversazione telefonica con la sua controparte. “Sono state discusse questioni di reciproco interesse”, afferma la dichiarazione.

Nei giorni a venire, i media corporativi nel mondo occidentale continueranno a parlare di “aggressione russa”, ei russi continueranno a incolpare Zelensky e l’amministrazione Biden per l’aumento delle tensioni nella regione.

Alla fine, potremmo passare innumerevoli ore a discutere chi ha ragione e chi ha torto.

Ma ciò che conta davvero è impedire che tutto questo degeneri in un conflitto globale. Perché se qualcuno fa qualcosa di veramente stupido e i russi sentono il bisogno di inviare la loro forza d’invasione in Ucraina, non ci sarà mai più ritorno.

Soldati russi in Crimea

Ho avvertito di un futuro conflitto tra gli Stati Uniti e la Russia per molto tempo e non siamo mai stati più vicini di quanto siamo adesso.

Con Trump alla Casa Bianca, le relazioni con la Russia erano relativamente stabili, ma ora Joe Biden è al comando.

Biden è una testa calda che mostra segni di declino cognitivo avanzato ed è circondato da una squadra di guerrafondai determinati a mettere al suo posto il presidente russo Vladimir Putin.

I detenuti gestiscono il manicomio e non ci vorrà affatto un errore perché le cose vadano orribilmente, orribilmente storte.

*Michael Snyder ha pubblicato migliaia di articoli su The Economic Collapse Blog , End Of The American Dream e The Most Important News , che vengono ripubblicati su dozzine di altri importanti siti web in tutto il mondo.

Fonte: Global Research

Traduzione: Luciano Lago

36 Commenti
  • Eugenio Orso
    Inserito alle 17:15h, 04 Aprile Rispondi

    Penso che un’eccessiva concentrazione militare russa ai confini della maledetta ukragna, per un grande intervento difensivo, possa essere una trappola, nella quale la Russia è stata spinta dagli usanto attivando il mercenariato ukrainofono e violando apertamente Minsk.
    Infatti, se i boia usnato e atlantisti dovessero usare in tempi brevi armi nucleari tattiche, dopo l’annientamento da parte russa della feccialgia armata ukrainofona, potrebbero concentrare il tiro su aree abbastanza limitate, per distruggere le ingenti forza russe ivi concentrate …
    Sappiamo che le bestie occidentaloidi, manovrate dagli elitisti, non avrebbero alcuno scrupolo a farlo, anche se dovessero annientare, in tal modo, i resti della fecciaglia ukrainofona in rotta e sterminare un elevato numero di civili.
    Non sarebbe ancora un confronto nucleare strategico e i maledetti usa, in prima battuta, non sarebbero copliti nel loro territorio.
    Quello che potrà seguire, dopo, sarà un’escalation nucleare (ma con una parte significativa delle forze militari russe convenzionali già distrutte), oppure un “cessate il fuoco”, in extremis, che avvantaggerebbe i porci usnato.
    quella che ho delineato è una possibilità, che potrà concretarsi fra poche settimane, dopo il disgelo.

    Cari saluti

    • Niko
      Inserito alle 19:31h, 04 Aprile Rispondi

      Pur essendo molto pessimista non penso che succedera’ niente di tutto cio’ Finira’ con una prova di forza e basta, e i generali americani sono quelli che comandano e ricordiamoci un particolare molto rilevante quello di aprile dello scorso anno dove aerei militari russi portarono aiuti “diciamo medici” in USA. Questo era il segnale che i militari e i generali d’alto livello che comandano in USA appoggiavano questa spedizione altrimenti non avrebbero permesso questo “oltraggio” di ricevere aerei russi sul suolo americano…..A desso anche se il fantoccio e’ cambiato, comunque i generali che comandano sono sempre gli stessi e nessuno vuole un inverno nucleare…

      https://www.askanews.it/esteri/2020/04/01/coronavirus-la-russia-invia-aiuti-anche-agli-usa-pn_20200401_00147/

  • fai fin retta
    Inserito alle 17:16h, 04 Aprile Rispondi

    la Russia finisce con Putin

  • IVANDRAGO
    Inserito alle 18:16h, 04 Aprile Rispondi

    Non credo gli usnato utilizzino armi atomiche, questo significherebbe una risposta di rappresaglia da parte russa
    con tutto quello che potrà poi innescare successivamente.
    Vedo più probabile un attacco alla crimea o al donbass al fine di provocare una risposta diretta russa per poi applicare ulteriori sanzioni tipo blocco del NS2 o dello sputnik V o altre misure di isolamento.
    Sono certo che nel momento in cui la Russia risponderà all’attacco, immediatamente gli ukronazi fermeranno
    la loro azione (lo scopo ormai di far intervenire la Russia è raggiunto e non vorranno rischiare di essere spazzati via totalmente) e la macchina mediatica/propagandistica si metterà in moto starnazzando istericamente dell’aggressione Russa ecc ecc.
    Saluti

  • rossi
    Inserito alle 19:18h, 04 Aprile Rispondi

    Mi dispiace veramente tanto per il popolo Russo che dovrà ancora l’ennesima volta soffrire per arginare il male, ma se l’usurpatore vuole la guerra che guerra sia e che i Russi colpiscano pesantemente nelle retrovie, e se dovrà essere, meglio l’olocausto nucleare globale che il trionfo dell’operazione terroristica covid….. prevedo una pioggia di atomiche Russe, Cinesi, Pachistane, Indiane, Nord Coreane e forse Iraniane sull’occidente satanico se gli usa useranno i piedi al posto del cervello. W GESÙ CRISTO

    • atlas
      Inserito alle 23:58h, 04 Aprile Rispondi

      tutto è meglio delle mascherine

      niko, prove di forza un cazzo, in Georgia si è combattuto

    • Ben
      Inserito alle 13:30h, 05 Aprile Rispondi

      Troppo forte :), complimenti. Mi piace molto leggere questi commenti. Ovviamente non sono sempre d’accordo con quanto si dice, però mi piace lo stile.
      Li trovo anche istruttivi, informativi.
      Naturalmente non si può credere pedissequamente a tutto quanto si vede scritto, però un’informazione di qua, uno spunto di là, danno sempre nell’insieme delle idee nuove, anche diverse

  • Farouq
    Inserito alle 19:21h, 04 Aprile Rispondi

    Il confronto militare USA Russia in Ucraina potrebbe estendersi a tutto il mondo, protagonisti saranno i sommergibili

    Poi le perdite di entrambi porterà all’uso di armamento atomica, l’unico efficace contro i sommergibili

    Poi.,….

  • Capitano AQUILANTE
    Inserito alle 19:42h, 04 Aprile Rispondi

    Come disse il Gen CUSTER al trombettiere MARTINII i veri americani sono quelli con le PIUME sulla testa,ed era un razzista cosa ci dobbiamo aspettare da questa accozzaglia di immigrati senza ONORE,io spero che PUTIN si incazzi veramente e li spedisca a missili nel culo sulla luna,e GRAZI noi italiani con 175 basi conosciute più quelle occulte non ho paura per me ma per i figli e i nipoti,chi ha ancora le palle dovrebbe cacciare via questi politici di merda che hanno svenduto L’ONORE DELL’ITALIA .

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 19:50h, 04 Aprile Rispondi

      che centrano “questi politici” con chi ha svenduto l’onore dell’Italia
      se la prenda con l’anpi piuttosto, giusto che tra 3 settimane ricorre l’anniversario di questa svendita

  • antonio
    Inserito alle 21:39h, 04 Aprile Rispondi

    penso solo che la russia dovrebbe rientrare nei propri confini e lasciare l’ucraina a sbrigarsi i problemi interni..
    non fare per simili situazioni ragionamenti opposti, vedi siria…

  • Giorgio
    Inserito alle 21:46h, 04 Aprile Rispondi

    Le svendite sono tante …….
    25 luglio 43
    la fuga del re
    quella del 25 aprile 45
    Le svendite dei governi De Gasperi, Ciampi, D’Alema, Prodi …

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 04:11h, 05 Aprile Rispondi

      le svendite sono tante come da lei elencato ma nascono tutte dall’armistizio badogliano
      non mi risulta che nè la Germania nè il Giappone nonostante abbiano perso la guerra come noi siano colonie degli usa, non abbiano sovranità nazionale, non abbiano una politica interna ed estera.
      noi no, non si muove foglia che washington non voglia, persino la spia della marina rientra nel “signorsi yankee signore” volta a bloccare le regioni “ribelli” che stavano andando a chiedere lo sputnik V

      il 25 aprile non si dovrebbe festeggiare nulla e l’8 settembre dovrebbe essere proclamato lutto nazionale in quanto fu il giorno che perdemmo la sovranità faticosamente conquistata 80 anni prima

      • Giorgio
        Inserito alle 09:17h, 05 Aprile Rispondi

        Arditi ….. probabilmente conosce meglio di me il periodo storico in questione ….. e ritiene fondamentale l’armistizio badogliano dal quale derivano i misfatti successivi ….. e certamente lo è …. ma non le pare di sottovalutare i fatti del 25 luglio ?

        • Arditi, a difesa del confine
          Inserito alle 11:48h, 05 Aprile Rispondi

          il 25 luglio è diretta conseguenza del 9 luglio così come l’8 settembre è conseguenza del 25 luglio
          ma tutta la guerra è condotta male, ovviamente parlo dagli ufficiali in su, come accadde nella 1GM con quell’infame di cadorna e… badoglio, sempre lui
          i soldati diedero prova di gran coragggio nonostante le difficoltà, episodi ormai entrati nella leggenda come l’affondamento delle due navi inglesi ad Alessandira ad opera della Decima o la Folgore che ricevette l’onore delle armi ad El Alamein.
          Gente imboscata, gente che si vendeva, gente pronta a saltare la barricata al primo momento propizio, ed il 25 luglio fu proprio uno di quelli, lo stesso Ciano firmo l’ordine del giorno per la deposizione di M. ma del resto era la stessa persona che spinse per l’invasione della Grecia anche se colpe maggiori le aveva Visconti Prasca che di fronte a M. ingigantiva il numero di unità ed armi per farsi bello, poi se i tuoi consiglieri ti dicono una cosa tu cosa fai, pigli e vai in Grecia a verificare di persona che ci sono tot battaglioni o ti fidi dei tuoi consiglieri ?
          il 25 luglio fu un tradimento politico, voluto dai savoiardi, gli stessi che 25 anni prima tradivano i tedeschi e austro-ungheresi per andare ad abbracciare gli infami inglesi cospiratori, l’8 settembre fu un tradimento al popolo, il quale perse la propria sovranità e i cui effetti si vedono ancora oggi.

          • Ben
            Inserito alle 13:48h, 05 Aprile

            …e cosa dicevo io dei consiglieri? Chi è che sale al rango dei consiglieri?
            Fidarsi dei consiglieri… che ridere

          • sublime
            Inserito alle 19:01h, 05 Aprile

            La storia,non io,Armistizio di Cassibile :firma 3 settembre 1943,resa incondizionata dell’Italia agli Alleati.

          • atlas
            Inserito alle 06:16h, 06 Aprile

            ardito l’italianismo è finito

            vuoi che ti creda che sei un ‘fascista’ solo perchè citi storie o essendo nato dopo il ’45 ? Vai a difendere i confini di Harlem, tanto vivi già all’estero. Tu sei un’americanista italianista. Citi solo la storia di 70 anni fa, mai l’idea Sociale e Nazionale, a chi vuoi prendere per il culo. Il Cameratismo coi Nazionalisti italiani ci può essere. NAZIONALISTI, cioè coloro che, italiani, riconoscono che i loro confini nazionali arrivano all’Abruzzo e a Terracina non oltre, se no c’è l’odio di razza non di classe

            anche perchè i Briganti Duo Siciliani quando catturavano militari italiani non è che ci andavano lisci. L’usanza era di tagliarli il mento per prendere i baffi e il pizzo alla Vittorio Emanuele allora di moda in omaggio al sovrano per mostrarli quali trofei. Visto che citi la storia

  • Giggi251
    Inserito alle 21:59h, 04 Aprile Rispondi

    L’Ucraina non serve più agli Usa. Oramai nord stream verrà completato e la pressione dell’ucraina sulla Russia costa troppo e non produce né produrrà alcun risultato. Con un attacco al donbass o alla Crimea si fanno sparire tutte le malefatte della famiglia biden. Spero che i generali ucraini si fermino evitando l’uccisione di tanti poveri ragazzi esaltati da una propaganda falsa e isterica

    • Mardunolbo
      Inserito alle 00:27h, 05 Aprile Rispondi

      Credo che GIGGI abbia colto nel segno !

  • michele
    Inserito alle 22:25h, 04 Aprile Rispondi

    il grande teatro continua…..ogni attore recita la sua parte sulla pelle delle sfortunate genti del caso……e noi,x ora,siamo gli spettatori nella macabra recita!

    • atlas
      Inserito alle 00:39h, 05 Aprile Rispondi

      riassumendo gli ultimi sviluppi: se stai bene e non hai sintomi, devi essere tenuto sotto controllo con assidui test ed esami per scoprire se per caso invece sei malato senza saperlo. Se stai male, ovviamente, devi essere tenuto sotto controllo e venire testato assiduamente, ma non curato, perché è meglio aspettare vigilando per vedere se per caso crepi.
      Se sei un ragazzino, devi essere tenuto sotto controllo con assidui test ed esami per scoprire se per caso diventi positivo a un virus che non fa assolutamente niente ai ragazzini. Se sei un anziano, devi essere tenuto sotto controllo con assidui test ed esami perché bisogna scoprire in tempo reale se ti ammali di quel virus per cui poi non verrai curato, ma semplicemente isolato finché non crepi, solo come un cane. Se sei un adulto, devi essere tenuto sotto controllo con assidui test ed esami perché bisogna monitorare la situazione.
      Se poi per caso lavori nella sanità, oltre a dover essere tenuto sotto controllo e testato assiduamente, devi anche farti iniettare un farmaco preventivo sperimentale per forza, anche se tale farmaco preventivo dichiaratamente non ferma il contagio, per cui non cambia assolutamente un cazzo rispetto al mestiere che fai.
      Se poi vuoi viaggiare, ti daranno un passaporto speciale, ma solo se subisci quel trattamento preventivo sperimentale, che purtroppo non ferma il contagio. E già che ci sono, stanno già dicendo che, anche dopo quel trattamento, non potrai comunque viaggiare, perché appunto, il trattamento non ferma il contagio.
      Al netto di diritti, costi, rischi e benefici, l’unica cosa certa è che chiunque tu sia, qualsiasi cosa tu faccia e comunque tu stia, devi essere tenuto sotto controllo. Il perché ormai è difficile anche solo cercare di spiegarselo. Stefano Re

    • sublime
      Inserito alle 19:15h, 05 Aprile Rispondi

      Sì certo,ma forse Washington ,una disfatta di Kiev ,la potrebbe sfruttare meglio, a suo favore, piuttosto del contrario.

  • Eugenio Orso
    Inserito alle 23:08h, 04 Aprile Rispondi

    Continuo a pensare al “trappolone” … ordito nei confronti della Federazione Russa, che concentra truppe in prossimità del Donbass, in Crimea e in generale ai confini dell’ukragna atlantista (più a nord c’è la Bielorussia, alleata di Mosca).
    Dopo la malaparata dell’attacco dei mercenari ukraini, del tutto spendibili per gli usnato e l’élite, armi nucleari tattiche e/o bombardamenti e missili sulle concentrazioni (che sarnno notevoli) di truppe russe.
    Teniamo conto che la base elitista chiamata usa in questa fase non sarà toccata, perché il disastro riguarderà l’Europa.
    In seguito, o l’escalation nucleare – e allora i russi useranno i Poseidon-sistema 6 contro le coste usa e altre armi letali – oppure l'”armistizio” improvviso, con una parte delle forze russe distrutte a terra e il territorio usa “illeso”.
    Il secondo esito mi pare più probabile.
    In ciò consisterebbe il “trappolone” preparato dagli usnato per c/elitista.

    Cari saluti

    • Mardunolbo
      Inserito alle 00:25h, 05 Aprile Rispondi

      Eugenio Orso, secondo te la concentrazione di truppe russe in Crimea, se distrutte, metterebbe a repentaglio le forze armate russe ? Ho capito bene il tuo pensiero ? Fosse questo ,non ho parole per ribattere, tanto sarebbe pensiero inadatto dal punto di vista tattico-militare ! Spero di aver capito male.
      Oltre a tutto un “trappolone” non sarebbe tale perchè basterebbe una sola atomica tattica per far partire la reazione russa immediata e devastante in Europa e negli Usa. Ciò è stato espresso più volte da parte russa da alti dirigenti., per evitare proprio il dissanguamento inutile dell’esercito russo.

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 04:15h, 05 Aprile Rispondi

        no, non ha capito male, ha proprio detto così : eliminano l’esercito russo stanziato al confine ucraino con un paio di bombe nucleari e la russia sta a guardare

        • Niko
          Inserito alle 08:39h, 05 Aprile Rispondi

          Si infatti, ….e almeno qualcuno di questo sito dovrebbe avvisare la dirigenza russa di questo “trappolone”……..

      • Eugenio Orso
        Inserito alle 07:34h, 05 Aprile Rispondi

        Non solo in Crimea, ma anche quelle che entreranno in ukraina nel Donbass e da nord, per porre fine all’aggressione.
        Non necessariamente ordigni nucleari, di piccola potenza, ma anche (oppure, in alternativa) ordigni a testata convenzionale, super-bombe e missili, alto esplosivo.
        Non si tratterebbe solo delle forze russe in Crimea, ma di tutte quelle che entreranno in ukraina, che saranno molte di più, senza badare, ovviamente, alla sorte dell’ukraina ….
        La Russia non starebbe a guardare, ma prima dello scoppio di un conflitto nucleare planetario e proprio per evitarlo ci potrebbe essere un “cessate il fuoco”, abilmente orchestrato dagli usnato, preceduto da qualche ritorsione russa in Europa e nel Mediterraneo.
        In quel caso, se funzionasse, il danno in buona parte sarebbe quello inflitto all’Armata Russa …
        Capito?

      • Renato 21
        Inserito alle 09:06h, 05 Aprile Rispondi

        Volevo segnalare che ci sono altre armi oltre alle atomiche piccole o grandi che siano e non è pensabile che da un colpo di fucile o cannone si passi subito al nucleare comunque non bisogna scordare che il gioco da tavolo preferito dagli ameri-cani è il poker mentre quello dei russi sono gli scacchi . Saluti

        • Hannibal7
          Inserito alle 10:06h, 05 Aprile Rispondi

          Ottima osservazione Renato 21…
          A poker è usuale bluffare…

      • Hannibal7
        Inserito alle 10:03h, 05 Aprile Rispondi

        Sono d’accordo con lei egregio Mardunolbo
        Basterebbe un solo ordigno nucleare anche solo tattico utilizzato dalla UsNato per far scattare la rappresaglia russa….in questo Putin è stato chiaro precedentemente
        Che poi,in tal caso,bisogna tenere anche conto in che modo e da quale base avverrebbe questo attacco nucleare tattico….dalla Romania?…Polonia?…Germania?….o da qualche base in Italia o Regno Unito?….spero che nella Nato sia rimasto qualcuno con la testa sulle spalle,perché è EVIDENTE che la rappresaglia della Russia sarà devastante e innescherà qualcosa di difficile da fermare….

        • Niko
          Inserito alle 13:49h, 05 Aprile Rispondi

          e proprio per questo motivo non succedera’ niente (ti invito a leggere il mio commento all’inizio della pagina)

    • Giovanni
      Inserito alle 19:15h, 05 Aprile Rispondi

      trappolone? quale? intanto i FENOMENI della NATO devono ANCORA trovare il sottomarino russo presumo classe Varshavyanka che ne sta andando a zonzo da illo tempore e indisturbato per il Mediterraneo con l’antenna periscopio alzata a mo di dito medio verso i collghi della NATO
      ecco… incomincino a trovarlo.. poi incominciamo a ragionare….

  • eusebio
    Inserito alle 18:11h, 05 Aprile Rispondi

    L’oligarchia sionista che ha spolpato l’Ucraina non ha più polpa sulle ossa da divorare e quindi sta levando le tende, molti sono già in Israele, Kolomoisky in Svizzera, qualcuno a Londra e altri perfino in Italia, dopo la nazionalizzazione della società ormai di proprietà cinese Motor Sich l’Ucraina si è giocata sia gli investimenti che il mercato cinesi a favore della Russia, volevano assetare la Crimea ma i russi ripagheranno gli ucraini della stessa moneta deviando l’acqua del Dniepr nel Don, l’Ucraina come stato non esiste più quindi la cricca che la governa la lancerà come un corpo morto contro la Russia per poi scappare ad ovest, come forse farà l’armeno Pashnyan magari dopo aver permesso ai turchi di aggredire l’Armenia e massacrare il suo popolo.
    I politici servi dei sionisti si contraddistinguono per la loro totale assenza di moralità, hanno assorbito il tipico odio degli eletti verso i goym, quindi per i soliti trenta miseri denari vendono il loro popolo e scappano.
    Ora negli USA i circoli dominanti sionisti dopo aver scatenato la caccia al bianco colpevole di votare Trump hanno scatenato la caccia all’asiatico dandogli la colpa della Cina che sostiene l’Iran, scatenando inoltre una violentissima guerra civile in Birmania che sta compromettendo secondo i desiderata anglosionisti le pipelines cinesi, oltrechè le loro numerose aziende, e ciò potrebbe portare la Cina ad intervenire con il suo esercito, se non addirittura in caso di dissoluzione della Birmania di annetterla pezzo per pezzo.

  • Renè
    Inserito alle 19:45h, 05 Aprile Rispondi

    Hitler, la Germania Nazional Socialista fu costretta alla guerra, contro la Polonia, che, sobillata dallOccidente: UK Francia (e USA) stava praticando un genocidio di civili tedeschi, nei territori ex-tedeschi… e qui ci starebbe un discorso circa l’etnia della maggior parte dei negoziatori a Versailles, la Dichiarazione Belfour, nonchè l’etnia della sanguinaria classe dirigente che stava opprimendo l’Unione Sovietica…. fatto sta che Hitler ideò il patto Ribbentropf-Molotov, sbaragliò i pagliacci polacchi e mise al sicuro i civili tedeschi.
    Stalin che aveva l’ambizione di conquistare tutta l’Europa fu ben felice di fingere l’amicizia con Hitler, ma iniziò ad ammassare truppe, divisioni di carri ai confini…. la Russia era la maggior potenza militare dell’epoca, aveva un qualcosa come 24.500 carriarmati di ultima generazione i temibili T-34 decine di migliaia aerei, un milione di paracadutisti, divisioni meccanizzate, carri anfibi… era palesemente una forza d’urto inarrestabile alla conquista dell’Europa, mentre i fessi francesi e britannici impegnavano la Germania sul confine occidentale. Hitler dovette attaccare la Russia per non essere a sua volta aggredito alle spalle. La prova è che Zukov non fu fucilato, che i 24mila carri furono fatti a pezzi in un giorno, idem per gl’aerei… tutti ammassati, pronti all’invasione, ma… proprio per questo, non trincerati, non in assetto difensivo, fu un tiro al piccione per le artiglierie tedesche.
    Putin è un uomo del KGB conosce la storia, sa come hanno operato e come operano i mafiosi etnici che comandano l’occidente, sa che il Donbass è come i territori tedeschi in mani polacche: è un territorio russo in mano degl’ucraini, che sono russi, che non odiano i russi, ma la classe dirigente non è ucraina è di diversa etnia… dunque ammazzando i civili russi, l’etnia non ucraina, vorrebbe provocare una reazione militare di Putin ed una guerra tra NATO e Russia, da combattere in Ucraina e magari nei paesi baltici o in tutta Europa
    Il fine di chi comanda l’occidente è di annientare tutti i popoli bianchi europei, così che LORO possano vivere in “pace”,
    Un fine delirante, ma è così che LORO la pensano: soltanto con il nostro totale annientamento LORO potranno vivere in “pace”.
    Putin li conosce benissimo e non ha intenzione di cedere alle provocazioni, come fece il più avventato germanico, dunque prevederei la possibilità di un fulmineo, massiccio, schiacciante intervento armato russo (Sun Tzu docet) ma limitato ad alcune aree… oppure ad un proseguimento dell’attuale tattica di logoramento… dell’occidente, perchè è il sistema plutocratico occidentale che si sta logorando, non la Repubblica russa.

    • Mardunolbo
      Inserito alle 16:49h, 07 Aprile Rispondi

      proprio successe così !

Inserisci un Commento