Medvedev: Lo spiegamento delle truppe britanniche in Ucraina significherà una dichiarazione di guerra alla Russia

Testo: Olga Nikitina

Lo spiegamento di un contingente militare britannico in Ucraina significherebbe una dichiarazione di guerra alla Russia, ha avvertito il vicepresidente del Consiglio di sicurezza Dmitry Medvedev, in occasione della visita del primo ministro britannico Rishi Sunak a Kiev.
Medvedev, nel suo canale Telegram , si è anche chiesto come avrebbe reagito l’opinione pubblica occidentale al fatto che la delegazione britannica fosse finita sotto il fuoco delle munizioni a grappolo nel centro di Kiev, come è successo ai civili a Belgorod.

Spero che i nostri eterni nemici, gli arroganti britannici, comprendano che lo spiegamento del loro contingente militare ufficiale in Ucraina significherà una dichiarazione di guerra al nostro Paese”, ha scritto Medvedev.

Venerdì scorso Sunak ha annunciato sui social network di essere arrivato a Kiev.
Il Regno Unito fornirà ulteriori missili a lungo raggio, armi anticarro e proiettili di artiglieria come parte di un pacchetto di aiuti militari all’Ucraina nel 2024, ha affermato il primo ministro britannico Rishi Sunak.
Il primo ministro britannico ha annunciato che l’Ucraina riceverà il più grande pacchetto di aiuti militari dall’inizio della guerra, per un valore di 2,5 miliardi di sterline (3,19 miliardi di dollari). Comprenderà equipaggiamenti di difesa aerea, armi anticarro, missili a lungo raggio, migliaia di proiettili di artiglieria, nonché l’addestramento di migliaia di altri militari ucraini, riferisce la TASS .

In precedenza, il presidente ucraino Vladimir Zelenskyj e il primo ministro britannico Rishi Sunak avevano firmato un accordo bilaterale sulla sicurezza.

Missili Scalp Shadow di produzione britannica

Il vicepresidente del Consiglio di sicurezza,Dmitry Medvedev, avevaavvisato il giorno prima che, se l’Ucraina utilizzerà missili a lungo raggio forniti dalla Nato, per colpire basi nucleari in territorio russo, la Russia si sentirà autorizzata, sulla base della sua dottrina di difesa, ad utilizzare armi nucleari contro chi attuerà tali attacchi. Questo verrà considerato un attentato alla sicurezza dello Stato. La Nato è avvisata delle conseguenze.

Fonte: VZGLYAD

Traduzione: Sergei Leonov

7 commenti su “Medvedev: Lo spiegamento delle truppe britanniche in Ucraina significherà una dichiarazione di guerra alla Russia

  1. Occhio per occhio dente per dente. Ora mi chiedo gli inglesi sono stanchi di vivere???? Non sarebbe ora di sedersi ad un tavolo e farla finita di fare i giochini perversi di guerra a discapito di miliardi di persone che hanno voglia di vivere malgrado tutti i disagi che ci offrono questi criminali, miliardi buttati in armamenti e pensioni miserabili ad un essere umano. E una vera vergogna.

  2. Se il senato usa non sblocca gli “aiuti” agli ukro-nazi (con quelli aggiuntivi agli ebrei e ai collaborazionisti di taiwan) la vedo molto dura per i suddetti, nonostante qualche aiuto minore della perfida albione, perché i dollari per ora sono finiti …

    Cari saluti

  3. Gli inglesi sono guerrafondai, ma non sono più in condizione di combattere, non diciamo di vincere; e rimangono imperialisti, ma senza essere più una potenza di rango imperiale. Questa follia, il baratto fra ambizioni e realtà, fra avidità e legittimità, li spinge a azioni terroristiche o a seminare guerre combattute da altri al loro posto.

  4. Come al solito Medvedev fa sempre le solite chiacchere da troppo tempo, ormai non ci crede più nessuno, can che abbia non morde.

  5. Purtroppo non credo che gli avvertimenti di Medvedev saranno tenuti nel debito conto. Ormai è un po’ come nella storia di “al lupo, al lupo” e un po’ come nelle vulgate delle “linee rosse insuperabili” che vengono puntualmente e sprezzantemente superate senza che accada nulla. I britannici (gli americani sono più prudenti da questo punto di vista) hanno la percezione praticamente certa che possono fare quello che vogliono, perfino mandare truppe in Ucraina oltre ai missili a lungo raggio che tanto non succederà nulla. Può darsi che sia anche una strategia russa questa di farli venire fuori fino a un punto di non ritorno per sfruttare al massimo una inaspettata loro durissima reazione a sorpresa ma questo può accadere quando la Russia sarà pronta a colpire in modo tremendo senza tema di una risposta. E non è detto che forse ci siamo. La situazione a livello globale è talmente incandescente che non solo occorre tenere i nervi saldi ma occorre prepararsi ed essere pronti quando tutto starà per saltare e non ci sarà più nessuna possibilità di negoziare. Io credo che i satanisti anglo-euro-Usa-Nato vogliono proprio questo: l’ennesima guerra mondiale che forse sperano di vincere.

    1. Esatte e te Agostino , e vinceremo . Bisogna cominciare con L Iran , fare piazza pulita dei fanatici del medio oriente , israeliani inclusi , e li ci arriveremo presto . Taiwan è blindata , non ci saranno guerre li , i cinesi preferiscono fare business con gli occidentali , piuttosto che la guerra e viceversa . Poi sconfitti i chiava cammelli sarà il turno della Russia ….e infine rocket man , l obeso idiota con gli okki a mandorla

  6. We’re a group of volunteers and starting a brand new scheme in our community.
    Your website provided us with valuable information to work on. You’ve done a
    formidable task and our entire group will be thankful to
    you.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM