Medvedev: La Russia utilizzerà missili cruise e balistici in caso di guerra con la NATO

Con riferimento al crescente clima di ostiità e di mobilitazione militare che viene diffuso dai media occidentali, il vicepresidente del Consiglio di sicurezza Dmitry Medvedev ha diffuso il seguente comunicato.
Medvedev ha avvertito che la guerra tra Russia e NATO non seguirà lo scenario del Distretto militare settentrionale, ovvero la campagna della denominata operazione militare speciale.
MOSCA – In un’ipotetica guerra con la NATO, la Russia utilizzerà missili balistici e da crociera “con testate speciali”, ha detto il vicepresidente del Consiglio di sicurezza Dmitry Medvedev sul suo canale Telegram .

“Questa impostazione si basa sui nostri documenti dottrinali militari ed è ben nota a tutti. E questa è la famigerata Apocalisse. La fine di tutto”, ha scritto.

Medvedev ha spiegato che Mosca semplicemente non avrà altra scelta che una risposta asimmetrica a causa dell’incomparabilità tra il potenziale militare della Russia e quello della NATO.

Ha ricordato che l’Alleanza Atlantica è un enorme blocco militare, con una popolazione di quasi un miliardo di persone e un budget militare totale che può raggiungere 1,5 trilioni di dollari.
Medvedev ha osservato che “se, Dio non voglia, una guerra del genere dovesse verificarsi, questa non seguirebbe lo scenario della SVO” e non comporterebbe operazioni armate combinate e battaglie in trincea.

Missili Nucleari Russi

Il vice capo del Consiglio di Sicurezza ha sottolineato che i politici occidentali “dovrebbero dire agli elettori l’amara verità e non trattarli come idioti”, ripetendo il falso mantra sulla loro disponibilità alla guerra con la Russia.
Allo stesso tempo, ha osservato che i leader dei paesi della NATO non fermano tale retorica, nonostante le assicurazioni di Mosca che non ci sono piani per un conflitto con l’alleanza.
Secondo lui, lo fanno per distrarre gli elettori dallo spendere miliardi di dollari per aiutare Kiev, quando questi soldi potrebbero essere usati per risolvere i problemi sociali.
Medvedev ha definito estremamente pericolose le parole sul presunto possibile conflitto tra la Russia, la NATO e l’Unione europea.

Fonte: Ria Novosti.ru

Traduzione: Sergei Leonov

18 commenti su “Medvedev: La Russia utilizzerà missili cruise e balistici in caso di guerra con la NATO

  1. Pregherei i russi di prendere in considerazione come obbiettivi non solo i covi della nato in Italia, ma anche il quirinale, palazzo madama, montecitorio, palazzo chigi, la farnesina, il viminale, eccetera eccetera … So bene che questi sono obbiettivi insignificanti per la Federazione Russa, ma serebbero importanti per noi italiani, che aspettiamo la liberazione …

    Cari saluti

    1. Come sempre mi associo al tuo commento caro EUGENIO ! Aspetto con impazienza un vero 25 aprile che stavolta ci liberi per sempre dall’occupazione USA !

      1. Speriamo nel collasso ukronazi a est, in primavera estate di quest’anno, e nei primi segnali di guerra civile negli usa … Forza Texas!
        Pietà l’è morta!

        Cari saluti

  2. Per le “élite” tarate e idiote che comandano l’occidente, è meglio non giocare col fuoco. La Terza ROMA c’è !

  3. sul serio una mente sana puo’ pensare che l’occidente possa azzardarsi a scatenare una guerra contro la Russia? Veramente?! Dubito che specie gli americani non sappiano cosa ci sarebbe in serbo negli arsenali russi nel caso di una guerra, forse non lo sanno pienamente i loro alleati, ma loro si, e non ce li vedo proprio nei panni volontari di vittime sacrificali, perchè questo diventerebbero alla velocità della luce. No non vogliono la guerra ,almeno quella totale, se avessero avuto una sola possibilità di vincere la NATO sarebbe stata in Ucraina con tutta la sua potenza di fuoco per distruggere la Russia, in un nanosecondo. Se tanto mi da tanto non sanno che fare e sono alla canna del gas invece. Ma sentiteli i favolosi strateghi occidentali, ognuno parla per conto suo, sembrano una banda di stonati ubriachi che suonano ognuno per i fatti suoi. Gli inglesi dicono che invieranno un contingente in ucraina, tra gli americani c’è chi parla di un intervento NATO ma poi…niente soldi, i polacchi dicono che bisogna che la NATO si prenda kaliningrad e ce ne sarebbe ancora….Santo cielo non si capisce una fava! Credo che le parole di Medvedev per quanto dure, siano solo un promemoria , niente di più….almeno per ora

  4. Essere convinti di poter instaurare l’Era di Pace, senza il sigillo di Dio, è assoluta presunzione, la stessa che ebbe Erode quando decise di uccidere tutti i bambini convinto che tra essi ci fosse il Re di Giuda, Erode, non lo era, era idumeo, il diritto regale in quell’istante della storia d’Israele era del figlio dell’uomo. Però Erode decise di fermare la Storia. Oggi decidono di instaurare un Regno Globale, come se avessero la volontà di imporre un Regno…….ma la volontà di chi sarà fatta?
    Mai gli Imperi saranno coesi ed in armonia per instaurare il Regno di Pace, e se per ipotesi potessero farlo, perchè non includere la Russia come attore principale e sovrano? Non è possibile perchè la Russia è il simbolo della multipolarità, è la cerniera tra il primo mondo ed il terzo mondo. Ecco che è più facile per l’Africa dialogare con la Russia e non con gli USA, in poche parole la Russia nel mondo ha la funzione di moderatore, di arbitro che conosce le regole del gioco tradizionali. Perciò il blocco Russia&Cina non potrà mai essere sconfitto ma probabilmente loro nei prossimi decenni saranno i Regni dell’Oriente che verranno lanciati alla fine della Storia contro Babilonia oggi più Grande di ieri.

    1. Hai ragione Idea3online, <>
      Il sigillo di Dio ci sarà. Il Regno di Pace viene già ora instaurato dai Brics sotto la guida della Russia.
      Vedasi:
      Fatima (Il Santo Padre mi consacrerà la Russia, che si convertirà, e sarà concesso al mondo un periodo di pace)
      Consacrazione Russia (1984)
      Medjugorie (Il popolo russo é il popolo nel quale Dio sarà maggiormente glorificato [30.10.1981]).
      Conversione della Russia ( Papa Francesco e patriarca Kirill, Cuba, 12 febbraio 2016 : Dichiarazione congiunta, p.to 14 [… rendiamo grazie a Dio per il rinnovamento senza precedenti della fede cristiana che sta accadendo ora in Russia e in molti paesi dell’Europa orientale …])

  5. Medvedev sempre e solo parole, ma almeno questa volta hanno un senso logico, però dimentica una cosa che gli USA sono distanti, lontani da raggiungere è l’Europa che si dovrebbe svegliare e fare pressione x liberarsi dalla NATO e riallacciare relazioni paritarie con la Russia.

    1. Esattamente. Ma il vero problema è che accade il contrario. Una UE piena di burattini americanoidi che si getta nel tritacarne per accontentare i padroni.

  6. Se i russi vogliono bombardare qui in Italia ad essere sincero, per quel che mi riguarda, poco cambia. L’ importante è che prendano bene la mira.

  7. Medvedev parla chiaro e senza fronzoli. E dice cose ormai banali, per loro. Ovvio che prima di perdere contro un intero schieramento, che forse non vincerebbe lo stesso, per salvaguardare se stessa ed i propri interessi Mosca si venderebbe costretta ad usare la piena potenza militare di cui dispone. In una parola mezza Europa ed oltre sarebbe spazzata via. Beh agli americani non importa niente sappiatelo.

  8. Medvedev sostiene un ovvietà, ma per questo non meno vera. Mosca si gioca la stessa esistenza, e non esisterà ad usare ogni mezzo per sopravvivere. Nessuna resa, i folli Nato sono avvertiti. Se pensano davvero d’ attaccare direttamente, cosa di cui dubito, sarebbe il terzo conflitto mondiale e la catastrofe atomica. Perseverano a provocare un attacco russo con guerre asimmetriche per mandato, come quella Ucraina. Ai naziNato, contrariamente a russi cinesi ed iraniani, manca la carne da cannone.

  9. Il rischio di guerra generalizzata e sempre più forte, gli americani hanno schierato un presidio di Berretti Verdi nelle isole taiwanesi di Quemoy, a poche miglia da uno dei maggiori porti cinesi, se i cinesi li ammazzano scoppia la guerra atomica

  10. Gli usa sono più vicini di quanto possiamo credere
    Ogni base sarà oggetto di interesse russo
    E credetemi
    Ve ne sono innumerevoli e innumerevoli le vite umane li residenti

  11. non si parla che di guerra, ergo un ritorno alla pacificazione del mondo appare impossibile. Con i miei quasi 80 per me sarebbe un danno contenuto, mi chiedo cosa pensano le molte generazioni che sono venute dopo di me…quando ero ragazzo si facevano grandi manifestazioni per la pace…che sia passato di moda? Oppure abbiamo acquisito la consapevolezza che le masse non contano e contano solo le élite che guidano il mondo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM