Medvedev: La Russia ha il diritto di usare le sue armi nucleari


Il vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa Dmitry Medvedev ha ricordato all’Occidente collettivo a quali condizioni la parte russa ha il diritto di usare armi nucleari e ha messo in guardia Bruxelles e Washington contro minacce insensate al paese euroasiatico.

“Ancora una volta sull’uso delle armi nucleari.

I nostri nemici amano fare affermazioni magniloquenti. Usano i termini “libertà”, “democrazia”, ​​”missione”. In realtà, questa è solo una diarrea verbale rituale. Fonti di demagogia diarroica, insieme a una feroce retorica gracchiante, sono diventate un’arma a lungo collaudata del mondo anglosassone, con la quale inondano il resto dell’umanità nel tentativo di difendere la propria esclusività e il diritto di governare il mondo.

Il tema degli ultimi giorni è la minaccia nucleare russa .

Biden e Truss, vari lampeggiatori secondari e Sullivan, spruzzati di saliva atlantica, chiedono alla Russia di togliere la mano dal suo “bottone nucleare”. Tutti insieme ci minacciano costantemente con conseguenze “terribili” se la Russia usa armi nucleari. E la zia londinese, giovane di mente, è completamente pronta per iniziare subito uno scambio di attacchi nucleari con il nostro Paese (come ha dichiarato).

Devo ricordartelo di nuovo – per quei sordi che sentono solo se stessi. La Russia ha il diritto di usare armi nucleari se necessario.

Questo può avvenire in casi prestabiliti. In stretta conformità con i Fondamenti della politica statale nel campo della deterrenza nucleare.

Se noi o i nostri alleati veniamo attaccati usando questo tipo di arma. O se l’aggressione con l’uso di armi convenzionali minaccia l’esistenza stessa del nostro stato. Il presidente della Russia lo ha riaffermato direttamente di recente.

Inoltre, faremo di tutto per prevenire la comparsa di armi nucleari nei nostri vicini ostili. Ad esempio, nell’Ucraina nazista, che oggi è direttamente controllata dai paesi della NATO.

È inutile contare sulla ragione e sulla volontà politica del regime di Kiev. Ma c’è ancora una fragile speranza di buon senso e un senso di autoconservazione dei paesi nemici che lo sostengono.

Missile Sarmat russo

Quelli capiscono che, se la minaccia alla Russia supera il limite di pericolo stabilito, dovremo rispondere. Senza chiedere il permesso a nessuno, senza lunghe consultazioni. E non è sicuramente un bluff.

La domanda è diversa. Immaginate che la Russia sia costretta a usare l’arma più formidabile contro il regime ucraino, che ha commesso un atto di aggressione su larga scala pericoloso per l’esistenza stessa del nostro Stato. Credo che la NATO non interverrà direttamente nel conflitto anche in questa situazione.

Dopotutto, la sicurezza di Washington, Londra e Bruxelles è molto più importante per l’Alleanza Nord atlantica del destino dell’Ucraina in via di estinzione, di cui nessuno ha bisogno, anche se è abbondantemente rifornita di armi diverse.

La fornitura di armi moderne è solo un affare per i paesi occidentali, sebbene fortemente coinvolti nell’odio nei nostri confronti. Non più.

I demagoghi d’oltremare ed europei non vorranno morire in un’apocalisse nucleare. Pertanto, ingoieranno l’uso di qualsiasi arma nel conflitto in corso. Qualcosa come questo…

Sarebbe bello se questa triste conclusione fosse almeno in parte realizzata dalle autorità di Kiev. Ahimè, questo è quasi impossibile. Sono in costante frenesia bellica con brevi pause per bizzarri sogni di droga.

Fonte: Rusvesna .su

Traduzione: Mirko Vlobodic

9 Commenti
  • Andrea Macor
    Inserito alle 13:39h, 27 Settembre Rispondi

    Non fa una piega il discorso , se la Russia dovesse usare armi tattiche in Ucraina, n9n credo proprio che poi la nato le usi contro la Russia, a meno che non si voglia un mondo stile MadMax

  • Otan lies
    Inserito alle 16:32h, 27 Settembre Rispondi

    cmq è da folli essere arrivati fino a questo punto , diciamola la Russia ha pianificato male la cosa e l’ha finita di merda , certo l’occidente con i suoi media fake ha aizzato gli ucraini e tutti i balordi del nwo ma non va bene , va tutto assolutamente male.

  • Andrea
    Inserito alle 17:18h, 27 Settembre Rispondi

    Il sabotaggio dal parte di Nord Stream fa capire che oramai gli yankee devono essere annientati, perché ora si stanno mettendo chiaramente anche contro l’Europa, ma vaglielo a far capire a von der Cazzinculen

  • vincenzo
    Inserito alle 19:36h, 27 Settembre Rispondi

    io credo proprio che l’america non userà armi atomiche ! non dimentichiamo che il loro obiettivo é dominare il mondo !…non si giocherebbero quella che nella loro arroganza sarebbe la “meta ultima”….! e se le userà sa che perirà!

  • Farouq
    Inserito alle 20:08h, 27 Settembre Rispondi

    Quindi il nord stream di proprietà della russa Gazprom viene fatto saltare in aria dai russi stessi? Non facevano prima a chiudere i rubinetti?
    Gli americani dicono basta con la dipendenza energetica dalla Russia dovete dipendere da noi.
    Intanto il pagliaccio ucraino gongolante chiede ad alta voce per l’ennesima volta i carri armati tedeschi.
    Great Reset avanza, addio Germania

  • luther
    Inserito alle 20:36h, 27 Settembre Rispondi

    Non so cosa di preciso significhi questo ulteriore tintinnar di spade. Forse paventando il rischio dell’apocalisse si cerca di aprire uno spiraglio per le trattative, o forse il punto di non ritorno è stato superato e tornare indietro non si può più. Una cosa è certa, Putin non si fermerà. Se dovesse chinare il capo adesso, è accettare una sconfitta, il suo paese non avrebbe scampo e lui, non potrebbe fare nulla per salvarlo dagli sciacalli della nato, sarebbe la sua fine politica, ma quel che è peggio, l’occidente lo lincerebbe in stile Gheddafi questo è sicuro, per questo non lo farà mai. Chi pensa che non userà tutti i mezzi a disposizione per difendere se stesso e la sua patria é un illuso. Ne avrà il sacrasanto diritto? Certo che ne ha diritto.

  • Hannibal7
    Inserito alle 23:48h, 27 Settembre Rispondi

    Dopo il fattaccio dei gasdotti North Stream 1 e 2 l’unica e forse ultima cosa da fare è un passo indietro
    Tutti
    USA , UE , NATO, UCRAINA e RUSSIA devono fare tutti un passo indietro e trattare
    Ancora un passo avanti e finiamo tutti inceneriti
    Sta andando tutto male

    • Tacabanda1964
      Inserito alle 01:24h, 28 Settembre Rispondi

      Te lo puoi scordare che la Russia faccia un passo indietro !
      L” Orso russo si sta battendo per la sua sopravvivenza poiché è accerchiato da paesi UE suoi nemici POLITICI-MILITARI ed ECONOMICI che PRENDONO ORDINI DAGLI USA e hanno installato missili nucleari pronti a colpire la Russia e hanno ammassato un gran numero di truppe militari !
      Perciò la Russia è Obbligata a mettere sotto due metri terra i suoi paesi UE suoi nemici oppure deve “arrendersi ” cosa molto improbabile !

  • Jail To Valerio
    Inserito alle 07:21h, 28 Settembre Rispondi

    Basta parlare la gente vuole via le sanzioni , purtroppo al governo c’è una nazidonna follower di Zelepirla!

Inserisci un Commento