Medvedev ha risposto alle dichiarazioni di Sikorsky sull’attacco americano contro obiettivi russi

MOSCA, 26 maggio – RIA Novosti. Il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo Dmitry Medvedev ha risposto sul social network X alle parole del ministro degli Esteri polacco Radoslaw Sikorski secondo cui gli Stati Uniti avrebbero minacciato la Russia di distruggere le sue forze nella zona del distretto militare settentrionale se avesse usato armi nucleari.

“In primo luogo, gli yankee non hanno ancora detto nulla del genere, perché sono più cauti dei polacchi. In secondo luogo, un attacco americano ai nostri obiettivi significa l’inizio di una guerra mondiale, e qualsiasi ministro degli Esteri, anche di un paese come la Polonia, dovrebbe capirlo. “E in terzo luogo, dato che un altro polacco, Duda, ha recentemente annunciato il suo desiderio di schierare armi nucleari tattiche in Polonia, Varsavia non si farà da parte e riceverà sicuramente la sua quota di ceneri radioattive”, ha scritto Medvedev.

Missili russi predisposti

Le parole di Sikorsky sono state commentate anche dalla rappresentante ufficiale del Ministero degli Affari Esteri, Maria Zakharova, che ha consigliato al ministro polacco di parlare del ruolo di Washington nelle esplosioni del Nord Stream.

Il Cremlino ha ripetutamente affermato che Mosca non ha intenzione di utilizzare armi nucleari. Secondo Vladimir Putin , in una guerra nucleare non ci possono essere vincitori. I detrattori della Russia dovrebbero sapere che possiede tali armi, ma non minaccia nessuno, ha sottolineato il presidente.

Fonte: Ria Novosti.ru

Traduzione: Sergei Leonov

11 commenti su “Medvedev ha risposto alle dichiarazioni di Sikorsky sull’attacco americano contro obiettivi russi

  1. I dirigenti russi sono molto equilibrati e responsabili, quelli occidentali parlano da irresponsabili e criminali

  2. La filosofia d’impiego delle armi nucleari, da parte russa, non prevede il primo colpo, ma soltanto la risposta a un attacco nucleare dell’impero del male con armi di quel tipo, ma per quanto mi riguarda sono preoccupato, perché gli statunitoidi governati da una élite ebrea, sionista, filo-sionista, quindi priva di Etica e di sentimenti umani, potrebbero essere tentati dal “tutto per tutto”, cioè di sferrare un attacco nucleare a sorpresa alla Federazione Russa prima del completo collasso ukronazi sul fronte, che equivarrebbe a una loro cocente sconfitta, comunque spero che le minacce usa e nato che mirano ad “alzare l’asticella” e a “spaventare” la Federazione Russa e la sua popolazione (non riuscendoci, ovviamente), siano soltanto smargiassate verbali di un prepotente senza scrupoli che ha trovato, finalmente, chi può dargli una sonora lezione, con estremo godimento in tutto il pianeta, a partire dal sottoscritto

    Cari saluti

  3. Compaiono in modo ossessivo le pubblicità dell’Ikea e di altri inserti pubblicitari sugli articoli durante la lettura. E’ possibile rimediare o è qualcosa a cui dovrò tristemente abituarmi?

  4. Il governo polacco, una ciurmaglia di dementi lecca lecca. Sarebbero i primi a bruciare. Ma questi personaggi c’è la fanno???

  5. Dovrebbero sventrare 2 o 3 ambasciate come fanno gli anglosionisti. Poi sventrare qualche gasdotto … E poi dire agli anglosionisti: se non vi basta incolleremo la GB alla costa orientale usa ..

  6. Il nucleare fa’ paura. Ma è un arma doppio taglio, distrugge tutto. In realtà. alla luce di studi fatti proprio a Chernobyl, la natura selvaggia poco ha da temere da dirti radiazioni. I famosi atolli di Bikini. sito di diversi test nucleari Usa nel Pacifico, sono floridi di vita come prima. In Ucraina a Chernobyl stessa cosa. Le radiazioni in sostanza sono pericolose soprattutto per noi umani. Anche alla luce dei fatti giapponesi del 45, un deterrente nulla più!

  7. Gli americani odiano i russi in un modo così maniacale da avere, sembra, aperto un laboratorio di armi batteriologiche in Armenia vicino alla base militare russa di Gyumri, dove ci sono 4000 militari russi, l’unica ragione per cui i turchi ancora non hanno invaso l’Armenia.
    Mentre la Georgia combatte per la sua indipendenza, e pure lì pare ci siano laboratori di armi batteriologiche americani, il corrottissimo premier armeno messo lì da Soros fa di tutto per distruggere il suo paese, e la Russia sta cercando di rovesciarlo.
    Guarda caso Raisi il giorno dopo la sua morte sarebbe dovuto andare in visita in Armenia.
    Gli anglo sion ormai sono nella più completa disperazione, e presto potrebbero cominciare a pagare per i loro infiniti crimini.

  8. La bomba nucleare è una falsita, così come viene raccontata. E’ una bomba (molto caricata) con materiale ad alto potenziale, fosforo ed altro. Il problema può risiedere nel fatto che può essere aggiunto materiale radioattivo in quantità variabile, come anche no. Il nucleare non scoppia come raccontano, basta vedere anche le centrali ad energia nucleare, quello che succede è che la temperatura sale senza controllo, ma mai si sono viste scoppiare. Scoppiati se mai, lo sono i politici, il migliore ha la rogna.

  9. Ripeto ancora una volta che Medvedev parla parla, ma fatti 0 infatti i territori Russi vengono colpiti sistematicamente tutti i giorni, ma è mai possibile che i Russi accettino passivamente questi eventi senza una reazione che metta fine a tutto ciò.

  10. fortunatamente, la Russia ha forze e capacita per rispondere a qualsiasi attacco, condizione fondamentale che garantisce al mondo, l’equilibrio che lo preserva da una sanguinosa ulteriore guerra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM