Media ucraini: dopo l’effettivo riconoscimento da parte della SBU del coinvolgimento nell’attacco al ponte di Crimea, la Russia ha sollevato in aria i bombardieri Tu-22M


Un’allerta aerea è stata dichiarata nella maggior parte del territorio dell’Ucraina. La parte ucraina afferma che questo è dovuto al decollo dei bombardieri russi a lungo raggio Tu-22M.
Ad oggi, le sirene dei raid aerei si sentono nelle regioni di Kiev, Chernihiv, Sumy, Poltava, Kharkov, Kirovograd, Cherkasy. Allo stesso tempo, il raid aereo, come si dice nella stessa Ucraina, si “espande”.

I media ucraini scrivono che dopo il riconoscimento dei servizi speciali dell’Ucraina nell’organizzazione e nell’esecuzione del sabotaggio sul ponte di Crimea, la Russia può rispondere militarmente con attacchi combinati su obiettivi in Ucraina.

Nel frattempo, il ministero degli Esteri russo ha riferito che la decisione di attaccare il ponte di Crimea è stata presa dalle autorità ucraine con la partecipazione diretta di servizi segreti e politici americani e britannici.

Ministero degli Esteri russo:

Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna sono responsabili delle attivitò dello stato terrorista ucraino.

Ricordiamo che in precedenza la SBU ha effettivamente ammesso il suo coinvolgimento nel nuovo sabotaggio del ponte di Crimea. A seguito dell’esplosione, una delle campate della sua parte automobilistica è stata gravemente danneggiata.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

6 commenti su “Media ucraini: dopo l’effettivo riconoscimento da parte della SBU del coinvolgimento nell’attacco al ponte di Crimea, la Russia ha sollevato in aria i bombardieri Tu-22M

  1. l’ultimo trafiletto chiarisce tutto : l’europa di brussels supporta una guerra pro domo sua verso est di nuovo , il famoso “lebensraum” , non nascondiamoci è cosi’!

  2. ….la Mamma Russia per quanto tempo puo’ accettare questa situazione…..fidarsi degli occidentali e un errore la storia insegna.

  3. I vecchi tupolev 22 si sono alzati in volo solo per consumare un po’ di kerosene La Crimea è russa!? Allora l’attacco è al suolo russo. E la risposta dovrebbe essere quella più volte affermata da Putin, lavrov, medleiev, ecc. Sennò tutte le linee rosse saranno superate e con qualche pretesto la Russia potrebbe subire anche il primo strike nucleare con la risposta paralizzata e quindi addio Russia come finora conosciuta. Al suo posto coca cola hot dog è risorse vere sequestrate. È triste

  4. Putin ha affermato che seguirà personalmente la rappresaglia, stanotte ci saranno i fuochi d’artificio sull’Ucraina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus