Media russi: gli Stati Uniti consentono la libera circolazione dei terroristi del Daesh in Siria


I terroristi del Daesh (ISIS) continuano a commettere tutti i tipi di crimini contro i civili in Siria sotto gli occhi degli Stati Uniti. e ribelli che loro sostengono, rivela un media russo.

L’agenzia di stampa Sputnik ha detto martedì che gli Stati Uniti e le cosiddette forze democratiche siriane (SDS), che fingono di combattere il terrorismo, chiudono un occhio sui crimini commessi dagli estremisti takfiri dall’ISIS (Daesh, in arabo) nella provincia di Al-Hasaka, Siria nord-orientale .

I terroristi, secondo i media russi, uccidono e rapiscono civili ad Al-Hasaka, dove costringono anche i residenti a pagare “imposte” incassate dall’ISIS.

Nell’ultimo scenario di atrocità, un gruppo legato a Daesh ha arrestato un giovane e lo ha impiccato in uno stadio, nel mezzo di un evento sportivo in corso nella parte orientale della provincia di Al-Hasaka, ha riferito Sputnik , citando fonti locali.
Più tardi, gli estremisti Takfiri hanno dato fuoco al suo corpo davanti agli occhi di oltre 200 persone e hanno gridato alla folla che questa è “la punizione” che attende coloro che tradiscono i loro fratelli.

I media ricordano che dopo il rovesciamento del Daesh da parte dell’esercito siriano e dei suoi alleati, i residui gruppi terroristici si erano divisi in due; alcuni si sono uniti alle SDS, sostenute da Washington, e altri hanno continuato le loro attività terroristiche nelle piccole parti che controllano ancora nella Siria nord orientale.

Come al solito, gli Stati Uniti giocano la carta Daesh per giustificare la loro presenza in Siria con un occhio alle grandi riserve di petrolio del paese arabo, che si aggiungono alla posizione geografica strategica del paese e alla sua vicinanza all’Iraq, anch’esso un territorio ricco di petrolio.

Il governo di Damasco ha ripetutamente sollecitato tutti i paesi stranieri che hanno loro contingenti in Siria, senza l’autorizzazione del governo del presidente Bashar al-Asad, come gli Stati Uniti e la Turchia, di ritirare le loro truppe e lasciare il paese in pace in modo che Damasco possa sradicare il terrorismo.

Forze speciali USA nel nord Siria


Nota: Risulta ormai ben noto e comprovato che i gruppi terroristi jihadisti che ancora si trovano in Siria sarebbero stati totalmente eliminati e dispersi dall’Esercito siriano se questi non fossero costantemente riforniti di armi ed equipaggiamento dagli USA, dalla Turchia, dall’Arabia Saudita nel tentativo di indebolire le forze del governo di Damasco.

https://www.hispantv.com/noticias/siria/451845/estado-islamico-eeuu-guerra

Fonte: Hispan Tv

Traduzione e nota: Luciano Lago

3 Commenti

  • Alvise
    18 Marzo 2020

    E i tagliatori di teste che accoppavano i tizi occidentali vestiti di arancione dove sono finiti? Ci beviamo proprio tutto eh. Ma che cazzo di era stiamo vivendo?

  • eusebio
    19 Marzo 2020

    Nelle ultime ore in Siria si riaccendono focolai di conflitto in zone apparentemente tranquille, come il sud-ovest vicino al Golan, la zona ad ovest di Palmira, e ancora nella zona di Idlib dove i terroristi hanno prso di mira pure militari turchi.
    Evidentemente gli scontri delle settimane passate in cui i russosiriani hanno eliminato 6-7000 terroristi e qualche decina di militari turchi, con la distruzione di molti tank e blindati turchi nonchè l’abbattimento di almeno venti droni turchi, hanno fatto infuriare i mandanti USraeliani i quali hanno riattizzato focolai di tensione con miliziani islamisti fatti arrivare dalla base USA di Al Tanf.
    Dato che lsecondo gli accordi russo-turchi i terroristi dovevano evacuare la zona dell’Autostrada Latakia-Aleppo e questi non lo hanno fatto le forze russosiriane si preparano a cacciarle, con prevedibili altre migliaia di terroristi massacrati.

  • ouralphe
    19 Marzo 2020

    Mi sa che i due mano nella mano in foto si sono appena sposati.

Rispondi a eusebio cancella risposta

*

code