Media israeliani: Hezbollah ha trascinato “l’esercito” nella sua equazione… e “Kiryat Shmona” si è rivoltato contro di noi

I media israeliani confermano che “l’esercito israeliano sta oggi giocando il gioco che Hezbollah vuole che faccia” e “Kiryat Shmona” è diventato un problema strategico per “Israele.

I media israeliani hanno parlato della superiorità di Hezbollah sul fronte settentrionale, dopo aver costretto l'”esercito” israeliano a essere coinvolto nella sua lotta, e non il contrario.

I media israeliani hanno affermato: ” Hezbollah ha imparato molto sulle capacità dell’esercito israeliano, finché questo esercito non è stato coinvolto nella sua equazione”.

Ha aggiunto: “Oggi l’esercito israeliano sta giocando il gioco che Hezbollah vuole che giochi”.

Commentando ciò che è accaduto nell’insediamento di Kiryat Shmona sul confine libanese-palestinese, i media israeliani hanno affermato che questo accordo “è stato un problema tattico, si è rivolto contro di noi ed è diventato un problema strategico”.

In precedenza, i media israeliani avevano confermato che Hezbollah rappresenta una seria minaccia strategica per la sicurezza di Israele.

I media israeliani hanno sottolineato che Hezbollah possiede migliaia di missili avanzati e missili diretti contro “Israele”, sottolineando che il massiccio arsenale di armi di Hezbollah, oltre alle sue avanzate capacità sotterranee, costituisce una seria minaccia strategica per “Israele” nel nord, nel centro e sud.

Da parte sua, il commentatore degli affari arabi su Channel 12, Yaron Schneider, ha confermato che Hezbollah “non è scoraggiato”, sottolineando che “la storia della deterrenza contro Hezbollah in Libano è finita”.

Nello stesso contesto, il maggiore generale della riserva israeliana Gershon Cohen ha detto: “Siamo in guerra in tutto Israele, da un capo all’altro. La guerra è anche nel nord. Siamo molto emozionati, perché lo è Hezbollah umiliandoci con grande efficienza, e questa è una grande arte per persone come (Segretario generale di Hezbollah) Sayyed Hassan Nasrallah.

Fonte: Al Mayadeen
Traduzione: Fadi Haddad

6 commenti su “Media israeliani: Hezbollah ha trascinato “l’esercito” nella sua equazione… e “Kiryat Shmona” si è rivoltato contro di noi

  1. Francamente suggerirei agli amici israeliani di farsi un nuovo stato su un posto più sicuro per loro, magari nel nord della Groenlandia. Dopo + di 100 anni di furti ed omicidi verso i poveri palestinesi non se ne può più dei crimini di Israele. Si portino il muro da loro costruito a Gaza che ormai non serve e se ne vadano dalla Palestina una volta per tutte.

    1. Ahahahah. In Groenlandia finirebbero per fare guerra si danesi. E poi e’ ricca e sfruttabile. Antartide? Sicuramente li non litigherebbero con nessuno! Saluti Annibal.

  2. Dovete venire divorati dal fuoco, che vi ha generato, e dalla guerra che tanto piacevolmente dispensate. Malvagi, empi e depravati sionisti.

  3. Libano: cosa vuol dire avere delle Guide VERE e dei Condottieri VERI, seguiti dai Guerriglieri devoti !!!! Fai ballare il nemico con la QUINTA di van Beethoven (la Sinfonia della Morte che bussa alla porta).
    L’Israele, tanto onnipotente (dicono) …………… la quarta potenza del Mondo (dicono) con tanti soldi………. con tante armi (vetuste e difettose) non controlla un territorio occupato da decenni, come pure Gaza che ha 160 kmq di superficie !
    Vuol dire che il QI , l’intelligenza, è simile a quella anglosassone……. , un po’ più bassa, piuttosto mediocre. I FATTI CONTANO, NON LE LODI DELLA PROPAGANDA ! Nell’Israele e nell’occidente non esiste la DISCIPLINA, la SERIETA’ , ma l’improvvisazione, l’incompetenza e le chiacchere a profusione. “Chi ha la mente corrotta, la rovina lo segue”.

  4. Intanto Israele sta attivando un secondo reclutamento ausiliario. 50 mila uomini, che uniti agl’ attuali 300 mila fanno salire gl’ effettivi a 350 Mila. Servirebbero per un operazione di terra nel Libano del Sud. A questo a mio avviso serviva, la vera intenzione nascosta la tempesta Al Aqsa del 7 ottobre. La trappola si chiude. In Libano verranno accerchiati e distrutti. Inoltre lo stato assassino e’ ormai giunto al suo livello massimo di serbatoio reclute in rapporto alla popolazione. Esclusi bambini, giovanissimi e ultra cinquantenni non arrivano ad un milione di coscritti. La rovina di Tel Aviv giunge a grandi passi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM