Media internazionali: La Casa Bianca sarà furiosa per la visita del Presidente di Cuba in Russia


Gli Stati Uniti saranno furiosi per la visita del presidente cubano Miguel Diaz-Canel Bermudez in Russia, riferisce il media Sohu.

Secondo PolitRussia , il leader cubano intende incontrare il presidente russo Vladimir Putin. Indubbiamente, questo evento gioca un ruolo importante sia per Mosca che per il paese latinoamericano.
Sulla base dell’articolo, l’umore tra i rappresentanti di Washington è stato notevolmente rovinato dalla notizia del viaggio del principale cubano nella capitale della Federazione Russa.

“Dopo l’incontro del presidente di Cuba con Putin, sarà difficile per gli Stati Uniti sentirsi calmi, inizieranno a diventare isterici”, hanno riassunto gli autori di Sohu.
I media precedenti hanno riferito che Putin intende fare della Russia una superpotenza con alleanze e cooperazione con tutti i paesi ma in particolare con quelli che non si conformano con la politica di Washington e sono per questi sottoposti a sanzioni (Cuba, Venezuela, Nicaragua, Bolivia, Perù, Siria, Iran, Corea del Nord, Libano, ecc..).
Tuttavia, a Washington il suo piano non piace molto.
Il presidente di Cuba sviluppa un’ampia agenda nel suo tour in Russia
È la seconda parte di un tour internazionale che ha già portato il presidente cubano in Algeria e che ha ancora visite programmate in Turchia e Cina.

Il premier cubnano con , Dimitri Medvedev.

Il presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, ha sviluppato lunedì un intenso programma di lavoro nella capitale russa, Mosca, in vista del secondo giorno della sua visita ufficiale nella nazione eurasiatica nell’ambito di un tour internazionale.
La delegazione cubana ha reso omaggio alla tomba del Milite Ignoto Sovietico alla periferia del Cremlino, tappa obbligata per tutti i dignitari stranieri in visita nella capitale russa.

Allo stesso modo, il presidente cubano, che è anche il primo segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba, ha avuto un incontro con Guennadi Andreyevich Zyuganov, segretario generale del Partito Comunista Russo.
Il clou della giornata è stato però il ricevimento offerto dal vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa ed ex presidente della nazione, Dimitri Medvedev.

Visita al milite ignoto del premier cubano

Medvedev ha ringraziato il presidente cubano per la sua visita in Russia, descrivendo intensa questa visita di Díaz-Canel, nella quale terrà, ha ricordato, colloqui con il presidente Vladimir Putin.

Secondo l’ex presidente russo, le sanzioni contro Cuba e contro la Russia “non possono rallentare la cooperazione economica tra i nostri Paesi ei legami tra i nostri partiti”.
Il presidente cubano, da parte sua, lo ha definito un momento opportuno per visitare la Russia, anche in risposta all’invito del presidente Vladimir Putin ad inaugurare il monumento eretto alla memoria del Comandante in capo, Fidel Castro Ruz, di cui venerdì prossimo si commemora l’anniversario della morte .

Fonte: Telesur

Traduzione: Luciano Lago

7 Commenti
  • Giorgio
    Inserito alle 08:10h, 22 Novembre Rispondi

    Alleanza internazionale tra i paesi aggrediti e sanzionati, che resistono all’aggressione e alla destabilizzazione di USA-UK-NATO-UE-SIONISTI ….
    FORZA Cuba, Venezuela, Nicaragua, Bolivia, Perù, Siria, Iran, Corea del Nord, Libano, ecc. ……

  • artemisia m.
    Inserito alle 08:27h, 22 Novembre Rispondi

    esiste un commento per quelli che credono di essere il popolo eletto per ficcare il naso nella politica degli altri stati? per decidere chi deve vivere e chi deve morire?

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 09:45h, 22 Novembre Rispondi

    When we have a world USA free?…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • Tacabanda1964
    Inserito alle 12:30h, 22 Novembre Rispondi

    La Russia ha stravinto la guerra contro Ucraina-USA.-UK-UE-NATO !
    Perciò il presidente Cubano ha deciso di provare a vendere qualche milione di sigari Cubani ai Russi per festeggiare la loro vittoria !
    Tutto ciò dà molto fastidio ai criminali paesi dittatoriali “democratici” USA-UK-UE-NATO !

  • Aplu
    Inserito alle 13:21h, 22 Novembre Rispondi

    E guarda mò ben, adesso un esponente di un Paese non può neanche più fare un viaggio in un altro Paese perché questo non piace agli Ammerrikkani !
    Viviamo in questa smaccata ipocrisia ove la CIA è presente ovunque e cerca di pilotare tutto e tutti. E noi Italiani lo sappiamo benissimo!

  • Monk
    Inserito alle 15:09h, 22 Novembre Rispondi

    Mi piacerebbe vedere qualche rampa di missili Satan a Cuba, giusto per ricordare ai criminali ameri-cani che il 1962 si può ripetere e a ‘sto giro definitivamente.

    • Giorgio
      Inserito alle 08:30h, 23 Novembre Rispondi

      Anche qualche missile ipersonico con testata nucleare andrebbe bene … ricordiamo che Cuba dista dalla città Usa più vicina cioè Key West in Florida, circa 150 km. e da Miami circa 250 … che tradotto significa che un missile ipersonico che viaggiasse a 10.000 kmh piomba add0sso a Miami in meno di un minuto …. 40 secondi per essere precisi …. (10.000 diviso 250 = 40 sec.) …. anche considerando la fase di lancio, siamo sotto il minuto ….
      Bye bye america ….

Inserisci un Commento