Massimo Giletti preso a sberle dalla maestra


di Massimo Mazzucco –

Ieri sera ho assistito ad uno spettacolo indecoroso e potente insieme. Massimo Giletti è stato strapazzato come un bambino delle elementari dalla sua maestra, che gli ha impartito una poderosa lezione di storia in diretta televisiva.
Il grande scoop di Giletti doveva essere una intervista in diretta con Maria Zakharova, la portavoce del ministro degli esteri Lavrov.
Per fare questa intervista Giletti è andato addirittura personalmente a Mosca, nonostante l’ intervista si sia volta via skype, con la Zakharova comodamente seduta a casa sua (avrei potuto farla io, identica, seduto a casa mia). Ma a parte la messinscena inutile, è nei contenuti che Giletti ci ha fatto la figura del merlo.
Prima di intervistare la Zakharova, infatti, Giletti era in collegamento con Massimo Cacciari, e durante lo scambio Giletti ha accennato alle polemiche che hanno preceduto questa sua intervista, dicendo che però secondo lui “il giornalista ha tutto il diritto di intervistare chi vuole, purchè ponga all’intervistato delle domande scomode, e non gli offra una semplice passerella per fare propaganda.”
Ma dal dire al fare… Giletti non conosce il mare.
Non appena iniziata l’intervista, infatti, si è capito che tipo di interlocutrice avesse davanti. Una donna con le idee chiare, ferma e impassibile, che rimandava seccamente al mittente ogni singola accusa, con tanto di interessi.
All’accusa di “aver illegittimamente invaso un paese sovrano”, Zakharova ha risposto che “anche voi della Nato avete fatto la stessa cosa con l’Iraq”.
All’accusa di “essersi allargati troppo intervenendo in Siria”, Zakharova ha risposto che loro erano intervenuti su legittima richiesta del capo di stato, Assad. E ha inoltre aggiunto che “quando la Russia ha proposto alle Nazioni Unite di combattere tutti insieme le bande dell’ISIS, è stata l’Unione Europea a dire di no e mettersi di traverso”.
All’accusa di aver operato una sanguinosa repressione in Cecenia, Zakharova ha risposto che è stato l’occidente a sobillare quelle rivolte.
Insomma, non se ne usciva: ad ogni servizio tagliato del dilettante Giletti, il master Djokovic rispondeva con un dritto vincente.
A quel punto Giletti ha cambiato strategia. Ha fatto un passo indietro, e ha tentato la carta dell’emozione: “Va bene, ok, tutti abbiamo fatto errori nel passato – ha ammesso – però adesso mettiamoci una pietra sopra, trattiamo e poniamo fine a questa guerra, perchè la gente sta morendo”.
E qui è arrivata la valanga di sberle sulla testa del nostro importuno scolaretto: “Così parlano i bambini – ha detto la Zakharova – Nel mondo degli adulti, la prima cosa che bisogna fare per capire le cose è guardare alla storia. Dove eravate voi italiani, quando otto anni fa gli americani hanno messo in atto un colpo di stato a Kiev, installando al potere il governo fascista di Poroshenko? Dove eravate, quando per otto anni il governo di Kiev ha bombardato incessantemente i suoi concittadini del Donbass?”
“Ma soprattutto – ha ricordato la Zakharova – lei viene adesso a parlarmi di trattare e di metterci d’accordo. Ma sono otto anni che Putin chiede all’Occidente di mettersi d’accordo sulla questione della Nato e degli equilibri internazionali. Ma voi in Occidente avete fatto tutti finta di niente, e adesso cercate di dare la colpa a noi per quello che succede?”


“Infine – è stata la sberla finale della Zakharova – voi occidentali dovete smetterla una volta tutte con questa vostra aria di superiorità intellettuale, come se foste voi quelli che hanno il diritto di impartire lezioni morali a tutti gli altri.”
Ci mancava soltanto un “vergogna Giletti, fila dietro alla lavagna” e la lezione sarebbe stata completata.

Maria Zakharova


Povera Italia, rappresentata all’estero personaggi inconsistenti e impreparati come Giletti. Povera Italia, incapace di crescere, incapace di diventare adulta, incapace di uscire dalla sua ottica provinciale, incapace di assumersi una volta per tutte le proprie responsabilità con il resto del mondo.
Lasciando così mano libera a chi ci comanda, a chi ci controlla, a chi ci tratta serenamente come schiavi da oltre settant’anni.

Fonte: Massimo Mazzucco

15 Commenti
  • natalino
    Inserito alle 16:36h, 06 Giugno Rispondi

    Giletti non é solo, é in buona compagnia. E siccome la compagnia fa l’unione e l’unione fa la forza, abbiamo cone risultato una “UNIONE di FORZE NEGATIVE INCOMPTENTI, IGNORANTI ed INCAPACI”.
    Non si puó dire che siano in malafede perché bisognerebbe riconoscergli capacitá di raziocinio.
    Per esempio il nostro Gigino dopo aver bevuto gazzosa fresca con le bollicine per lui inebrianti ha inventariato tutte le dichiarazioni fatte nei confronti della Russia ed é arrivato alla conclusione che in Italia non si fa campagna di denigrazione della Russia. Non solo, ha detto anche che é ora di finirla con le mistificazioni e che qui in Itaglia nessuno si sogna di promuovere la russofobia.E anche quando lui chiama Putin e i Russi di “Animall, bestie, psicopatici e altri simpatici ammenicoli” lo fa solo per creare un ambiente favorevole al dialogo.

    • Massimo Pellegrini
      Inserito alle 19:17h, 06 Giugno Rispondi

      Assolutamente d’accordo!! E purtroppo ci devono rappresentare, da ragazzo ero orgoglioso di essere Italiano ora mi vergogno, siamo nelle mani di incapaci sottomessi senza un briciolo di orgoglio e dignità.

      • Ubaldo Croce
        Inserito alle 21:01h, 06 Giugno Rispondi

        Caro Massimo,assolutamente d’accordo con te,ma,nonostante tutto,non vergognamoci di essere italiani,ma di vergognarsi di non ribellarsi con decisione,coi fatti.

  • Aplu
    Inserito alle 17:05h, 06 Giugno Rispondi

    La parola fatale, quella che svela moltissimo sia sull’Italia che sulla considerazione che ne hanno nel mondo è: “bambini”! Che intende anche ragionate da bambini, siete intelligenti come i bambini, avete una preparazione da bambini, siete incoscienti come bambini, vi hanno completamente fatto rimambinire ed appunto siete solo degli irresponsabili come i bambini, ed infine non siete virili nè veri uomini ma siete meno di mezze cartucce e vi esprimete da quqquraquà come quei bambini senza attributi sviluppati che siete! E ciò è verissimo, e detto da una donna è ancora più spietato verso questa gente che sta a capo del meinstream e della regia politica italiota!
    Eunuchi da gineceo, codardi che strillano da posizioni per il momento sicure, espressioni di un sovrapotere che piazza appunto tali scimuniti e buonisti dove vuole per meglio comandare. Ora credono che persino la guerra sia un gioco da manipolare come il campionato di calcio, irresponsabili quali sono. E per ultimo la Signora ha mostrato come si debba essere ben consci della fatica e del dolore della vita, della responsabilità di azione, del gioco spietato che avviene nel mondo, mentre questo invertebrato e scoglionato ossia senza palle e la sua nutrita compagnia di bambocci castrati tipoDi Maio e Mozzarella e Letta, e forse anche quelli che belano una tremebonda opposizione apparente, siano completamente fuori dal mondo, viziati dalla loro sottomissione assoluta agl Americani e Tedeschi, molli e viscidi come lombrichi che stanno sulle spalle degl Italiani che devono vivere senza se e senza ma.

  • Bimbo
    Inserito alle 17:16h, 06 Giugno Rispondi

    … E, come se non bastasse, GiIletti ha sistematicamente posto delle domande alla Zakharova e poi, nel perfetto stile dei talk all’italiana, non l’ha mai lasciata veramente finire di rispondere. Alla fine, sia lui che la Merlino l’hanno criticata, asserendo che lei non ha risposto nemmeno a una domanda. Tra l’altro, questa asserzione è in ogni caso falsa, dal momento che la Zakharova, malgrado tutto, è riuscita a elencare gli obiettivi della Russia nella guerra in Ucraina, obiettivo peraltro molto conosciuti, da cui si deduce l’ignoranza di Giletti oppure la sua malafede.

  • Marcello Rogneri
    Inserito alle 17:39h, 06 Giugno Rispondi

    L’aspetto piu’ interessante di questa faccenda e’ che finalmente (anche se, forse, involontariamente) alla Russia e’ stato permesso di esprimere le sue opinioni in modo chiaro, preciso e senza interruzioni.
    Brava Maria Zakharova.

    Ragion vorrebbe che adesso l’italiano medio si ponesse qualche domanda seria.

    Una intervista come questa tutti i giorni e l’Italia uscirebbe dalla Nato!

    Fuori l’Italia dalla Nato.

  • nicholas
    Inserito alle 20:26h, 06 Giugno Rispondi

    Ma in occidente non si rendono conto, che qualunque azione gli si ritorce subito contro????
    L’occidente prende sberle in tutti i campi. Continuando così, si va più velocemente verso il baratro..

  • Ubaldo Croce
    Inserito alle 21:09h, 06 Giugno Rispondi

    Maria Zakharova,una Donna ammirevole,la Donna dei miei sogni. Ad averne di donne cosi nel nostro parlamento di tal fatta.Invece abbiamo solo delle mentecatte,per non dir di molto peggio..
    Giletti,dato lui,non poteva che fare una figuraccia da idiota. Da utile idiota.

  • Dolphin
    Inserito alle 21:32h, 06 Giugno Rispondi

    La Signora Zakharova oltre ad avere ragioni da vendere, ha un ottima cultura politica che le consente di rappresentare degnamente la Federazione Russa, il che le ha consentito di sbranare il giornalista, come una leonessa si pappa un coniglio. Purtroppo per noi la Russia ha una squadra di ministri che sono tutti degli ottimi centravanti per cui male per chi deve subire la loro supremazia-

  • Winkelried
    Inserito alle 01:34h, 07 Giugno Rispondi

    Giletti…….ma che …azzzo di intervista è mai questa. Certo che la Signora Zakharova ne ha di pazienza.
    Io lo vrei mandato a quel paese. Penoso!!!

  • antonio
    Inserito alle 10:22h, 07 Giugno Rispondi

    Gigetti

  • Nexus
    Inserito alle 13:32h, 07 Giugno Rispondi

    Purtroppo i giornalisti mainstream sono di levatura medio bassa.
    Sono quasi sempre impegnati a leggere le veline che vengono a loro proposte.
    Favoriscono una narrazione a senso unico

  • Manente
    Inserito alle 18:02h, 07 Giugno Rispondi

    Lo scoop di Gliletti questa volta non è riuscito e questo imbonitore da fiera di paese partito per fare la solita imboscata, ne è uscito con le ossa rotte. Ben gli sta anche se è inutile sperare che un cretino simile apprenda la lezione. Peggio ancora di costui hanno fatto la Merlino e Salustri, un’oca giuliva che non sa nulla e parla di tutto ed un pennivendolo codardo e servile che, vista la mala parata, si è dato ad una fuga vergognosa riuscendo a fare peggio perfino dei miserabili Formigli, Floris e Mentana

  • Gianni
    Inserito alle 18:50h, 07 Giugno Rispondi

    Scusate ma io ho 70 anni, sono sul piano inclinato della vita, ormai alla fine.
    Mi addolora solo vedere un popolo ammaliato da telefono, televisione e pc, abbiamo dato quasi tutto a sti disgraziati di governanti da strapazzo. SENZA UN SOLO GRIDO DI DOLORE FINANCO NESSUNA VERA MANIFESTAZIONE DI Popolo in questi 3 anni cruciali è nn solo x noi.
    Tutto ciò che accade CE LO MERITIAMO.
    Buona giornata

    • GS
      Inserito alle 23:58h, 07 Giugno Rispondi

      Non esser pessimista, mio padre ne ha più di novanta.

Inserisci un Commento